The Gift (film 2000)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da The Gift - Il dono)
The Gift
The Gift.jpg
Cate Blanchett in una scena del film.
Titolo originale The Gift
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2000
Durata 111 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere thriller
Regia Sam Raimi
Soggetto Tom Epperson
Sceneggiatura Tom Epperson, Billy Bob Thornton
Fotografia Jamie Anderson
Montaggio Bob Murawski, Arthur Coburn
Musiche Christopher Young
Scenografia Neil Spisak
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

The Gift è un film del 2000 diretto da Sam Raimi, con Cate Blanchett, Keanu Reeves, Katie Holmes, Giovanni Ribisi e Hilary Swank.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Annie Wilson è una giovane madre rimasta vedova in seguito a un'esplosione nella centrale telefonica che le ha portato via il marito. È rimasta sola con tre figli piccoli, Mike, Miller e il piccolo Ben e per guadagnarsi da vivere legge le carte ai cittadini di Brixton in cambio di piccole donazioni in denaro o regali. Annie ha il dono di vedere nel futuro e riuscire così a prevedere avvenimenti non ancora accaduti, ma il più delle volte queste visioni sono tremendamente realistiche e violente.

Nonostante sia considerata una benefattrice da molte delle persone che si rivolgono a lei, il suo modo di "tirare avanti" è contestato dagli immancabili scettici che non credono nell'esistenza di tali capacità sensoriali; questo le causerà non pochi problemi, specie col violento marito di una delle sue clienti, Donnie Barksdale, il quale la accusa di riempire di sciocchezze la testa di sua moglie e di averle suggerito di lasciarlo. Donnie minaccia inoltre i figli di Annie con spaventose intimazioni, ma il più delle volte a correre in soccorso di Annie e dei bambini arriva Buddy Cole, un ragazzo che fa il meccanico e consulta Annie poiché ha molti problemi legati al passato. Buddy è infatti affezionato a lei e ai piccoli e fa di tutto per difenderli.

Un giorno, giunge la notizia della scomparsa di una bella e disinibita ragazza di buona famiglia, Jessica King, la quale sta per sposarsi con Wayne Collins, preside della scuola elementare frequentata dai figli di Annie. Dal momento che Wayne nutre stima per Annie le chiede, assieme al padre di Jessica, di occuparsi del caso e dare una mano con le sue capacità poiché le indagini sono giunte a un punto morto. Annie avrà delle spaventose visioni e dopo aver consultato le carte e aver visto un cancello, uno stagno e dei fiori bianchi, consiglierà di effettuare le ricerche proprio nella proprietà che più assomiglia a ciò che le si è rivelato; sfortunatamente si tratta della proprietà di Barksdale. L'uomo minaccia di farla bruciare insultandola pesantemente quando si accorge che tutto il corpo di polizia investigativa della città si trova in casa sua con un mandato per sopralluogo, e subito pensa che Annie lo abbia voluto incastrare per punirlo delle minacce subite. Le indagini proseguono e la ragazza viene effettivamente ritrovata nello stagno, avvolta in una catena e seminuda. Durante il processo in tribunale, viene assodato che Barksdale e la King erano stati amanti, e Donnie viene condannato. Fuori dal tribunale, Annie trova Buddy ad aspettarla, finalmente deciso di rivelare alla donna gli avvenimenti del passato che lo avevano profondamente segnato, Nonostante il suo sforzo, viene freddamente zittito dalla donna, troppo stanca e rattristata per via dei pesanti insulti a lei recati durante il processo.

Poco dopo si viene a sapere che Buddy, non avendo nessuno con cui parlare e non riuscendo più a trattenere i suoi demoni segregati dentro di sè ha rapito il padre, causa di tutti i suoi problemi, ed è convinto di ucciderlo così che potesse finalmente essere punito per lo stupro che segnò il figlio. Viene chiamata in tempo la polizia, e il giovane non arriva a commette l'omicidio. Non appena Annie viene a sapere dei fatti, inizia a sentirsi molto in colpa di non aver ascoltato il ragazzo.

Nel frattempo, Annie grazie a nuove visioni, si convince che l'assassino non sia Donnie, e che quindi sia stato incastrato l'uomo sbagliato. La donna prega che il caso venga riaperto, ma viene schernita giacché non si può riaprire un caso chiuso sulla base di premonizioni.

Lei riesce tuttavia a proseguire nelle indagini da sola grazie all'aiuto del suo dono e scopre che l'assassino è Wayne, futuro marito di Jessica. La stessa notte in cui Donnie e Jessica si erano visti per uno dei loro incontri intimi, il fidanzato l'aveva scoperta e strangolata per poi gettarla nello stagno. A conoscenza di questi fatti Annie sa che Wayne avrebbe tentato di ucciderla. Prevedibilmente l'uomo, con lei nel momento della rivelazione, tenta di strangolarla, ma viene fermato da Buddy, il quale gli da una sassata in testa. Una volta dalla polizia la donna rivela come sia riuscita a salvarsi grazie al giovane amico, il quale non sembrava portargli rancore. Il poliziotto che si occupava del caso la contraddice però affermando il precedente suicidio del ragazzo, in una cella. Certa di quello che ha visto, Annie ricorderà per sempre il giovane problematico come suo Salvatore, il caso viene così chiuso e la donna può finalmente vivere in pace con i suoi tre bambini.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema