The Girl Is Mine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo singolo dei 99 Souls, vedi The Girl Is Mine (99 Souls).
The Girl Is Mine
ArtistaMichael Jackson
FeaturingPaul McCartney
Tipo albumSingolo
Pubblicazione10 novembre 1982
Durata3:42
Album di provenienzaThriller
GenereSoft rock[1]
EtichettaEpic Records
ProduttoreMichael Jackson, Quincy Jones
Registrazione14-16 aprile 1982
Formati7"
Certificazioni
Dischi d'oroNuova Zelanda Nuova Zelanda
(vendite: 10 000+)
Regno Unito Regno Unito
(vendite: 100 000+)
Dischi di platinoStati Uniti Stati Uniti
(vendite: 1 300 000+)
Michael Jackson - cronologia
Singolo precedente
(1982)
Singolo successivo
(1983)
Paul McCartney - cronologia
Singolo precedente
Michael Jackson
(1982)
Singolo successivo
(1983)

The Girl Is Mine è una canzone scritta e composta da Michael Jackson, cantata in duetto con Paul McCartney e prodotta da Quincy Jones (con la co-produzione di Jackson) pubblicata il 18 ottobre 1982 come primo singolo estratto dal sesto album solista di Jackson, Thriller.

Il singolo ebbe un grande successo nelle classifiche musicali raggiungendo la posizione numero due della Billboard Hot 100, la numero uno delle classifiche Hot R&B/Hip Hop Songs e Hot Adult Contemporary e la posizione numero otto in Gran Bretagna.[2] Entro il 1985 aveva venduto 1,3 milioni di copie solo negli Stati Uniti ed è stata certificata disco di platino dalla Recording Industry Association of America.[3][4]

Composizione[modifica | modifica wikitesto]

La canzone è stata registrata ai Westlake Studios di Los Angeles, dal 14 al 16 aprile del 1982. L'anno prima, Jackson e McCartney registrarono invece le canzoni Say Say Say e The Man per il quinto album da solista di quest'ultimo, Pipes of Peace.[3]

La scrittura della canzone è stata completata da Jackson mentre, per ispirarsi, guardava i cartoni animati con McCartney. L'idea di creare una canzone che avesse come tema centrale due uomini in lotta per una ragazza, fu del produttore Quincy Jones insieme a Jackson. Jackson si svegliò nel bel mezzo della notte per incidere una demo del brano. In seguito ha dichiarato: «ho cantato esattamente quello che avevo in testa iniziando con la melodia, la tastiera e tutto. Così ho registrato tutto su un nastro». Jackson ha inoltre dichiarato che la registrazione della canzone è stato uno dei suoi momenti più divertenti in studio, definendola anche la sua canzone preferita da registrare perché «lavorare con Paul è molto emozionante e ci siamo letteralmente divertiti».[5]

The Girl Is Mine è stato oggetto di due cause legali di plagio. In entrambe le istanze Jackson ha richiesto di testimoniare in tribunale, e ogni causa si è conclusa in favore del cantante e della sua etichetta discografica.[6]

Michael Jackson alla Casa Bianca nel 1984, due anni dopo l'uscita della canzone.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Dal suo lancio, The Girl Is Mine ricevette recensioni contrastanti da giornalisti e critici musicali. Il giornalista Robert Christgau ha descritto l'accompagnamento di McCartney e Jackson come "la peggior idea musicale di Jackson dalla pubblicazione dell'album Ben (1972).[7] Rolling Stone ha dichiarato che la canzone era una "ballata stile MOR" e che McCartney era stato "addomesticato".[8] Stephen Erlewine di AllMusic ha notato che la canzone era piena di "sdolcinatezze".[9] Salon.com ha poi descritto The Girl Is Mine e altri duetti di McCartney degli anni '80 come "duetti sdolcinati".[10] La canzone ha ottenuto una recensione favorevole dal biografo di Jackson, J. Randy Taraborrelli che ha dichiarato che la canzone era si "carina" ma che mancava di sostanza.[5] In Italia la rivista Panorama ha definito la canzone "piaciona e non originalissima" e "perfetta per far breccia presso il pubblico bianco" ma ha aggiunto che "le interpretazioni vocali di Jackson e di Paul McCartney, e i loro buffi scambi verbali su una ragazza contesa, sono da antologia".[11] Il critico musicale Joseph Vogel ha lodato l'importanza storica della canzone e di come abbia aiutato a infrangere le barriere raziali delle classifiche e delle radio dell'epoca dato che "si trattava del primo duetto nella storia della musica in cui un uomo di colore e un uomo bianco si contendevano la stessa ragazza".[12]

Successo commerciale[modifica | modifica wikitesto]

Paul McCartney al Live 8 nel 2005.

Nonostante la registrazione un anno prima del brano Say Say Say, The Girl Is Mine è stata la prima canzone del duo a ottenere una pubblicazione ufficiale: è stata pubblicata il 18 ottobre 1982 come primo singolo estratto dal sesto album in studio di Jackson,Thriller; la foto della copertina del singolo è stata scattata dall'allora moglie di McCartney, Linda. Alcuni critici e ascoltatori inizialmente non rimasero però molto colpiti dalla pubblicazione della canzone e pensavano che Jackson e il produttore, Quincy Jones, avessero creato una canzone per il pubblico pop bianco e pensarono che anche l'album Thriller sarebbe stata una delusione (ciò non successe neanche lontanamente).[5] Nonostante le prime preoccupazioni di alcuni ascoltatori, Il singolo raggiunse invece un buon successo nella maggior parte delle classifiche internazionali: si aggiudicò la prima posizione nella classifica dei migliori brani R&B di Billboard e la numero due nella prestigiosa Billboard Hot 100; raggiunse inoltre l'ottava posizione nel Regno Unito e il quarto posto delle venti migliori canzoni in Nuova Zelanda; in entrambi i paesi la canzone venne certificata disco d'oro. Successivamente venne certificata platino dalla RIAA per aver venduto oltre un milione di copie negli Stati Uniti.[4]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Versione 7"
  1. The Girl Is Mine - 3:41
  2. Can't Get Outta the Rain - 4:05

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1983) Posizione
massima
Paesi Bassi[13] 16
Norvegia[14] 2
Regno Unito[15] 8
Stati Uniti[15] 2
Stati Uniti (R&B)[15] 1
Stati Uniti (Adult)[15] 1

Crediti[modifica | modifica wikitesto]

  • Written and composed by Michael Jackson
  • Produced by Quincy Jones
  • Rhodes: Greg Phillinganes
  • Piano: David Paich
  • Synthesizer: David Foster
  • Synthesizer programming: Steve Porcaro
  • Guitar: David Parks and Steve Lukather
  • Bass: Louis Johnson
  • Drums: Jeff Porcaro
  • Vocal: Paul McCartney and Michael Jackson
  • Vocal arrangement by Michael Jackson and Quincy Jones
  • Rhythm arrangement by Quincy Jones and David Paich
  • Synthesizer arrangement by David Foster
  • Strings arranged and conducted by Jerry Hey
  • Concertmaster: Jerry Vinci

The Girl Is Mine 2008[modifica | modifica wikitesto]

The Girl Is Mine 2008
ArtistaMichael Jackson
Featuringwill.i.am
Tipo albumSingolo
Pubblicazione14 gennaio 2008
Durata3:11
Album di provenienzaThriller 25
GenereDance pop
EtichettaEpic Records
Produttorewill.i.am
Registrazione2007
FormatiCD, 7", 12", download digitale
Michael Jackson - cronologia
Singolo precedente
(2004)
will.i.am - cronologia
Singolo precedente
(2007)
Singolo successivo
(2008)
Will.i.am nel 2012.

Nel 2008, il cantante dei The Black Eyed Peas will.i.am ha remixato The Girl Is Mine per l'album che celebrava il 25º anniversario di Thriller, intitolato Thriller 25. Il cantante ha anche cantato un rap all'interno della nuova versione del brano. Il singolo è uscito solo in alcuni mercati.

Formati[modifica | modifica wikitesto]

  • CD singolo

5"[modifica | modifica wikitesto]

  1. The Girl Is Mine 2008 – will.i.am Album version 3:10
  2. The Girl Is Mine 2008 – will.i.am Club Remix 3:25
  3. The Girl Is Mine - Original demo 3:13

Crediti[modifica | modifica wikitesto]

  • Voce principale di Michael Jackson
  • Rap di William "will.i.am" Adams
  • Remix composto da William "will.i.am" Adams, Keith Harris
  • William "will.i.am" Adams: produzione, missaggio
  • William "will.i.am" Adams: batteria e tastiere
  • Keith Harris: sintetizzatori
  • Remix registrato nel novembre 2007

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2008) Posizione

massima

Australia[16] 51
Danimarca[17] 31
Norvegia[18] 12
Francia[19] 22
Svezia[20] 41
Svizzera[21] 47
Regno Unito[22] 32

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ https://www.billboard.com/articles/list/473075/the-40-biggest-duets-of-all-time
  2. ^ (EN) Michael Jackson | full Official Chart History | Official Charts Company, su www.officialcharts.com.
  3. ^ a b Daniel Durchholz, Michael Jackson's 'Thriller' At 30: Classic Track-By-Track Review, in Billboard, 30 novembre 2012.
  4. ^ a b (EN) Michael Jackson's 'Thriller' First Ever 30X Multi-Platinum RIAA Certification - RIAA, in RIAA, 16 dicembre 2015.
  5. ^ a b c J. Randy Taraborrelli, Michael Jackson: The Magic and the Madness, p. 223, ISBN 978-0-330-42005-1.
  6. ^ (EN) Michael Jackson didn't steal song, court rules, Johnson Publishing Company, 31 dicembre 1984.
  7. ^ Robert Christgau: Consumer Guide Dec. 28, 1982, su www.robertchristgau.com.
  8. ^ (EN) Christopher Connelly, Thriller, in Rolling Stone, 28 gennaio 2983.
  9. ^ Thriller - Michael Jackson | Songs, Reviews, Credits | AllMusic, su AllMusic.
  10. ^ The ballad of Paul and Yoko - Page 2 - Salon.com, su dir.salon.com:80, 19 giugno 2009 (archiviato dall'url originale il 19 giugno 2009).
  11. ^ Gabriele Antonucci, Michael Jackson: "Thriller", l'album dei record, compie 35 anni - Panorama, in Panorama, 30 novembre 2017.
  12. ^ Joseph Vogel, Man in the Music: The Creative Life and Work of Michael Jackson, 13 ottobre 2011, pp. 80-91, ISBN 978-1-4027-7938-1.
  13. ^ Dutch Singles Chart Archives, dutchcharts.nl. URL consultato il 9 marzo 2009.
  14. ^ Norwegian Singles Chart Archives, norwegiancharts.com. URL consultato il 9 marzo 2009.
  15. ^ a b c d Halstead, p. 119
  16. ^ Austrian Singles Chart Archives, in Austriancharts.at, Hung Medien. URL consultato il 9 marzo 2009.
  17. ^ Danish Singles Chart Archives, in Danishcharts.com, Hung Medien. URL consultato il 9 marzo 2009.
  18. ^ Dutch Singles Chart Archives, in Dutchcharts.nl, Hung Medien. URL consultato il 9 marzo 2009.
  19. ^ French Singles Chart Archives, in Lescharts.com, Hung Medien. URL consultato il 9 marzo 2009.
  20. ^ Swedish Singles Chart Archives, in Swedishcharts.com, Hung Medien. URL consultato il 9 marzo 2009.
  21. ^ Swiss Singles Chart Archives, in Hitparade.ch, Hung Medien. URL consultato il 9 marzo 2009.
  22. ^ UK Singles Chart, in Chartstats.com, The Official Charts Company. URL consultato il 4 aprile 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica