The Golden Truth

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
The Golden Truth
Goldust and R-Truth in April 2016.jpg
Goldust (a sinistra) e R-Truth (a destra) nell'aprile 2016
MembriGoldust
R-Truth
AltezzaGoldust (198 cm)
R-Truth (188 cm)
Peso combinato210 kg
Debutto16 maggio 2016
Scioglimento15 maggio 2017
FederazioniWWE
Progetto Wrestling

Golden Truth è stato un tag-team face di wrestling attivo in WWE tra il 2016 e il 2017, formato da Goldust e R-Truth.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I Golden Truth si sono formati a seguito di varie vicissitudini tra Goldust e R-Truth, quando il primo ha cercato disperatamente di convincere il rapper a formare un tag team. Successivamente i due avrebbero dovuto combattere in un torneo per decretare i contendenti nº1 al WWE Tag Team Championship detenuto dal New Day (Big E, Kofi Kingston e Xavier Woods) ma R-Truth è stato sostituito da Fandango senza un motivo apparente; Goldust e Fandango hanno dunque formato un tag team chiamato "GoldDango" e hanno affrontato i Vaudevillains (Aiden English e Simon Gotch) nei quarti di finale del torneo ma sono stati sconfitti ed eliminati. R-Truth, per ripicca, si è alleato con Tyler Breeze e i due hanno formato un tag team chiamato "The Gorgeous Truth". Quando però, nella puntata di SmackDown del 12 maggio, i GoldDango e i Gorgeous Truth si sono affrontati, Goldust e R-Truth hanno rifiutato a vicenda di colpirsi. Questo ha causato il turn heel di Fandango, che ha permesso a Breeze lo schienamento vincente. Da quel momento Goldust e R-Truth si sono alleati, formando i Golden Truth e iniziando una faida con i neonati Breezango (il nuovo tag team di Breeze e Fandango). Il duo formato dal "Bizzare One" e dal rapper debutta ufficialmente nella puntata di Raw del 16 maggio affrontando proprio i Breezango ma sono stati sconfitti a causa di un errore di R-Truth. I Golden Truth vengono nuovamente sconfitti dai Breezango nella puntata di SmackDown del 26 maggio a causa di una scorrettezza di Tyler Breeze. Nella puntata di SmackDown del 1º giugno i Golden Truth perdono ancora, questa volta contro i Dudley Boyz (Bubba Ray e D-Von Dudley), a causa dell'interferenza dei Breezango. Il 19 giugno nel Kickoff di Money in the Bank i Golden Truth ottengono la loro prima vittoria sconfiggendo i Breezango; infatti i Golden Truth (delle ore prima del match) avevano letteralmente chiuso Tyler Breeze e Fandango nel loro lettino solare, facendoli entrare sul ring completamente scottati e guadagnando dunque un vantaggio non indifferente per l'incontro. Nella puntata di Raw del 4 luglio i Golden Truth sconfiggono i Vaudevillains. Nella puntata di Raw dell'11 luglio Goldust e R-Truth hanno partecipato ad una Battle Royal per determinare il contendente nº1 all'Intercontinental Championship, detenuto da The Miz, ma sono stati eliminati. Nella puntata di Main Event del 15 luglio i Golden Truth, assieme a Jack Swagger e Apollo Crews, hanno sconfitto i Vaudevillains e gli Ascension.

Con la Draft Lottery avvenuta nella puntata di SmackDown del 19 luglio, i Golden Truth sono stati trasferiti nel roster di Raw. Nella puntata di Main Event del 22 luglio i Golden Truth e Apollo Crews hanno sconfitto i Dudley Boyz (Bubba Ray Dudley e D-Von Dudley) e Baron Corbin. Nella puntata di Raw del 1º agosto i Golden Truth sono stati sconfitti dagli Shining Stars (Primo e Epico) a causa di una distrazione di R-Truth causata da Pokémon Go. Nella puntata di Raw del 15 agosto i Golden Truth sono stati battuti da Luke Gallows e Karl Anderson. Nella puntata di Superstars del 26 agosto tornano a vincere sconfiggendo Bo Dallas e Curtis Axel. Sempre a Superstars, il 2 settembre, i Golden Truth sono stati sconfitti dagli Shining Stars. Ancora a Superstars, il 23 settembre, i Golden Truth hanno sconfitto Jinder Mahal e Titus O'Neil. Nella puntata di Raw del 3 ottobre i Golden Truth sono stati sconfitti nuovamente da Luke Gallows e Karl Anderson. Nella puntata di Raw del 17 ottobre i Golden Truth e Mark Henry hanno sconfitto gli Shining Stars e Titus O'Neil. Nella puntata di Raw del 24 ottobre, supportati da Mark Henry, i Golden Truth hanno sconfitto ancora gli Shining Stars. Nella puntata di Raw del 31 ottobre i Golden Truth hanno partecipato ad una battle royal per determinare l'ultimo membro del Team Raw per Survivor Series ma sono stati eliminati. Nella puntata di Raw del 7 novembre i Golden Truth sono stati sconfitti dagli Shining Stars, perdendo dunque la possibilità di entrare nel Team Raw formato da Tag Team per Survivor Series. Nella puntata di Raw del 14 novembre gli Shining Stars e i Golden Truth sono stati sconfitti da Enzo Amore, Big Cass, Luke Gallows e Karl Anderson. Nella puntata di Raw del 21 novembre i Golden Truth sono stati sconfitti per la terza volta da Luke Gallows e Karl Anderson. Il 14 dicembre, a Tribute to the Troops, i Golden Truth hanno partecipato ad un Fatal 4-Way Tag Team match che includeva anche Luke Gallows e Karl Anderson, gli Shining Stars e Cesaro e Sheamus per determinare i contendenti n°1 al WWE Raw Tag Team Championship del New Day (Big E, Kofi Kingston e Xavier Woods) ma il match è stato vinto da Cesaro e Sheamus. Nella puntata di Raw del 26 dicembre i Golden Truth sono stati sconfitti da Luke Gallows e Karl Anderson. Goldust e R-Truth sono tornati, dopo un periodo di assenza, nella puntata di Raw del 27 marzo dove hanno confrontato Big Show insieme ad altri atleti venendo però respinti. Il 2 aprile, nel Kick-off di WrestleMania 33, i Golden Truth hanno partecipato all'annuale André the Giant Memorial Battle Royal ma sono stati eliminati. Nella puntata di Raw dell'8 maggio i Golden Truth hanno partecipato ad un Tag Team Turmoil match per determinare i contendenti n°1 al WWE Raw Tag Team Championship degli Hardy Boyz (Jeff Hardy e Matt Hardy) ma sono stati eliminati per ultimi da Cesaro e Sheamus. Proprio a causa di questo, forse, nella puntata di Raw del 15 maggio Goldust ha effettuato un turn heel attaccando R-Truth e sancendo di fatto la fine della loro collaborazione.

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali come tag team[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali dei singoli wrestler[modifica | modifica wikitesto]

Manager[modifica | modifica wikitesto]

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

  • "The Golden Truth" di Jim Johnston eseguita live da Ron Killings con l'intro "Gold-Lust" (WWE; 16 maggio 2016–15 maggio 2017)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) The Golden Truth, su onlineworldofwrestling.com, Online World of Wrestling (OWW). Modifica su Wikidata
Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling