The Legend of Zelda: Ocarina of Time

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
The Legend of Zelda: Ocarina of Time
Zelda oot usa.jpg
Confezione della versione americana del gioco
Sviluppo Nintendo EAD
Pubblicazione Nintendo
Ideazione Shigeru Miyamoto[1]
Serie The Legend of Zelda
Data di pubblicazione Nintendo 64:
Giappone 21 novembre 1998
Flags of Canada and the United States.svg 23 novembre 1998
Flag of Europe.svg 18 dicembre 1998

iQue:
Cina novembre 2003
Wii Virtual Console:
Giappone 27 febbraio 2007
Flags of Canada and the United States.svg 26 febbraio 2007
Zona PAL 23 febbraio 2007

Genere Azione, Videogioco di ruolo
Tema Fantasy
Modalità di gioco Singolo giocatore
Piattaforma Nintendo 64, iQue Player
Distribuzione digitale Virtual Console
Supporto Cartuccia
Periferiche di input Gamepad

The Legend of Zelda: Ocarina of Time (ゼルダの伝説 時のオカリナ Zeruda no Densetsu Toki no Ocarina?) è un videogioco per la console Nintendo 64. È il quinto capitolo della serie Zelda e il primo ad essere pubblicato per Nintendo 64. Ocarina of Time fu premiato come miglior gioco dell'anno 1998-1999 dall'Academy of Interactive Arts & Sciences.[2] Sempre per Nintendo 64, venne messo in commercio un seguito, Majora's Mask.

Link riceve una missione dall'Albero Deku. L'obiettivo di Link è fermare Ganondorf che vuole ottenere la leggendaria Triforza, una reliquia sacra formata da tre magici triangoli dorati. La Triforza permette di assumere il controllo della terra di Hyrule, ove il gioco è ambientato. Per fermare Ganondorf, Link deve viaggiare nel tempo, interagire con gli abitanti di Hyrule e usare armi e oggetti per conquistare i dungeon. Durante il suo viaggio, Link è aiutato dalla fatina Navi e dalla principessa Zelda, membro della Famiglia Reale di Hyrule.

Dopo sei mesi dal suo rilascio, Ocarina of Time aveva venduto più di cinque milioni di copie;[3] in totale vendette più di sette milioni di copie.[4]Ocarina of Time, così, rientra nella cerchia dei videogiochi più venduti di tutti i tempi.[5] Inoltre, secondo le statistiche fornite da GameRankings, è il miglior videogioco di tutti i tempi[6].

Trama[modifica | modifica sorgente]

Schermata iniziale del videogioco
Link e il Deku Tree s'incontrano
Link e la principessa Zelda da bambini

Il gioco è ambientato a Hyrule, un regno creato millenni prima dalle tre dee Din, Nayru e Farore. Quando esse lasciarono la terra, crearono un potere che racchiudeva l'essenza delle tre dee e che esaudiva i desideri di chiunque l'avesse toccata: la Triforza. Questa fu sigillata in un'altra dimensione chiamata "Sacro Reame", dove fu protetta dalla Spada Suprema nel suo piedistallo nel Santuario del Tempo. Per aprire il Tempio, invece, sarebbero dovute servire le tre pietre spirituali.

L'inizio[modifica | modifica sorgente]

L'inizio del gioco è ambientato nella foresta Kokiri, in cui vive un popolo di bambini accompagnati da fatine, protetti dal Grande Albero Deku, il benevolo guardiano. Il protagonista di dieci anni, Link, vive qui, ed è in questo luogo che ha inizio la sua incredibile avventura. Il gioco inizia con un incubo di Link che si trova di fronte a un castello in una notte tempestosa. Il bambino vede una ragazza in sella ad un cavallo, inseguita da uno sconosciuto, che lo fissa minaccioso. Mentre Link dorme, il Grande Albero Deku convoca la fata Navi e le dice che è prossimo a morire e le dà il compito di guidare Link in un'avventura per salvare il mondo d'Hyrule. Navi corre da Link e lo porta al cospetto dell' albero. Quest'ultimo assegna a Link la missione di trovare e sconfiggere il parassita localizzato dentro di lui. Link entra nell'albero e sconfigge un enorme ragno, Gohma. Tuttavia, nonostante la sconfitta del parassita, l'albero muore. Pochi minuti prima di morire, l'albero parla a Link di un "uomo del deserto" che sta cercando la Triforza e poi gli dice che sta per morire a causa di una maledizione inflittagli proprio da quest'ultimo. Consegna inoltre al bambino lo Smeraldo dei Kokiri, la prima delle tre pietre spirituali e gli ordina di andare dalla principessa Zelda nel suo castello di Hyrule e trovare le altre due pietre. Dopo la sua morte, Mido (il re dei Kokiri) si arrabbia moltissimo con Link, ritenendolo responsabile della morte dell'albero.

Il castello d'Hyrule[modifica | modifica sorgente]

Uscendo dalla foresta Link incontra la sua amica Saria che lo saluta malinconicamente e gli regala un oggetto speciale: l' Ocarina magica. Uscito dalla foresta Link attraversa gran parte della pianura d'Hyrule, arriva in una piccola città e giunge finalmente al castello. Dopo aver evitato le guardie incontra la principessa Zelda che spiega a Link di aver avuto dei sogni sul futuro di Hyrule e sul suo arrivo. Lei crede che Ganondorf abbia ucciso l' Albero Deku e abbia tentato di ottenere la Triforza. Zelda spiega a Link che per prendere la Triforza deve ottenere le altre due pietre spirituali prima che Ganondorf lo preceda e le usi per entrare nel Sacro Reame. Link viene quindi accompagnato fuori da Impa, la governante di Zelda (gli insegna la Ninnananna di Zelda, una melodia fondamentale per il gioco).

il Rubino dei Goron[modifica | modifica sorgente]

Link, sotto indicazione di Impa, si dirige a Calbarico, il villaggio natale di quest'ultima e poi sale per Monte Morte, dove si trova il popolo dei Goron, i custodi della seconda pietra spirituale: il Rubino dei Goron. Arrivato nella città, Link incontra Darunia, il re dei Goron, che gli riferisce la situazione: l'ingresso alla Caverna dei Dodongo, l'unica fonte di approvvigionamento per il suo popolo, è stato bloccato da Ganondorf. Dopo mille peripezie nella caverna Link si ritrova al cospetto di Mega Dodongo, il boss della caverna e, sconfiggendolo, riceve il Rubino dei Goron da Darunia.

Fiume degli Zora[modifica | modifica sorgente]

Per ottenere la terza e ultima pietra Link si incammina verso il fiume Zora. Qui scopre che il protettore di questo popolo acquatico, Lord Jabu-Jabu, ha inghiottito per un qualche misterioso motivo la principessa Ruto, figlia del re degli Zora. Link riesce ad entrare nell'enorme pesce dove trova Cnidade, che aveva controllato la mente di Lord Jabu-Jabu portandolo addirittura a divorare la principessa. Alla fine Link lo sconfigge e fa tornare il pesce alla normalità. Come ricompensa per le sue fatiche Link riceve lo Zaffiro degli Zora dalla principessa Ruto, dopo una scenetta comica in cui la principessina mostra un evidente interesse per il povero ragazzo, il quale cade in acqua spaventato.

L'incontro con Ganondorf[modifica | modifica sorgente]

Link ritorna al castello ma scopre che qualcosa non va: il cielo è nuvoloso e il ponte levatoio è alzato! Ad un certo punto il ponte si abbassa e ne esce Ganondorf, intento a inseguire Zelda e Impa a cavallo, come aveva visto nel sogno. Zelda lancia un oggetto nel fossato, l'Ocarina del Tempo. Link la raccoglie e impara la "canzone del tempo", parlando telepaticamente con Zelda. Questa melodia serve per aprire la porta del "Santuario del tempo". In seguito, Link apre la "porta del tempo" utilizzando le "pietre spirituali" e la "canzone del tempo", estrae la spada suprema dal suo piedistallo e viene teletrasportato verso il sacro reame. Purtroppo qualcosa va storto: Link perde i sensi e Ganondorf riesce comunque a conquistare Hyrule.

Sette anni dopo[modifica | modifica sorgente]

Link, ora diciassettenne, si ritrova verso una stanza eterea: la "Chamber of the Sages" ed incontra un uomo anziano, Raul. Quest'ultimo dice all'eroe che è rimasto congelato sette anni affinché diventasse abbastanza grande da ottenere la Master Sword e sconfiggere Ganondorf. Raul afferma anche di essere il Saggio della Luce, uno dei sei saggi che proteggono la Triforza. Egli afferma che, se Link avesse trovato gli altri cinque saggi, essi sarebbero riusciti a imprigionare Ganondorf nel Reame Sacro. Tuttavia, i saggi sono ignari delle loro identità, perché Ganondorf ha conquistato Hyrule e l'ha trasformata in una terra popolata da mostri. Link deve liberare i sei templi spirituali dai mostri, in modo che ogni tempio venga riassegnato a ciascun saggio. Link ritorna in Hyrule e incontra un misterioso personaggio, Sheik, che apparirà periodicamente per aiutare l'Eroe del Tempo.

I templi[modifica | modifica sorgente]

Sheik dice a Link di recarsi nel "Santuario della Foresta", situato nella Radura Sacra, in un bosco nella Foresta Kokiri. Entrato nel tempio, il ragazzo sconfigge Spettro Ganon , un fantoccio seguace di Ganondorf. Così l'eroe libera la "Saggia della Foresta" che è la sua vecchia amica Saria (rimasta bambina, dato che i Kokiri non crescono). Successivamente, egli ritorna nei pressi dell' Albero Deku, dove scopre che l'albero, in punto di morte, ha fatto nascere un germoglio. Link, parlando con il germoglio, scopre di essere in realtà un Hilya,affidato alle cure del Deku Tree poco prima che sua madre morisse. Questo spiega il fatto che Link sia cresciuto, mentre tutti gli altri Kokiri siano rimasti bambini. In seguito, il ragazzo s'addentra nel "Santuario del Fuoco", in cima a "Monte Morte", dove libera alcuni Goron fatti prigionieri da Ganondorf e destinati a finire in pasto a un drago, chiamato Varubaja che è il boss del dungeon. Sconfittolo, Darunia, il "Saggio del Fuoco", dona a Link il "Medaglione del fuoco". Dopodiché Link si dirige verso la "Terra degli Zora" e scopre che essa è stata congelata e completamente abbandonata. Riesce comunque a entrare nel "Santuario dell' Acqua", localizzato nel "Lago Hylia", dove sconfigge un'immagine speculare di sé stesso (Dark Link) e un mostro d'acqua, chiamato Morpha. Il "Saggio dell' Acqua" è la principessa Ruto (diventata adulta come Link e meno verbalmente maleducata ma ancora in grado di terrorizzare il poveretto con proposte di matrimonio). Link si reca a Calbarico dove incontra Sheik e scopre che alcune case stanno andando a fuoco. Una presenza oscura, proveniente dal pozzo del villaggio, colpisce entrambi, facendoli svenire. Dopodiché, Link tramite Sheik, impara la melodia "Notturno delle Ombre", unico modo per raggiungere il"Santuario dell' Ombra", localizzato dietro il cimitero. Dentro il tempio, Link scopre che la forza oscura che aveva rotto il sigillo del pozzo e aveva fatto perdere i sensi a lui e Sheik era lo spettro Bongo Bongo, che viene sconfitto. Libera quindi il "Saggio dell' Ombra", Impa. Nel deserto, Link libera i carpentieri del villaggio Calbarico rinchiusi nella Fortezza Gerudo perché sono maschi e le Gerudo sono solo femmine (gli unici maschi che accettano sono Ganondorf, loro re, e Link, che ottiene un pass dopo aver sconfitto quattro volte la guardia) così ottiene il permesso di arrivare al Santuario dello Spirito. Giunto a destinazione, il giovane scopre che deve superare il livello da bambino e deve ottenere i Guanti d'Argento per accedere alla zona superiore del tempio. Facendo ciò, Link conosce Naburu, il capo delle Gerudo; quest'ultima però, viene rapita da due streghe gemelle al servizio di Ganondorf ,Kotake & Koume, dopo pochi minuti. Dopo essere ritornato adulto, Link supera il tempio, sconfigge le due streghe Duerova e libera Naburu, che è il sesto saggio.

Le battaglie finali[modifica | modifica sorgente]

Link e Ganon combattono nella battaglia finale.

Link ritorna nel "Santuario del Tempo", dove Sheik gli rivela la sua vera identità: il personaggio misterioso è in realtà la principessa Zelda. Ella è inoltre il settimo saggio, nonché il capo di tutti gli altri saggi. Ella dice a Link che quando Ganondorf ha toccato la Triforza, il suo cuore si è infranto e quindi l'artefatto si è diviso in tre pezzi. Così, Ganon ottenne la "Triforza del Potere", Zelda la "Triforza della Saggezza" e Link la "Triforza del Coraggio". Zelda dona a Link le magiche "Frecce di Luce", necessarie per sconfiggere Ganondorf. L'incontro dura poco, perché Zelda viene rapita da Ganondorf e portata nella sua torre (che rimpiazza l'antico Castello di Hyrule). Dopo che i sei saggi aiutano Link a entrare nel castello, Link sconfigge Ganondorf e salva Zelda. I due giovani scappano velocemente, ma Ganondorf, usando la Triforza del Potere, si trasforma in Ganon, un mostro più potente, e distrugge l'intero castello. Link lo sconfigge, e, con l'aiuto dei sette saggi, Ganon viene sigillato nel Sacro Reame per duemila anni. Prima di sparire afferma che, quando il sigillo sarà distrutto, egli ritornerà per uccidere con le sue mani i discendenti della Principessa e dell'Eroe del Tempo.

I festeggiamenti[modifica | modifica sorgente]

In seguito, tutti gli abitanti di Hyrule si ritrovano al Lon Lon Ranch per festeggiare la vittoria. Zelda suona l'Ocarina of Time per rispedire Link indietro nel tempo e farlo ritornare un bambino. Da bambino, Link depone la Master Sword e congeda Navi. Egli s'addentra clandestino nel castello per incontrare nuovamente la giovane Zelda. Il gioco si conclude con una scena che riprende il momento del primo incontro: Link arriva al cospetto della principessa mentre essa sta spiando dalla finestra del castello.

Modalità di gioco[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Nemici in Ocarina of Time, Boss in Ocarina of Time e Luoghi in The Legend of Zelda: Ocarina of Time.

Ocarina of Time è un'avventura 3D in terza persona che si svolge nella terra di Hyrule. Come nei precedenti episodi della serie Zelda, Hyrule prende la forma di una vasta terra su cui sono disseminati i vari dungeon. Attraversando i dungeon, Link dovrà combattere e risolvere enigmi con l'aiuto degli oggetti che troverà durante il viaggio. Un dungeon di solito contiene un'arma speciale, spesso necessaria per sconfiggere il boss alla fine del livello.

Oggetti[modifica | modifica sorgente]

In "The Legend of Zelda: Ocarina of Time" sono presenti una moltitudine di oggetti, che il giocatore deve o non deve obbligatoriamente recuperare. Alcuni, infatti, sono necessari al proseguimento della trama, mentre altri, servono a potenziare il personaggio principale (Link) e quindi sono opzionali.

Nel dettaglio, i principali oggetti si dividono nelle seguenti categorie:

Espansioni[modifica | modifica sorgente]

Sono presenti molte espansioni e servono per portare determinati oggetti in numero più abbondante, essi possono essere:

  • Rupie; ci sono due borselli, oltre a quello di partenza, per contenere le rupie, ovvero la moneta di gioco, e sono il Borsello per Adulti e il Borsello Gigante.
  • Semi per la Fionda; ci sono due sacche di semi per contenere i proiettili della fionda, ovvero il Sacco per i semi Medio e il Sacco per i semi Grande.
  • Noci Deku; nel gioco sono presenti due espansioni per le noci Deku, la prima alzerà di dieci il numero di noci che il giocatore può trasportare, portandolo così a 30, il secondo porta il numero a 40.
  • Frecce; ci sono due faretre per le frecce, una Media che permette al giocatore di portarne 40 e una Grande in grado di contenerne 50.
  • Bombe; due sono i sacchi porta bombe, uno Medio da 30 bombe e uno Grande da 40.
  • Bastoni Deku; ci sono due espansioni per i bastoni Deku, la prima alza il numero di bastoni trasportati da 10 a 20, e la seconda da 20 a 30.

Ampolle[modifica | modifica sorgente]

Nel gioco sono presenti in tutto 4 Ampolle, ottenibili in modo diverso. Sono oggetti molto utili e servono per costudire fate, pozioni e molte altre cose.

Maschere[modifica | modifica sorgente]

Nel gioco sono presenti in tutto quattro maschere:

  • Keaton Mask: raffigura una divinità giapponese, simile a una volpe, è di colore giallo con le orecchie dalla punta nera.
  • Skull Mask: raffigura una teschio.
  • Spooky Mask: è la maschera paurosa, e raffigura un Redead, gli zombie che popolano il mondo di Hyrule.
  • Bunny Hood: è una maschera con le orecchie da coniglio.

Skultullas[modifica | modifica sorgente]

Gli skultullas sono i ragni dorati che si possono trovare sparsi per il mondo di gioco, a volte molto ben nascosti. E' possibile avvertire la loro presenza grazie a un suono che emettorno quando il giocatore si trova nelle loro vicinanze. Nel gioco, in totale, ci sono ben 100 skultullas da trovare e scambiare per una ricompensa.

Frammenti di Cuore[modifica | modifica sorgente]

Nel gioco sono presenti 36 frammenti di cuore. Ogni volta che il giocatore ne avrà presi quattro, avrà un cuore aggiuntivo nella sua riserva di salute.

Scudi, tuniche e spade[modifica | modifica sorgente]

Nel gioco sono presenti vari scudi, tuniche o spade. Tra gli scudi abbiamo, ad esempio, lo scudo di legno che il giocatore può acquistare all'inizio del gioco nel villaggio di partenza, oppure lo scudo Hylian, il quale, essendo di acciaio, resiste al calore e non brucia, oppure lo scudo specchio, necessario per risolvere certi enigmi del gioco o per battere alcuni boss. Le tuniche presenti, oltre a quella di base che Link indossa all'inizio del gioco (di colore verde), sono la Tunica Goron, di colore rosso, che permette a Link di resistere al calore, o la Tunica Zora, di colore blu, che permette a Link di respirare sott'acqua. Presente è, inoltre, una tunica che permette a Link di non subire danni ma, ogni volta che viene colpito, di perdere rupie al posto dei soldi. Le spade presenti nel gioco, oltre alla spada iniziale, sono la Spada Sacra, o Master Sword che è possibile potenziare, oppure la spada opzionale conosciuta con il nome di Biggoron.

Audio[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Temi musicali nella serie di Zelda.
Link suona l'ocarina

Le musiche del gioco furono scritte da Koji Kondo, che è il principale compositore della Nintendo fin dai tempi di Donkey Kong e del primo Super Mario Bros.. La musica è culturalmente ispirata e differenziata: ad esempio, alla musica in stile cartoon della Kokiri Forest si contrappone una melodia in stile flamenco nella Gerudo Valley[7]. In alcuni casi, la musica è una variazione del tema relativo all'area in cui si trova Link. Il jingle del Recorder nel primo Zelda, del Flute di A Link to the Past e del Warp Whistle in Super Mario Bros. 3 viene eseguito durante la schermata d'inizio del gioco. La melodia di Hyrule, presente nei giochi precedenti della serie Zelda, non viene eseguito in Ocarina of Time nella sua interezza, tranne la prima strofa del tema di Hyrule Field. La melodia del Fire Temple è per la maggior parte ispirato ad un canto islamico di preghiera, con un coro maschile cantante nella seconda parte del tema. Dopo varie proteste, Nintendo cambiò la canzone con un vago canto gregoriano.

Rumors[modifica | modifica sorgente]

La Triforce apparsa in un video beta

Uno screenshot tratto da una primissima versione work-in-progress di Ocarina of Time mostra Link mentre ottiene la Triforce, contenuta in uno scrigno.[8] Nella versione definitiva, la Triforce non è più ottenibile.[9] Nonostante ciò, lo screenshot fu indicato come prova dell'esistenza dell'artefatto nel gioco.

Ocarina of Time Debug ROM[modifica | modifica sorgente]

Alcuni scenari, spesso visibili negli screenshot beta, sono parzialmente giocabili tramite una ROM speciale del gioco. Essa viene designata solitamente con il nome Ocarina of Time Debug ROM[10]. La debug ROM è in realtà una versione modificata di Ocarina of Time: Master Quest, creata appositamente per provare i livelli non inclusi nella versione definitiva del gioco. Avviando la ROM e selezionando il primo profilo, si caricherà un menu segreto (chiamato Zelda Map Select). Tramite esso, è possibile selezionare tutti i livelli disponibili. Selezionando una voce compresa tra 116 e 125, sarà possibile avviare dei livelli segreti. Comunque, avviando la stanza 123, si caricherà il minigioco "Shooting Gallery", presente normalmente nel gioco.

La Stalfos Room, visibile solamente nei primi screenshot e misteriosamente scomparsa (stanza 120)
La Stalfos Boss Room, altra beta room. (stanza 121)
La Depth Test Room. (stanza 124)

Stanza 116[modifica | modifica sorgente]

Questa stanza è interamente circondata da muri.

Stanza 117[modifica | modifica sorgente]

La stanza 117 è una debug room interamente piana. Qui sono presenti uno spaventapasseri, 5 rupie e una gallina, all'interno di una scatola. In alcune parti, la fatina diventerà verde: premendo il tasto A, sarà possibile leggere alcuni messaggi beta.

« Hi, I'm a talking door! »

Stanza 118[modifica | modifica sorgente]

La stanza 118 è un'ulteriore debug room, usata molto probabilmente dagli sviluppatori di Ocarina of Time per testare l'interazione tra Link e gli altri elementi di gioco.

Stanza 119[modifica | modifica sorgente]

Anche la stanza 119 è una debug room. Qui vi sono molti scrigni, contenenti i vari oggetti del gioco.

Stanza 120[modifica | modifica sorgente]

La stanza 120 è, forse, la beta room più conosciuta di Ocarina of Time. Degne di nota sono le finestre a forma di Triforza e l'effetto di luce usato. I nemici visibili nei primi screenshot (stalfos) non sono più presenti nella stanza.

Stanza 121[modifica | modifica sorgente]

La stanza 121 è una beta room visibile nei primissimi screenshot di gioco. In essi, erano rappresentati Link e un nemico (uno Stalfos gigante). Il mostro non c'è più; al suo posto, si può notare un teletrasporto, che permette di raggiungere il giardino del castello.

Stanza 122[modifica | modifica sorgente]

La stanza 122 è una versione alternativa del luogo in cui Link e il suo alter ego combattono.

Stanza 124[modifica | modifica sorgente]

La stanza 124, chiamata Depth Test Level, è una debug room. Veniva usata dai programmatori per verificare i livelli di profondità nel gioco.

Stanza 125[modifica | modifica sorgente]

La stanza 125 si tratta di una versione beta del giardino del castello. Infatti, è solo parzialmente completato.

Elementi beta[modifica | modifica sorgente]

Orange Pot
Grass Patch
Heart Container
Ocarina Pedestal

Immettendo un determinato codice Gameshark oppure modificando la Debug ROM, è possibile sbloccare alcuni oggetti beta. Eccoli:

  1. Orange Pot - Versione preliminare del vaso. Non può essere sollevato né essere distrutto.
  2. Grass Patch - Versione preliminare dell'erba. Non può essere tagliata con la spada.
  3. Link Heart - Versione beta del cuore. Esso può essere raccolto, ma l'energia di Link non aumenta.
  4. Ocarina Pedestal - Piedistallo sopra cui è disegnata un'ocarina.
  5. Brown Bird - Uccello di colore marrone completamente programmato. Riesce, quindi, a volare in aria e seguire delle proprie traiettorie.
  6. Tree Stump - Semplice ceppo d'albero.
  7. Explosive Rupee - Esistono due tipi di rupie esplosive: una enorme, di colore magenta, e una più piccola, di colore arancione.

Oltre agli elementi sopraccitati, nel gioco sono nascoste anche due scritte in lingua giapponese. Esse sono, tradotte in inglese, Wind Medallion (Medaglione del Vento) e Ice Medallion (Medaglione del Ghiaccio).

Musiche di gioco[modifica | modifica sorgente]

Melodie iniziali[modifica | modifica sorgente]

Tasto Nota
Ocarina up.PNG Re
Ocarina left.PNG Si
Ocarina right.PNG La
Ocarina down.PNG Fa
Ocarina a.PNG Re

In Ocarina of Time, le musiche sono eseguite da Link tramite un'ocarina, l'Ocarina del Tempo. Esse sono 12, più una speciale che il giocatore può inventare liberamente.[11]

Ninna Nanna di Zelda[modifica | modifica sorgente]

Ocarina left.PNG Ocarina up.PNG Ocarina right.PNG Ocarina left.PNG Ocarina up.PNG Ocarina right.PNG

La Ninna Nanna di Zelda è un semplice arrangiamento del tema musicale di Zelda. Era presente anche in A Link to the Past, con il nome "Princess Zelda's Rescue". È la prima canzone che Link impara nel corso del gioco. La canzone viene usata in molteplici situazioni. Ad esempio, essa viene suonata sopra le triforze disegnate sul terreno per eseguire varie azioni, vicino alle Gossip Stones per generare una fata e vicino ai segnali distrutti per ripararli.

Canzone di Epona[modifica | modifica sorgente]

Ocarina up.PNG Ocarina left.PNG Ocarina right.PNG Ocarina up.PNG Ocarina left.PNG Ocarina right.PNG

La Canzone di Epona è la seconda canzone del gioco. Link la impara da Malon nella Fattoria Lon Lon. Se eseguita, Epona si dirige verso Link, preceduta da un nitrito. Se suonata vicino a delle mucche, quest'ultime donano del latte a Link. La canzone è presente anche in Majora's Mask e in Twilight Princess.

Canzone di Saria[modifica | modifica sorgente]

Ocarina down.PNG Ocarina right.PNG Ocarina left.PNG Ocarina down.PNG Ocarina right.PNG Ocarina left.PNG

La Canzone di Saria è la terza canzone che Link impara dalla sua amica Saria da bambino. Permette di comunicare con la ragazza da lunghe distanze. Questa canzone è la melodia del Bosco Perduto e della Radura Sacra. È presente anche in Majora's Mask, come melodia delle Woods of Mystery. Infine, il tema del Forest Heaven in The Wind Waker, il tema di Link bambino in Super Smash Bros. Melee e il tema del Sacred Grove in Twilight Princess sono remix della Saria's Song.

Canzone del Tempo[modifica | modifica sorgente]

Ocarina right.PNG Ocarina a.PNG Ocarina down.PNG Ocarina right.PNG Ocarina a.PNG Ocarina down.PNG

La Canzone del Tempo è la quarta canzone che Link impara nel corso del gioco. Essa è indispensabile per aprire la Door of Time e quindi permettere a Link di estrarre la Master Sword. Permette anche di eliminare i Blocchi del Tempo in alcuni luoghi. La Canzone del Tempo è la melodia del Santuario del Tempo in Ocarina of Time e in Twilight Princess. In Majora's Mask permette, se suonata, di ritornare al primo giorno.

Canzone della Tempesta[modifica | modifica sorgente]

Ocarina a.PNG Ocarina down.PNG Ocarina up.PNG Ocarina a.PNG Ocarina down.PNG Ocarina up.PNG

La Canzone della Tempesta è la quinta canzone che Link impara nel mulino del Villaggio Calbarico, quando è adulto. Viene usata per aprire delle botole sotterranee. Se suonata si mette a piovere, ma solo per pochi istanti.

Canzone del Sole[modifica | modifica sorgente]

Ocarina right.PNG Ocarina down.PNG Ocarina up.PNG Ocarina right.PNG Ocarina down.PNG Ocarina up.PNG

La Canzone del Sole è la sesta canzone che Link impara nella Tomba Reale di Hyrule. Permette di passare dal giorno alla notte e viceversa. Permette anche di immobilizzare alcuni mostri (Re-Dead e Gibdo). La canzone viene eseguita rapidamente in Ocarina of Time, Majora's Mask, The Wind Waker e in Twilight Princess.

Melodie di teletrasporto[modifica | modifica sorgente]

Nel corso del gioco, Link impara da Sheik sei melodie, ognuna delle quali rappresenta un saggio e un tempio.

Melodia Tasti Saggio Tempio Teletrasporta verso...
Minuetto della Foresta Ocarina a.PNG Ocarina up.PNG Ocarina left.PNG Ocarina right.PNG Ocarina left.PNG Ocarina right.PNG Saria Santuario della Foresta Radura Sacra
Bolero del Fuoco Ocarina down.PNG Ocarina a.PNG Ocarina down.PNG Ocarina a.PNG Ocarina right.PNG Ocarina down.PNG Ocarina right.PNG Ocarina down.PNG Darunia Santuario del Fuoco Cratere del Monte Morte
Serenata dell'Acqua Ocarina a.PNG Ocarina down.PNG Ocarina right.PNG Ocarina right.PNG Ocarina left.PNG Ruto Santuario dell'Acqua Lago Hylia
Notturno delle Ombre Ocarina left.PNG Ocarina right.PNG Ocarina right.PNG Ocarina a.PNG Ocarina left.PNG Ocarina right.PNG Ocarina down.PNG Impa Santuario dell'Ombra Cimitero
Requiem dello Spirito Ocarina a.PNG Ocarina down.PNG Ocarina a.PNG Ocarina right.PNG Ocarina down.PNG Ocarina a.PNG Nabooru Santuario dello Spirito Colosso del Deserto
Preludio della Luce Ocarina up.PNG Ocarina right.PNG Ocarina up.PNG Ocarina right.PNG Ocarina left.PNG Ocarina up.PNG Raul Santuario del Tempo Santuario del Tempo

Altre melodie[modifica | modifica sorgente]

Scarecrow's Song[modifica | modifica sorgente]

La Scarecrow's Song è una melodia speciale, che può essere composta liberamente dal giocatore. Infatti, dirigendosi verso il Lake Hylia e suonando delle note a caso di fronte allo spaventapasseri, quest'ultimo inizierà a ballare e denominerà la vostra melodia Scarecrow's Song. Questa canzone non compare nei menù, quindi dev'essere imparata a memoria. Se essa viene suonata in determinate zone, quando Link è adulto, lo spaventapasseri Pierre comparirà e vi permetterà di raggiungere delle zone altrimenti inaccessibili, arpionandolo con l'hookshot.

Recensioni[modifica | modifica sorgente]

Recensioni e premi
Pubblicazione Punteggio Note
Famitsu
40/40[12]
Primo punteggio perfetto
assegnato dalla rivista.
IGN
10/10[13]
Editor's Choice.

Primo punteggio massimo
assegnato dalla rivista.

La versione per Virtual Console
ha ottenuto 10/10.

GameSpot
10/10[14]
Editor's Choice.
Primo punteggio massimo assegnato.
Premio ottenuto: "Greatest Game of All Time".
Electronic Gaming Monthly
10/10[15]
Premio Platinum.
Gioco dell'anno (1998).
Edge
10/10
N64 Magazine
98%
Premio Star Game.
Miglior punteggio mai assegnato.
Nintendo Power
9.5/10
Gioco dell'anno (1998).
Miglior gioco di sempre pubblicato
per una console Nintendo (2006)
Super PLAY
100/100
Primo punteggio massimo assegnato.
Voti basati su più recensioni
Game Rankings
97.48% (basato su 25 recensioni)[6]
Metacritic
99/100 (basato su 22 recensioni)[16]
Premi
Interactive Achievement Awards
Secondo annuale
Gioco dell'anno.
Miglior Design
Migliore software engine.
Gioco per console dell'anno.
Avventura per console dell'anno.
RPG per console dell'anno.

Nonostante fosse disponibile solamente a 39 giorni dalla fine dell'anno, Ocarina of Time divenne il gioco più venduto del 1998, con 2,5 milioni di copie distribuite.[17]. Il gioco vendette in tutto 7,6 milioni di copie.[4]

Ocarina of Time è indicato da molti recensori come uno dei migliori giochi di sempre; difatti, nella classifica "Top 100 Games of All Time" (realizzata da IGN), ottenne il secondo posto, preceduto da Super Mario Bros.[18] Nella classifica realizzata da "Reader's Picks", Ocarina of Time raggiunse il secondo posto (dietro Resident Evil 4) nel 2005[19] e il primo posto nel 2006.[20] Nintendo Power dichiarò che Ocarina of Time era il miglior gioco della serie Zelda. Gli utenti del sito GameFAQs scelsero nel 2005 Ocarina of Time come il secondo miglior gioco di sempre (dopo Final Fantasy VII).[21] Come risultato di questi alti punteggi, Ocarina of Time si piazzò primo sia su Metacritic,[22] sia su Game Rankings[6]. Inoltre, quando la rivista britannica N64 Magazine recensì Ocarina of Time, rinviò la recensione completa di un mese per apprezzare pienamente il gioco. Infine, dopo un'esaustiva recensione, il gioco ottenne la valutazione 98%. La musica proveniente da Ocarina fu premiata ed elogiata per la sua qualità e per la sua incorporazione nel gioco.[23]

Le versioni di gioco[modifica | modifica sorgente]

Le versioni 1.0, 1.1 e 1.2[modifica | modifica sorgente]

Cartuccia dorata di Ocarina of Time

Svariati cambiamenti furono effettuati dopo il rilascio di Ocarina of Time. Tutte le cartucce dorate vendute nel 1998 appartengono alla versione 1.0. Le cartucce dorate appartenenti alla versioni 1.1 cominciarono ad essere disponibili già agli inizi del 1999. In questa versione, molti bug furono corretti. La maggior parte delle cartucce grigie appartengono, invece, alla versione 1.2. Esistono, tuttavia, cartucce grigie appartenenti alla versione 1.0 o 1.1 del gioco.

La versione 1.0, a differenza delle altre, contiene un errore di programmazione che permette di giocare senza la Master Sword. Di conseguenza, è possibile usare qualsiasi oggetto a cavallo di Epona. La versione 1.1 è molto simile alla precedente, ma non contiene questo glitch. Esiste comunque un trucco, funzionante in tutte le versioni, che permette di fare quanto descritto sopra. Il giocatore deve sfruttare il glitch "Ocarina Items" e suonare la Sun's Song, dopo aver perso la spada nel combattimento finale. Infine, deve salvare e riavviare la console. Un'altra differenza tra le tre versioni è il colore del sangue di Ganon alla fine del gioco. Nella versione 1.0 il sangue è rosso, nella versione 1.1 il sangue è verde, rosso o blu in base alla tunica indossata da Link e nella versione 1.2 esso è verde. Infine, il tema musicale originale del Fire Temple mise in subbuglio la comunità islamica perché esso era in realtà la professione di fede musulmana. La frase, tradotta dalla lingua araba, è la seguente: "Testimonio che non esiste altro dio all'infuori di Allah".[24][25] Un altro glitch popolare, corretto nelle ultime versioni, permetteva di usare la canna da pesca all'infuori del laghetto. Questo glitch causava spesso il freeze del gioco.

Le versioni GameCube[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi The Legend of Zelda: Ocarina of Time - Master Quest.

Ocarina of Time fu rilasciato anche sulla console Nintendo GameCube, integrato in The Legend of Zelda: Ocarina of Time - Master Quest e in The Legend of Zelda: Collector's Edition. In entrambi i casi, il gioco consisteva in un'immagine ROM emulata. Una differenza significativa tra queste versioni consiste nel fatto che il simbolo usato dai Gerudo nel gioco fu sostituito, ancora una volta a causa di proteste da parte della comunità musulmana.

La versione Virtual Console[modifica | modifica sorgente]

Ocarina of Time è stato rilasciato in Europa e in Australia il 23 febbraio 2007 per la console Nintendo Wii. È stato inoltre pubblicato il 26 febbraio 2007 in Nord America, e in Giappone il giorno successivo.[26] Il gioco appartiene alla versione 1.2. Anche qui, però, il simbolo dei Gerudo è stato cambiato.

Il remake per Nintendo 3DS[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi The Legend of Zelda: Ocarina of Time 3D.

Durante l'E3 2010 è stato annunciato un remake di Ocarina of Time per il Nintendo 3DS.[27] Il gioco è uscito in Europa il 17 giugno 2011 presentando una grafica migliorata, possibilità di poter usare il sensore giroscopico per la visuale in prima persona e la possibilità di poter scegliere la modalità Master Quest, la nuova modalità Boss Challenger (per poter affrontare i boss presenti nel gioco in sequenza o uno alla volta) oltre alla modalità classica di gioco.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) The Legend of Zelda: Ocarina of Time da GameFAQs
  2. ^ Risultati degli awards 1999 premiati dall'Academy of Interactive Arts and Sciences..
  3. ^ Cinque milioni di copie vendute nei primi sei mesi. Articolo realizzato da IGN 64..
  4. ^ a b Sette milioni di copie vendute. Articolo realizzato da RPGamer..
  5. ^ I migliori giochi di sempre - Ocarina Of Time. Articolo scritto da Gamespot..
  6. ^ a b c (EN) The Legend of Zelda: Ocarina of Time in GameRankings. URL consultato l'11 marzo 2012.
  7. ^ Questa valle si trova ad ovest di Hyrule Field ed è divisa da un abisso di grandi dimensioni, in fondo al quale si trova il Fiume Zora, le cui acque sfociano nel Lago Hylia.
  8. ^ Video beta
  9. ^ Nintendo, The Legend of Zelda: Ocarina of Time FAQ.
    «The Triforce is an important element of the game's plot, but it is not an item that Link can earn. On the Quest Status screen, there is a picture of the Triforce in the middle of the Spiritual Medallions. This picture is for decoration only, and cannot be filled in with the Triforce.».
  10. ^ Guida completa in inglese della Debug ROM di Ocarina of Time
  11. ^ Ocarina Songs - Zeldaguide
  12. ^ Legend of Zelda: Ocarina of Time. Recensione realizzata da Famitsu..
  13. ^ Legend of Zelda: Ocarina of Time. Recensione realizzata da IGN..
  14. ^ The Legend of Zelda: Ocarina of Time. Recensione realizzata da Gamespot.
  15. ^ Legend of Zelda: Ocarina of Time. Recensione realizzata da Electronic Gaming Monthly..
  16. ^ (EN) The Legend of Zelda: Ocarina of Time in Metacritic. URL consultato l'11 marzo 2012.
  17. ^ Zelda batte ogni record. Articolo realizzato da IGN 64..
  18. ^ IGN's Top 100 Games.
  19. ^ Readers' Picks Top 99 Games (Edizione 2005).
  20. ^ Readers' Picks Top 100 Games (Edizione 2006).
  21. ^ I 10 migliori giochi di sempre. Classifica realizzata da GameFAQs..
  22. ^ Risultati della ricerca 'Ocarina of Time' su Metacritic.com.
  23. ^ Musica di Ocarina of TIme - Commento di Zach Whalen.
  24. ^ "Versioni alternative di Zeruda no Densetsu: Toki no okarina (1998)", IMDb.
  25. ^ "Ascolta il tema musicale originale del Fire Temple", [1].
  26. ^ Ocarina of Time approda su Virtual Console
  27. ^ Zelda: Ocarina of Time aggiornato su 3DS

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi