The Holographic Principle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
The Holographic Principle
ArtistaEpica
Tipo albumStudio
Pubblicazione30 settembre 2016
Durata72:03
Dischi1
Tracce12
GenereSymphonic metal
EtichettaNuclear Blast
ProduttoreJoost van den Broek, Epica
ArrangiamentiEpica, Joost van den Broek
Registrazionedicembre 2015-1º maggio 2016, Sandlane Recording Facilities, Rijen (Paesi Bassi)
FormatiCD, 2 CD, 3 CD, 2 LP, download digitale
Epica - cronologia
Album precedente
(2014)
Album successivo
Singoli
  1. Universal Death Squad
    Pubblicato: 29 luglio 2016
  2. Edge of the Blade
    Pubblicato: 30 settembre 2016

The Holographic Principle è il settimo album in studio del gruppo musicale olandese Epica, pubblicato il 30 settembre 2016 dalla Nuclear Blast.[1]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

In un'intervista concessa a Metal Wani il 19 settembre 2015, il chitarrista e cantante Mark Jansen è stato intervistato da Metal Wani, rivelando che gli Epica avevano già composto venticinque nuovi brani, dovendo tuttavia decidere quali verranno registrati e quali verranno scartati.[2]

Nel dicembre dello stesso anno il gruppo ha svolto la pre-produzione dell'album, passando alla fase di registrazione dal 9 gennaio 2016;[3] il 19 gennaio il bassista Rob van der Loo ha dichiarato che il gruppo ha registrato le parti di batteria, basso e chitarra ritmica, aggiungendo inoltre che gli Epica disporranno di un coro e di un'orchestra ancora più ampi dei precedenti e, per la prima volta, di una sezione di ottoni reali. Van der Loo ha successivamente affermato che il settimo album sarebbe stato più aggressivo del precedente,[4] mentre Jansen ha invece dichiarato la propria intenzione di seguire la scia di The Quantum Enigma.[5] Tra la fine di febbraio e la metà di marzo il chitarrista Isaac Delahaye e il tastierista Coen Janssen hanno rivelato attraverso le loro pagine Facebook di aver registrato anche parti di mandolino, ukulele, balalaica e percussioni reali.[6][7] Le parti vocali registrate da Simone Simons, come dichiarato dalla stessa, risultano essere «molto orecchiabili e seducenti», nonché caratterizzate da continue variazioni sullo stile vocale, dall'opera al rock e al pop.[8] La cantante ha inoltre affermato che Jansen e il batterista Ariën van Weesenbeek hanno modificato l'approccio alle parti di growl e scream, cantando spesso all'unisono.[8]

Le registrazioni sono terminate il 1º maggio, dando così il via alla fase di post-produzione.[9] Delahaye, in un'intervista per Metallized, ha spiegato che è stata data molta attenzione al missaggio, in modo da valorizzare ogni singolo strumento.[10] Il 3 giugno gli Epica hanno rivelato la copertina e il titolo del loro settimo album, The Holographic Principle,[1] comunicando infine la lista tracce dello stesso il 17 giugno.[11]

La scelta dei brani[modifica | modifica wikitesto]

Durante la sessione di ascolto europea, ai giornalisti è stato presentato l'album con una lista tracce differente da quella definitiva: al posto di Once Upon a Nightmare e Ascension (Dream State Armageddon) erano presenti Decoded Poetry, The Solace System e Immortal Melancholy,[12] quest'ultima inserita poi in versione acustica nel secondo CD presente nelle edizioni digipak, earbook e digitale. Dall'album sono stati scartati anche i brani Wheel of Destiny e Architect of Light, quest'ultimo ispirato dal film Inception.[13][14] Un ulteriore brano scartato dall'album, Fight Your Demons, è stato distribuito come CD singolo esclusivamente a coloro che hanno acquistato un pacchetto VIP durante la prima tournée nordamericana ed europea in supporto all'album.[14]

Jansen e Simons hanno motivato queste scelte spiegando di aver ricevuto ottime opinioni sulla parte iniziale e quella finale della lista tracce, mentre in quella centrale vari giornalisti hanno rilevato un calo qualitativo.[15] Jansen, in un'intervista per Rock Overdose, ha affermato che i membri del gruppo trovano di alto livello i brani scartati e per questo intendono pubblicarli in un secondo momento all'interno di un EP di prossima uscita.[16] Il 23 giugno 2017 il gruppo ha confermato che i sei brani scartati da The Holographic Principle sarebbero stati pubblicati nell'EP The Solace System, uscito il 1º settembre dello stesso anno.[17]

Intervistato da Metalfan.nl nel settembre 2018, Mark Jansen ha spiegato che per l'album era stato scritto anche il brano The Flaming Rage of God, ma è stato scartato prima delle registrazioni perché il ritornello non lo convinceva; dopo averlo modificato, Jansen lo ha registrato per Dhyana, terzo album dei MaYaN.[18]

Tematiche[modifica | modifica wikitesto]

Simone Simons, autrice dei testi di Edge of the Blade, A Phantasmic Parade, Once Upon a Nightmare e Dancing in a Hurricane

Il 17 giugno 2016, in concomitanza con l'annuncio della lista tracce di The Holographic Principle, gli Epica hanno descritto la tematica portante dell'album attraverso la seguente dichiarazione:[11]

«Si occupa di un futuro prossimo in cui la realtà virtuale è decollata e permette alle persone di creare i propri mondi virtuali, indistinguibili dalla "realtà come la conosciamo". Questo solleva il dubbio se la nostra realtà attuale sia una sorta di realtà virtuale di sé stessa, un ologramma. Ciò implica l'esistenza di una realtà superiore, che al momento è inaccessibile. I testi sfidano a pensare fuori dalla scatola, a riconsiderare tutto ciò che credevamo certo e ad essere di mentalità aperta verso le recenti rivoluzioni scientifiche.»

Questo concept, ispirato in parte dalle teorie del fisico Leonard Susskind,[19] è trattato con attitudine filosofica in A Phantasmic Parade, Beyond the Matrix e nella title-track. Anche i brani The Cosmic Algorithm e Ascension (Dream State Armageddon) trattano temi tangenti: il primo parla di come dar senso a un'esistenza in cui tutto sembra regolato da leggi matematiche, mentre il secondo riguarda i limiti gnoseologici umani di fronte al confine tra sogno e veglia. Questo problema viene in parte risolto in Tear Down Your Walls, ispirato dallo sciamanesimo e dal buddhismo: solo attraverso la meditazione si possono comprendere e accettare le molte dimensioni della realtà, imparando a fidarsi delle proprie intuizioni.[12][20]

Gli altri brani dell'album trattano tematiche differenti: Edge of the Blade l'ossessione per la bellezza e la perfezione estetica, Universal Death Squad le implicazioni etiche nell'uso dei robot militari autonomi, Dancing in a Hurricane i bambini cresciuti in zone di guerra e i rifugiati politici. Divide and Conquer riguarda invece l'attuale situazione politica in Medio Oriente e, verso la fine, presenta delle campionature sovrapposte di discorsi di Barack Obama, Hillary Clinton, Nicolas Sarkozy, David Cameron e John Kerry.[21] In Once Upon a Nightmare l'attore Paul Babikian recita dei versi della traduzione inglese di una ballata di Goethe, Erlkönig, ispirata da una creatura malvagia che ruba l'anima ai bambini; Simons ha utilizzato ciò come una metafora del sentirsi bloccati in una vita senza lieto fine né innocenza.[20] Infine Immortal Melancholy, presente in versione acustica, parla di due innamorati che, essendo entrambi malati terminali, hanno deciso di ricorrere all'eutanasia e morire nello stesso momento; si tratta della storia di due amici di famiglia di Simons.[12]

Stile musicale[modifica | modifica wikitesto]

Nei brani dell'album gli elementi tipici della musica degli Epica sono stati estremizzati e modernizzati ulteriormente. Il sound risulta più sinfonico e corale rispetto agli album precedenti, ma al contempo le chitarre sono state messe più in evidenza sia in fase di scrittura dei brani sia in fase di post-produzione;[22] ciò ha portato a una maggiore attenzione ai riff e a un aumento delle influenze death, groove, thrash e black.[12][23] Quest'ultimo genere si riscontra anche nell'uso della batteria, molto più varia e caratterizzata pure da momenti power.[24] La critica ha inoltre riscontrato un aumento delle influenze progressive, con un maggiore uso di tempi dispari in levare e frequenti cambi di tempo e umore.[25] Sono presenti anche elementi etnici e folkloristici, passaggi ambient e dal sapore gothic. Le linee vocali sono varie e sofisticate, ma permane la grande attenzione all'orecchiabilità delle melodie.[26][27]

Tutta la musica e i testi sono stati scritti e arrangiati dagli Epica e Joost van der Broek, mentre le melodie vocali sono state coscritte da van der Broek insieme a Isaac Delahaye, Coen Janssen e Sascha Paeth.[28] Gli adattamenti acustici dei brani contenuti nel secondo disco sono stati scritti e arrangiati da Delahaye, Janssen, van der Broek e dagli Epica.[28]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Tour[modifica | modifica wikitesto]

Gli Epica dal vivo al Live Club di Trezzo sull'Adda nel 2017

Il 30 marzo il gruppo ha comunicato che il 1º ottobre dello stesso anno The Holographic Principle sarebbe stato presentato dal vivo la seconda edizione olandese dell'Epic Metal Fest, che ha avuto luogo a Tilburg;[29] al festival hanno preso parte anche i Katatonia, i Textures, i MaYaN, i Myrath, i Fleshgod Apocalypse, i The Ocean, gli Stream of Passion, i The Agonist, due gruppi emergenti belgi (gli Evil Invaders e gli Off the Cross) e un gruppo emergente olandese (i For I Am King).[30] L'Epic Metal Fest ha avuto anche un'edizione brasiliana, tenutasi il 15 ottobre a San Paolo con la partecipazione dei Paradise Lost, degli Xandria, dei The Ocean e di due gruppi emergenti autoctoni, i Tuatha de Danann e i Project46.[31] Tra novembre e dicembre gli Epica hanno intrapreso un tour in Canada e negli Stati Uniti d'America, venendo supportati dai Fleshgod Apocalypse, dai The Agonist e dagli Arkona.[32] Tra gennaio e febbraio il tour mondiale degli Epica ha toccato anche l'Europa, supportati dai Powerwolf e dai Beyond the Black,[33][34] mentre tra febbraio e marzo il sestetto si è esibito in Scandinavia e Russia, supportato dagli islandesi Skálmöld.[35] A inizio aprile il tour mondiale ha toccato anche il Giappone, Taiwan e la Corea del Sud,[36] mentre a maggio è stata la volta dell'America Centrale e del Sud e poi a giugno d'Israele. Durante l'estate, invece, il gruppo si è esibito all'interno di vari festival per poi, tra agosto e settembre, ritornare in tour negli Stati Uniti e in Canada supportati dai Lacuna Coil, dagli Insomnium e dagli Elantris.[37] A ottobre ha avuto luogo un mini-tour belga e olandese con i MaYaN nel ruolo di band di supporto,[38] a cui ha fatto seguito, tra novembre e dicembre, un nuovo tour europeo con i Vuur e i Myrath in apertura.[39] A gennaio la tournée degli Epica ha fatto tappa in Giappone[40] e nell'America meridionale,[41] per poi arrivare ad aprile nel Regno Unito e in l'Irlanda con il supporto di Myrkur e degli Oceans of Slumber.[42] In estate la band ha partecipato ad alcuni festival, a seguito dei quali ha dichiarato di volersi prendere una pausa prima della composizione del prossimo album.[43]

Singoli e videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Il 29 luglio 2016 è stato pubblicato per il download digitale il primo singolo dell'album, intitolato Universal Death Squad.[44] Secondo le parole di Jansen, si tratta uno dei brani che «rappresenta bene il nuovo album, perché è heavy e melodica allo stesso tempo.»[45] In concomitanza con il lancio del singolo, il gruppo ha reso disponibile l'album per il pre-ordine nei formati CD standard, digipak (comprendente un secondo CD costituito da cinque brani acustici), earbook (composto anche da un terzo CD con le versioni strumentali dei brani dell'album), doppio vinile e download digitale, oltre a un box set comprensivo del doppio vinile, dell'earbook e di alcuni gadget.[44] L'8 settembre il gruppo ha reso disponibile il videoclip della seconda traccia, Edge of the Blade, diretto da Jens De Vos;[46] successivamente è stato pubblicato un CD singolo del brano in allegato all'edizione di ottobre 2016 della rivista tedesca Sonic Seducer.[47]

Il 18 novembre 2017 è stato pubblicato il lyric video di Ascension (Dream State Armageddon), che presenta scene tratte dal concerto tenuto dal gruppo all'Epic Metal Fest olandese.[48] Il video è stato girato ancora una volta da Jens De Vos della Panda Production, team che anche per questo tour degli Epica ha realizzato degli Aftermovie.[49] L'11 gennaio 2017 è stata la volta del videoclip di Beyond the Matrix, anch'esso diretto da De Vos,[50] seguito il 19 febbraio da quello per A Phantasmic Parade, il quale mostra filmati realizzati durante alcune date del The European Principle Tour.[51] Il 3 maggio è stato pubblicato il videoclip live di Dancing in a Hurricane, registrato durante un concerto a Parigi.[52]

Il 3 maggio 2018 è stato pubblicato il videoclip di Universal Love Squad, versione acustica di Universal Death Squad, che presenta scene tratte dallo show speciale tenuto in occasione del millesimo concerto degli Epica. Nel videoclip sono presenti Marcela Bovio, che in quell'occasione aveva suonato il violino proprio su Universal Love Squad, e Cristina Scabbia, che aveva duettato con il gruppo in Storm the Sorrow.[53]

Il 27 ottobre gli Epica hanno pubblicato in formato 10" e download digitale il singolo Beyond the Matrix - The Battle, nuova versione di Beyond the Matrix incisa con la Metropole Orkest, l'orchestra pop/jazz più grande al mondo e vincitrice di due Grammy Award;[54] tale collaborazione è stata resa possibile grazie a un concorso indetto dalla stessa orchestra e vinto dagli Epica il 1º agosto 2017.[55]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Amped-Up[56] 10/10 stelle
Keys and Chords[57] 4.5/5 stelle
Live Reviewer[58] 4/5 stelle
Lords of Metal[59] 97/100
Metal Fan[60] 85/100
Metal Force[61] 5/5 stelle
Metal Injection[62] 9/10 stelle
Metallized[63] 89/100
Metal Talk[64] 9/10 stelle
Metal Temple[65] 9/10 stelle
Metal Wani[24] 8/10 stelle
Music Waves[66] 4/5 stelle
Powerplay[67] 10/10 stelle
Rock Hard Italy[68] 8.5/10 stelle
Sonic Cathedral[69] 10/10 stelle
Spirit of Metal[70] 7/10 stelle
Stormbringer[71] 5/5 stelle
The Prog Mind[72] 8/10 stelle
United Rock Nations[73] 5/5 stelle
We Love Metal[74] 10/10 stelle

La critica ha accolto molto bene The Holographic Principle, applaudendo l'abilità tecnica ed espressiva del sestetto, la composizione profonda e stratificata, l'equilibrio tra i brani complessi e quelli diretti, la cura dei dettagli, la varietà delle influenze e l'orecchiabilità delle melodie.

Fernando di We Love Metal ha sottolineato il potenziale live dell'album e la sua capacità di abbattere le barriere tra i generi. Inoltre per lui The Holographic Principle è l'album più dinamico e vario degli Epica, in grado di portarli in trionfo come pionieri e leader del settore.[74] Pure Peetoff di United Rock Nations pensa che il sestetto sia ormai al vertice gerarchico del genere, anche grazie alla prova vocale di Simons, alle abilità di Delahaye e van Weesenbeek, alle melodie curate e alle importanti componenti progressive e di metal estremo.[73]

Jonathon Besanko di Metal Obsession si complimenta con gli Epica per l'intelligenza nell'uso degli strumenti non convenzionali, soprattutto nei passaggi d'ispirazione etnica, e per il solo impiego di strumentazione reale. Parla inoltre di un album raffinato, eclettico, moderno e dall'attitudine marcatamente progressive.[75] Sandra Yeomans di Metal Wani tiene in considerazione anche le influenze death e thrash degli Epica, che sono aumentate e talvolta sfociano nel black. Nel complesso, per lei gli Epica hanno un loro peculiare modo di comporre, un loro stile unico e personale. Ciò da un lato è un pregio, perché permette loro di essere riconoscibili, ma dall'altro rischia di renderli prevedibili.[24] A tal proposito, Ton Dekkers di Sonic Cathedral sostiene che, sebbene ci siano momenti dal sapore familiare, The Holographic Principle ne presenti anche di imprevedibili e nuovi. Il giornalista prosegue descrivendo l'album come cinematografico, violento ed emozionante, in grado quindi di regalare «un'esperienza musicale unica», mai noiosa, sorprendente e al contempo rispettosa delle radici della band.[69] Della stessa opinione è il recensore di Lords of Metal, secondo cui gli Epica hanno spostato il limite del proprio spettro sonoro, inserendo novità e dettagli da scoprire ascolto dopo ascolto. Pone inoltre l'accento sulla freschezza e l'originalità di alcuni riff e sulla prova maiuscola di Simone Simons, definita «la migliore cantante in assoluto del genere».[59]

Per Emanuele Biani di Rock Hard Italy, i riff di The Holographic Principle presentano anche influenze groove e power, mentre altri hanno notato di più quelle death, thrash e black.[23] Tra questi vi è il recensore di Spirit of Metal, che da un lato ha lodato l'album per la grande varietà delle atmosfere e delle soluzioni musicali, ma dall'altro ha sostenuto che il missaggio e il mastering penalizzino spesso la voce di Simone Simons.[70]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Eidola – 2:39 (testo: Mark Jansen – musica: Coen Janssen, Mark Jansen)
  2. Edge of the Blade – 4:34 (testo: Simone Simons – musica: Isaac Delahaye, Epica)
  3. A Phantasmic Parade – 4:36 (testo: Simone Simons – musica: Ariën van Weesenbeek, Epica)
  4. Universal Death Squad – 6:38 (testo: Mark Jansen – musica: Isaac Delahaye, Epica)
  5. Divide and Conquer – 7:48 (testo: Mark Jansen – musica: Mark Jansen, Epica)
  6. Beyond the Matrix – 6:26 (testo: Mark Jansen – musica: Isaac Delahaye, Epica)
  7. Once Upon a Nightmare – 7:08 (testo: Simone Simons – musica: Coen Janssen, Epica)
  8. The Cosmic Algorithm – 4:54 (testo: Mark Jansen – musica: Isaac Delahaye, Epica)
  9. Ascension (Dream State Armageddon) – 5:16 (testo: Mark Jansen – musica: Rob van der Loo, Epica)
  10. Dancing in a Hurricane – 5:26 (testo: Simone Simons – musica: Coen Janssen, Epica)
  11. Tear Down Your Walls – 5:03 (testo: Mark Jansen – musica: Mark Jansen, Epica)
  12. The Holographic Principle (A Profound Understanding of Reality) – 11:35 (testo: Mark Jansen – musica: Mark Jansen, Epica)
Traccia bonus nell'edizione giapponese
  1. Immortal Melancholy (Piano Version) – 3:15 (testo: Simone Simons – musica: Mark Jansen, Joost van den Broek, Epica)
The Acoustic Principle – CD 2 presente nelle edizioni Digipak, Earbook e digitale
  1. Beyond the Good, the Bad and the Ugly – 4:29 (testo: Mark Jansen – musica: Isaac Delahaye, Epica)
  2. Dancing in a Gypsy Camp – 4:28 (testo: Simone Simons – musica: Coen Janssen, Epica)
  3. Immortal Melancholy (Acoustic Version) – 3:13 (testo: Simone Simons – musica: Mark Jansen, Joost van den Broek, Epica)
  4. The Funky Algorithm – 3:30 (testo: Mark Jansen; adattamento: Isaac Delahaye, Simone Simons – musica: Isaac Delahaye, Epica)
  5. Universal Love Squad – 3:35 (testo: Mark Jansen – musica: Isaac Delahaye, Epica)
The Instrumental Principle – CD 3 presente nell'edizione Earbook
  1. Eidola – 2:39 (musica: Coen Janssen, Mark Jansen)
  2. Edge of the Blade – 4:34 (musica: Isaac Delahaye, Epica)
  3. A Phantasmic Parade – 4:36 (musica: Ariën van Weesenbeek, Epica)
  4. Universal Death Squad – 6:38 (musica: Isaac Delahaye, Epica)
  5. Divide and Conquer – 7:48 (musica: Mark Jansen, Epica)
  6. Beyond the Matrix – 6:26 (musica: Isaac Delahaye, Epica)
  7. Once Upon a Nightmare – 7:08 (musica: Coen Janssen, Epica)
  8. The Cosmic Algorithm – 4:54 (musica: Isaac Delahaye, Epica)
  9. Ascension (Dream State Armageddon) – 5:16 (musica: Rob van der Loo, Epica)
  10. Dancing in a Hurricane – 5:26 (musica: Coen Janssen, Epica)
  11. Tear Down Your Walls – 5:03 (musica: Mark Jansen, Epica)
  12. The Holographic Principle (A Profound Understanding of Reality) – 11:35 (musica: Mark Jansen, Epica)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

The Holographic Principle[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo
Altri musicisti
  • Marcela Bovio, Linda Janssen – cori
  • Cato Janssen – voce della bambina (traccia 1)
  • Paul Babikian – voce del re elfico (traccia 7)
  • Maria van Nieukerken – direzione del coro Kamerkoor PA'dam
  • Alfrun Schmidt, Annemieke Klinkenberg-Nuijten, Dagmara Siuty, Martha Bosch, Ruth Becker, Silvia da Silva Martinho – soprani
  • Annette Stallinga, Annette Vermeulen, Cecile Roovers, Natasha Morsink – contralti
  • Guido Groenland, Joost van Velzen, Koert Braches, Matthijs Frankema, René Veen – tenori
  • Allard Veldman, Andreas Goetze, Angus van Grevenbroek, Jan Douwes – bassi
  • Previn Moore – tenore aggiuntivo
  • Ben Mathot – primo violino, violino solista
  • Ian de Jong, Sabine Poiesz – primi violini
  • Floortrje Beljon, Loes Dooren, Vera van der Bie, Marieke de Bruijn – secondi violini
  • Mark Mulder – viola, viola solista
  • Frank Goossens – viola
  • René van Munster – violoncello, violoncello solista
  • Geneviève Verhage, Eilidh Martin – violoncelli
  • Jurgen van Nijnatten, Marnix Coster – trombe
  • Henk Veldt, Alex Thyssen – corni francesi
  • Paul Langerman – trombone
  • Lennart de Winter – trombone, trombone basso
  • Jeroen Goossens – flauto, ottavino, fagotto
  • Thijs Dapper – oboe, oboe d'amore
  • Jack Pisters – sitar
  • Igor Hobus – rullante orchestrale, tom orchestrali, conga, djembe, darabouka, gong, piatto sospeso, tamburello
  • Maarten de Peijper – rullante aggiuntivo
  • Joost van den Broek – rullante aggiuntivo, effetti e campionamenti aggiuntivi, arrangiamenti orchestrali
Produzione

The Acoustic Principle[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo
  • Simone Simons – voce
  • Isaac Delahaye – chitarre acustiche e classiche, percussioni, cori
  • Coen Janssen – pianoforte, fisarmonica, wurlitzer, percussioni, cori
  • Rob van der Loo – basso acustico
  • Ariën van Weesenbeek – batteria, conga, djembe, lattine di birra
Altri musicisti
Produzione
  • Joost van den Broek – produzione, ingegneria del suono, editing, missaggio
  • Epica – produzione
  • Jos Driessen – ingegneria del suono, editing
  • Jacob Hansen – missaggio
  • Darius van Helfteren – mastering

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2016) Posizione
massima
Australia[76] 46
Austria[76] 21
Belgio (Fiandre)[76] 12
Belgio (Vallonia)[76] 24
Canada[77] 52
Finlandia[76] 26
Francia[76] 26
Germania[76] 9
Giappone[78] 105
Giappone (international)[79] 20
Italia[76] 26
Norvegia[79] 8
Paesi Bassi[76] 4
Polonia[79] 69
Portogallo[76] 25
Regno Unito[80] 46
Regno Unito (download)[81] 74
Regno Unito (physical)[82] 29
Regno Unito (rock & metal)[83] 3
Repubblica Ceca[79] 11
Scozia[84] 27
Spagna[79] 32
Stati Uniti[85] 139
Stati Uniti (hard rock)[86] 3
Stati Uniti (heatseekers)[87] 2
Stati Uniti (independent)[88] 17
Stati Uniti (rock)[89] 20
Stati Uniti (top album sales)[90] 53
Svezia (rock)[79] 14
Svizzera[76] 8
Ungheria[91] 27

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b EPICA announce artwork and release date for their upcoming album, Epica, 3 giugno 2016. URL consultato il 3 giugno 2016.
  2. ^ (EN) EPICA Has Written 25 Songs For Upcoming Studio Album, Blabbermouth.net, 19 settembre 2015. URL consultato il 17 giugno 2016.
  3. ^ EPICA: in studio per il nuovo album, su metalitalia.com, 9 gennaio 2016. URL consultato il 1º giugno 2016.
  4. ^ EPICA: "Il nuovo album sarà più aggressivo", su metalitalia.com, 26 gennaio 2016. URL consultato il 30 marzo 2016.
  5. ^ (EN) EPICA Aiming For 'More Aggressive' Sound On Next Album, Blabbermouth.net, 26 gennaio 2016. URL consultato il 30 marzo 2016.
  6. ^ (EN) Isaac Delahaye, Recorded mandolin, ukelele, balalaika and acoustic today., Facebook, 26 febbraio 2016. URL consultato il 30 marzo 2016.
  7. ^ (EN) Coen Janssen, What a week at the Sandlane Recording Facilities!!!, Facebook, 12 marzo 2016. URL consultato il 30 marzo 2016.
  8. ^ a b (EN) EPICA To Release 'The Holographic Principle' Album In October, Blabbermouth.net, 31 maggio 2016. URL consultato il 1º giugno 2016.
  9. ^ (EN) Isaac Delahaye, All recordings for#epicaVII are finished![collegamento interrotto], Facebook, 1º maggio 2016. URL consultato il 4 maggio 2016.
  10. ^ EPICA - The Holographic Principle: Tra realtà e illusione, Metallized, 19 settembre 2016. URL consultato il 19 settembre 2016.
  11. ^ a b (EN) EPICA - tracklist of "The Holographic Principle" revealed!, Nuclear Blast, 17 giugno 2016. URL consultato il 17 giugno 2016.
  12. ^ a b c d EPICA: il nuovo album "The Holographic Principle" traccia per traccia e intervista a Simone Simons!, su metalitalia.com, 28 luglio 2016. URL consultato il 7 agosto 2016.
  13. ^ (FR) Laura Makary, Septième Art: Epica, in MyRock, nº 41, Komakino Publishing, 1º luglio 2016, pp. 50-51.
  14. ^ a b (EN) Interview with Mark Jansen, Metal Rules, 3 febbraio 2017. URL consultato il 1º aprile 2017.
  15. ^ (FR) Laura Makary, Epica: accords de principe, in MyRock, nº 42, Komakino Publishing, 26 agosto 2016, pp. 52-54.
  16. ^ (EN) Mark Jansen (EPICA) on Rock Overdose: "Touring is the only way to make a living from music", Rock Overdose, 24 agosto 2016. URL consultato il 2 settembre 2016.
  17. ^ (EN) Epica unveils their new EP: "The Solace System", Epica, 23 giugno 2017. URL consultato il 23 giugno 2017.
  18. ^ (NL) Interview: MaYaN (2018), su metalfan.nl. URL consultato l'11 ottobre 2018.
  19. ^ (EN) EPICA – The Holographic Interview (Interview), Decibel Geek, 4 novembre 2016. URL consultato il 12 novembre 2016.
  20. ^ a b (EN) Epica's track by track guide to The Holographic Principle, Team Rock, 23 settembre 2016. URL consultato il 23 settembre 2016.
  21. ^ (NL) Interview Epica: Mark Jansen over The Holographic Principle[collegamento interrotto], Webzine Festival Blog, 8 settembre 2016. URL consultato il 13 settembre 2016.
  22. ^ Filmato audio Morow, Epica interview! Simone Simons speaks to Morow, su YouTube, 27 agosto 2016. URL consultato il 4 settembre 2016.
  23. ^ a b Emanuele Biani, Epica: The Holographic Principle (listening session), in MyRock, BMS Soc. coop., 8 luglio 2016, p. 5.
  24. ^ a b c (EN) REVIEW: EPICA – "The Holographic Principle", Metal Wani, 28 agosto 2016. URL consultato il 1º settembre 2016.
  25. ^ (RU) Epica - The Holographic Principle, Metal World, 28 agosto 2016. URL consultato il 2 settembre 2016.
  26. ^ (DE) Epica - Zuviel gibt es für EPICA nicht: Die Listening-Session zu "The Holographic Principle", su metal.de, 27 agosto 2016. URL consultato il 1º settembre 2016.
  27. ^ Filmato audio Spark TV, SPARK TV: EPICA - interview with Mark Jansen about upcoming new album "The Holographic Principle", su YouTube, 19 luglio 2016. URL consultato il 1º settembre 2016.
  28. ^ a b (EN) Note di copertina di The Holographic Principle, Epica, [[Nuclear Blast]], CD, 30 settembre 2016.
  29. ^ (EN) EPIC METAL FEST Netherlands announced, Epica, 30 marzo 2016. URL consultato il 30 marzo 2016.
  30. ^ (EN) The Ocean and For I Am King complete the Epic Metal Fest line-up, Epic Metal Fest, 17 agosto 2016. URL consultato il 27 agosto 2016.
  31. ^ (EN) EPIC METAL FEST Brazil Line-up Announced, Epica, 25 maggio 2016. URL consultato il 25 maggio 2016.
  32. ^ (EN) EPICA Announces The North American Principle Tour!, Epica, 27 giugno 2016. URL consultato il 29 giugno 2016.
  33. ^ (EN) EPICA / POWERWOLF Additional Dates Announced!, Epica, 22 giugno 2016. URL consultato il 29 giugno 2016.
  34. ^ BEYOND THE BLACK: tour europeo con Epica e Powerwolf, Heavyworlds, 5 agosto 2016. URL consultato il 7 agosto 2016.
  35. ^ (EN) EPICA announces the Nordic and Russian Principle Tour, Epica, 20 settembre 2016. URL consultato il 20 settembre 2016.
  36. ^ (EN) Epica to tour Japan!, Epica, 8 ottobre 2016. URL consultato l'8 ottobre 2016.
  37. ^ (EN) EPICA announces the Ultimate Principle Tour - North America, Epica, 24 aprile 2017. URL consultato il 24 aprile 2017.
  38. ^ (EN) EPICA announces the Dutch Principle Tour, Epica, 22 marzo 2017. URL consultato il 10 aprile 2017.
  39. ^ (EN) EPICA announces the Ultimate Principle Tour - Europe, Epica, 12 aprile 2017. URL consultato il 24 aprile 2017.
  40. ^ Filmato audio ChaosReignsTV, 『EPICA VS attack on titan songs』リリース決定!シモーネ・シモンズからコメントが到着!, su YouTube, 6 novembre 2017. URL consultato il 18 novembre 2017.
  41. ^ (EN) EPICA - Latin America tour 2018!, Nuclear Blast, 21 novembre 2017. URL consultato il 21 novembre 2017.
  42. ^ (EN) Epica headline the first Metal Hammer tour of 2018, Team Rock, 31 luglio 2017. URL consultato il 31 agosto 2017.
  43. ^ EPICA: Mark Jansen, "Non passerà molto prima che inizieremo a comporre i nuovi pezzi", su metalitalia.com, 12 aprile 2018. URL consultato il 20 luglio 2018.
  44. ^ a b (EN) EPICA Releases "Universal Death Squad" Lyric Video + Album Pre-orders, Epica, 29 luglio 2016. URL consultato il 29 luglio 2016.
  45. ^ Tommaso Dainese, Epica: il nuovo brano "Universal Death Squad" in streaming, su metallus.it, 29 luglio 2016. URL consultato il 29 luglio 2016.
  46. ^ (EN) EPICA Launches "Edge of the Blade" Music Video!, Epica, 8 settembre 2016. URL consultato l'8 settembre 2016.
  47. ^ (DE) AKTUELLE AUSGABE: SONIC SEDUCER 10/2016, Sonic Seducer Magazin. URL consultato il 1º ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 1º ottobre 2016).
  48. ^ (EN) EPICA LAUNCHES LYRIC VIDEO FOR "ASCENSION – DREAM STATE ARMAGEDDON", Epica, 18 novembre 2016. URL consultato il 22 novembre 22016.
  49. ^ (EN) THE NORTH AMERICAN PRINCIPLE MONTRÉAL AFTERMOVIE, Epica, 14 novembre 2016. URL consultato il 22 novembre 2016.
  50. ^ (EN) EPICA Launches "Beyond the Matrix" Music Video!, Epica, 11 gennaio 2017. URL consultato il 12 gennaio 2017 (archiviato dall'url originale il 18 gennaio 2017).
  51. ^ EPICA: il video di "A Phantasmic Parade", su metallized.it, 19 febbraio 2017. URL consultato il 19 febbraio 2017.
  52. ^ (EN) EPICA Launches "Dancing In A Hurricane" Live Video!, Epica, 3 maggio 2017. URL consultato il 3 maggio 2017.
  53. ^ (EN) EPICA Launches New Music Video for 'Universal Love Squad', Epica, 3 maggio 2018. URL consultato il 4 maggio 2018.
  54. ^ EPICA: a ottobre il vinile di 'Beyond The Matrix' con la Metropole Orkest, su metalpit.it, 7 settembre 2018. URL consultato il 7 settembre 2018.
  55. ^ EPICA Wins the Metropole Orkest Competition, Epica, 1º agosto 2017. URL consultato l'11 novembre 2017.
  56. ^ (NL) Epica - The Holographic Principle[collegamento interrotto], Amped-Up, 11 settembre 2016. URL consultato l'11 settembre 2016.
  57. ^ (NL) Epica: The Holographic Principle, Keys and Chords, 21 settembre 2016. URL consultato il 22 settembre 2016.
  58. ^ (NL) Review: Epica – The Holographic Principle – Nuclear Blast Records – Release: 30-09-2016, Live Reviewer, 19 settembre 2016. URL consultato il 22 settembre 2016.
  59. ^ a b (EN) Epica - The Holographic Principle, Lords of Metal, 2 settembre 2016. URL consultato il 2 settembre 2016.
  60. ^ (NL) Epica - The Holographic Principle, Metal Fan, 18 settembre 2016. URL consultato il 18 settembre 2016.
  61. ^ Epica: Dalla fisica quantistica alla realtà virtuale, Metal Force, 1º ottobre 2016. URL consultato il 1º ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 5 ottobre 2016).
  62. ^ (EN) Album Review: EPICA The Holographic Principle, Metal Injection, 4 ottobre 2016. URL consultato il 12 ottobre 2016.
  63. ^ Epica - The Holographic Principle, Metallized, 30 settembre 2016. URL consultato il 30 settembre 2016.
  64. ^ (EN) The rise of Epica continues with 'The Holographic Principle', Metal Talk, 19 settembre 2016. URL consultato il 20 settembre 2016.
  65. ^ (EN) Epica - The Holographic Principle, Metal Temple, 13 settembre 2016. URL consultato il 13 settembre 2016.
  66. ^ (FR) Epica: The Holographic Principle, Music Waves, 12 settembre 2016. URL consultato il 13 settembre 2016.
  67. ^ (EN) Martin Howell, Epica: The Holographic Principle, in PowerPlay, nº 190, Mark Hoaksey, 26 agosto 2016, p. 37.
  68. ^ Emanuele Biani, Epica: The Holographic Principle, in Rock Hard Italy, nº 37, Edizioni BMS Soc. coop., 6 settembre 2016, p. 13.
  69. ^ a b (EN) Epica - The Holographic Principle[collegamento interrotto], Sonic Cathedral, 19 agosto 2016. URL consultato il 1º settembre 2016.
  70. ^ a b (FR) Epica (NL) The Holographic Principle, Spirit of Metal, 14 settembre 2016. URL consultato il 16 settembre 2016.
  71. ^ (DE) EPICA - The Holographic Principle, Stormbringer, 28 settembre 2016. URL consultato il 30 settembre 2016.
  72. ^ (EN) Epica - "The Holographic Principle, The Prog Mind, 21 settembre 2016. URL consultato il 22 settembre 2016.
  73. ^ a b (FR) The Holographic Principle, United Rock Nations, 26 agosto 2016. URL consultato il 1º settembre 2016.
  74. ^ a b (DE) Epica – The Holographic, We Love Metal, 10 agosto 2016. URL consultato il 1º settembre 2016 (archiviato dall'url originale il 9 ottobre 2017).
  75. ^ (EN) Album Reviews : Epica – The Holographic Principle, Metal Obsession, 26 agosto 2016. URL consultato il 1º settembre 2016.
  76. ^ a b c d e f g h i j k (NL) Epica - The Holographic Principle, Ultratop. URL consultato il 9 ottobre 2016.
  77. ^ (EN) Epica - Chart history (Billboard Canadian Albums), Billboard. URL consultato il 13 ottobre 2016.
  78. ^ http://www.oricon.co.jp/prof/323493/products/1195611/1/
  79. ^ a b c d e f (EN) The Holographic Principle charts entries, Epica, 13 ottobre 2016. URL consultato il 13 ottobre 2016.
  80. ^ (EN) Official Albums Chart Top 100: 07 October 2016 - 13 October 2016, Official Charts Company. URL consultato il 9 ottobre 2016.
  81. ^ (EN) Official Album Downloads Chart Top 100: 07 October 2016 - 13 October 2016, Official Charts Company. URL consultato il 9 ottobre 2016.
  82. ^ (EN) Official Physical Albums Chart Top 100: 07 October 2016 - 13 October 2016, Official Charts Company. URL consultato il 9 ottobre 2016.
  83. ^ (EN) Official Rock & Metal Albums Chart Top 40: 07 October 2016 - 13 October 2016, Official Charts Company. URL consultato il 9 ottobre 2016.
  84. ^ (EN) Official Scottish Albums Chart Top 100: 07 October 2016 - 13 October 2016, Official Charts Company. URL consultato il 9 ottobre 2016.
  85. ^ (EN) Epica - Chart history (Billboard 200), Billboard. URL consultato l'11 ottobre 2016.
  86. ^ (EN) Epica - Chart history (Hard Rock Albums), Billboard. URL consultato l'11 ottobre 2016.
  87. ^ (EN) Epica - Chart history (Heatseekers Albums), Billboard. URL consultato l'11 ottobre 2016.
  88. ^ (EN) Epica - Chart history (Indipendent Albums), Billboard. URL consultato l'11 ottobre 2016.
  89. ^ (EN) Epica - Chart history (Top Rock Albums), Billboard. URL consultato l'11 ottobre 2016.
  90. ^ (EN) Epica - Chart history (Top Album Sales), Billboard. URL consultato il 13 ottobre 2016.
  91. ^ (EN) Top 40 album-, DVD- és válogatáslemez-lista, Hivatalos magyar slágerlisták. URL consultato il 9 ottobre 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Heavy metal Portale Heavy metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di heavy metal