The Happy Ending (film 1925)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Happy Ending
Titolo originale The Happy Ending
Lingua originale inglese
Paese di produzione Regno Unito
Anno 1925
Durata 8 rulli (2470 metri - 91 min)
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1,33 : 1
Genere drammatico
Regia George A. Cooper
Soggetto dal lavoro teatrale di Ian Hay
Sceneggiatura P.L. Mannock
Casa di produzione Gaumont British Picture Corporation
Interpreti e personaggi

The Happy Ending è un film muto del 1925 diretto da George A. Cooper. È il film d'esordio di Benita Hume.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Mildred Craddock è costretta ad allevare da sola i suoi tre figli dopo che il marito è se n'è andato da casa. Per giustificare la sua sparizione, dice a tutti che è morto. I bambini e i vicini di casa credono che sia un eroe, annegato mentre stava salvando un altro uomo. Quando però il marito, dopo alcuni anni, ritorna, si rivela un tipo poco raccomandabile: tenta di ricattare la moglie e cerca di traviare il figlio più grande, portandolo su una cattiva strada. Alla fine, risolve di andarsene via per sempre. Prima, però, si ferma per salvare un tizio che sta annegando.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Gaumont British Picture Corporation.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla Gaumont British Distributors, il film uscì nelle sale cinematografiche britanniche nel gennaio 1925.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema