The Play Don't Care Who Makes It

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
The Play Don't Care Who Makes It
EP
Artista2 Chainz
Pubblicazione8 febbraio 2018
Durata16:10
Dischi1
Tracce4
GenereTrap[1]
EtichettaGamebread, Def Jam
ProduttoreJ. Valle, June James, Nonstop Da Hitman, Streetrunner, T-Minus, Tarik Azzouz, The Hit Cartel
Registrazione2017
FormatiDownload digitale
2 Chainz - cronologia
EP precedente
Hibachi for Lunch
(2016)
EP successivo
Singoli
  1. Proud
    Pubblicato: 5 marzo 2018[2]
Recensioni professionali
RecensioneGiudizio
Pitchfork[3]7,5/10
HipHopDX[4]

The Play Don't Care Who Makes It è il quarto extended play del rapper statunitense 2 Chainz, pubblicato l'8 febbraio 2018 per le etichette discografiche Gamebread e Def Jam Recordings.[5] L'EP presenta le collaborazioni di YG ed Offset, mentre la produzione dell'EP è stata gestita da T-Minus, June James, Nonstop Da Hitman, Streetrunner ed altri.[6]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 febbraio 2018 2 Chainz pubblico un teaser tramite i propri social media.[7]

Due giorni dopo rivelò invece il titolo dell'EP, insieme alla tracklist e la data d'uscita, rilasciato poi lo stesso giorno dell'annuncio.[8]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Crediti adattati da Tidal.[9]

  1. OK Bitch – 3:11 (testo: Tauheed Epps, June James, Julian Mason, Ramiro Morales – musica: June James, The Hit Cartel)
  2. Proud (feat. YG e Offset) – 3:54 (testo: Epps, Tyler Williams, Keenon Jackson, Kiari Cephus, Joshua Valle, Matthew Samuels, Nayvadius Wilburn, Michael Williams II, Justin Garner, Cameron Thomaz – musica: T-Minus, J. Valle)
  3. Land of the Freaks – 3:41 (testo: Epps, Gary Fountaine – musica: Nonstop Da Hitman)
  4. Lamborghini Truck (Atlanta Shit) – 5:24 (testo: Epps, Nicholas Warwar, Tarik Azzouz, Sitara Kanhai – musica: Streetrunner, Tarik Azzouz)
Note
  • Lamborghini Truck (Atlanta Shit) presenta parti vocali aggiuntive di Sitara Kanhai.
Campionature

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Crediti adattati da Tidal.[9]

Musicisti
Produzione
  • June James – produzione (traccia 1)
  • The Hit Cartel – produzione (traccia 1)
  • T-Minus – produzione (traccia 2)
  • J. Valle – co-produzione (traccia 2)
  • Nonstop – produzione (traccia 3)
  • Cassius Jay – produzione aggiuntiva (traccia 3)
  • Streetrunner – produzione (traccia 4)
  • Tarik Azzouz – produzione (traccia 4)
Comparto tecnico

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2018) Posizione
massima
Stati Uniti[11] 58
Stati Uniti (R&B/Hip-Hop)[12] 27

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Trent Clark, 2 Chainz "The Play Don't Care Who Makes It" Review, su hiphopdx.com, HipHopDX, 10 febbraio 2018. URL consultato il 5 marzo 2019.
  2. ^ (EN) Urban/UAC Future Releases, su allaccess.com, All Access, 6 marzo 2018. URL consultato il 5 marzo 2019 (archiviato dall'url originale il 2 marzo 2018).
  3. ^ (EN) Briana Younger, 2 Chainz: The Play Don't Care Who Makes It EP Album Review, su pitchfork.com, Pitchfork, 14 febbraio 2018. URL consultato il 5 marzo 2019.
  4. ^ (EN) Trent Clark, Review: 2 Chainz Cooks Up A Choice Trappetizer With The Play Don't Care Who Makes It, su hiphopdx.com, HipHopDX, 10 febbraio 2018. URL consultato il 5 marzo 2019.
  5. ^ (EN) The Play Don't Care Who Makes It - EP by 2 Chainz, su itunes.apple.com, Apple Music. URL consultato il 5 marzo 2019.
  6. ^ (EN) Althea Legaspi, Hear 2 Chainz's Surprise New EP 'The Play Don't Care Who Makes It', su rollingstone.com, Rolling Stone, 9 febbraio 2018. URL consultato il 5 marzo 2019.
  7. ^ (EN) Peter A. Berry, 2 Chainz Gives a Preview of New Music, su xxlmag.com, XXL, 6 febbraio 2018. URL consultato il 5 marzo 2019.
  8. ^ (EN) Nick Mojica, 2 Chainz to Drop 'The Play Don't Care Who Makes It'EP, su xxlmag.com, XXL, 8 febbraio 2018. URL consultato il 5 marzo 2019.
  9. ^ a b (EN) The Play Don't Care Who Makes It / 2 Chainz, su listen.tidal.com, Tidal. URL consultato il 5 marzo 2019.
  10. ^ (EN) Eddie Fu, 2 Chainz's New Song PROUD Interpolates A Track From Future's Album 'Honest', su genius.com, Genius, 11 febbraio 2018. URL consultato il 5 marzo 2019.
  11. ^ (EN) 2 Chainz Chart History, su billboard.com, Billboard. URL consultato il 5 marzo 2019.
  12. ^ (EN) 2 Chainz Chart History (R&B/Hip-Hop Albums), su billboard.com, Billboard. URL consultato il 5 marzo 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]