The Equalizer - Il vendicatore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
The Equalizer - Il vendicatore
The Equalizer film2014.jpg
Denzel Washington in una scena del film
Titolo originaleThe Equalizer
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2014
Durata131 min
Rapporto2,35 : 1
Genereazione, thriller
RegiaAntoine Fuqua
SceneggiaturaRichard Wenk
ProduttoreDenzel Washington, Richard Wenk, Todd Black, Jason Blumenthal, Tony Eldridge, Mace Neufeld, Alex Siskin, Michael Sloan, Steve Tisch
Produttore esecutivoDavid J. Bloomfield, Ezra Swerdlow
Casa di produzioneColumbia Pictures, Escape Artists, Lionsgate, Lonetree Entertainment, Mace Neufeld Productions, Village Roadshow Pictures
Distribuzione (Italia)Columbia Pictures
FotografiaMauro Fiore
MontaggioJohn Refoua
Effetti specialiHerve Desroches, Bob Trevino
MusicheHarry Gregson-Williams
ScenografiaNaomi Shohan
CostumiDavid C. Robinson
TruccoRob Fitz
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

The Equalizer - Il vendicatore (The Equalizer) è un film del 2014 diretto da Antoine Fuqua, con protagonista Denzel Washington.

La pellicola è l'adattamento cinematografico della celebre serie televisiva degli anni ottanta Un giustiziere a New York.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Robert McCall è un ex-agente della CIA, ora in pensione, che, dopo aver finto la sua morte, decide di trascorrere una vita tranquilla a Boston. Quando però decide di aiutare una prostituta, Alina "Teri", entra nel mirino della mafia russa, e in particolare di Teddy, che tenta di eliminarlo attraverso agenti corrotti della polizia di Boston. Robert McCall è quindi costretto a tornare in azione.

Incontra Slavi, il protettore di Teri e colui che l'ha fatta finire in ospedale picchiandola, e i suoi uomini e offre loro una grossa somma da parte di Robert per liberare Teri dal giro della prostituzione. Slavi rifiuta e lo caccia, ma Robert si volta e li uccide tutti e cinque in pochi secondi. Teddy viene allora chiamato e, dopo aver studiato i possibili responsabili, incontra McCall. Intuisce subito che quest'ultimo nasconda qualcosa e ordina di indagare, ma nessuno riesce a trovare informazioni che indichino che abbia avuto addestramenti speciali. Teddy capisce che si tratta di informazioni false e intende catturare Robert (in un posto senza telecamere o testimoni) per scoprire chi sia davvero e per chi lavori, pensando di poterlo costringere a venire dalla sua parte. Robert uccide un altro scagnozzo e, invece, riesce a fotografare lo stesso Teddy col cellulare. Da lì parte un inseguimento in cui McCall è costretto a scappare da Teddy e tre poliziotti corrotti, ovvero Frank Masters e gli agenti corrotti Pederson e Remar.

Robert, inoltre, minaccia due dei poliziotti corrotti che lavorano per i russi, i quali andavano a chiedere tangenti alla povera gente minacciando loro di bruciare le loro case e i loro piccoli negozi. Avendo in mano un video che dimostra la loro corruzione, Robert li costringe a restituire il denaro dopo averli intimiditi fisicamente.

Dopo aver fotografato Teddy ed essere fuggito da lui, Robert si rifugia da Susan e Brian Plummer (suoi compagni ai tempi della CIA); nonostante Susan non abbia più molta influenza nella CIA, decide di aiutare Robert mostrando le foto di Teddy ai suoi ex-colleghi e scopre che lavora per un certo Vladimir Pushkin, un boss della mafia russa estremamente ricco e potente che gestisce tutti i più loschi traffici per i clienti più ricchi e influenti, tra cui le prostitute come Teri, in realtà ragazze scomparse perché rapite dai suoi uomini e obbligate a fare quell'attività, oltre ad avere a libro paga dei poliziotti di Boston, tra cui Masters, Pederson e O'Dea. Quest'ultimi vengono uccisi dalla mafia russa per non essere riusciti a prendere McCall.

L'ultimo detective corrotto rimasto, Masters, è nascosto in casa sua, temendo di essere il prossimo che i russi uccideranno. Robert arriva prima e lo costringe, minacciando di ucciderlo, a portarlo nel deposito principale della città dove Pushkin tiene un'enorme quantità di denaro. Robert e Masters arrivano in una fabbrica per la macellazione della carne che funge da copertura, dietro cui si cela in realtà il deposito dei soldi. Robert, minacciando il capo della banda (Andri) di guardia ai soldi, lo costringe a ordinare ai suoi uomini di arrendersi. Dopo aver ammanettato Masters, riesce a convincerlo ad aiutarlo, facendosi consegnare le informazioni che aveva raccolto come via di fuga nel caso in cui tutto fosse andato storto, nascoste in una cassetta di sicurezza. Masters viene poi arrestato mentre la polizia e l'FBI trovano tutti i membri della banda legati e centinaia di pallet con dozzine di milioni di dollari in contanti.

Teddy incontra nuovamente Robert e quest'ultimo gli dà il numero di un cellulare prepagato, offrendogli la possibilità di arrendersi chiamando Pushkin per convincerlo a fargli cessare le attività, altrimenti continuerà ad uccidere i suoi uomini, lui incluso. Subito dopo, Robert usa le prove raccolte da Masters per scoprire tutti i loschi traffici di Pushkin e le invia ad un agente dell'FBI, dopodiché fa saltare in aria le petroliere appartenenti allo stesso boss mafioso. Tutto ciò fa perdere all'uomo un'enorme quantità di milioni di dollari e il rispetto dei suoi amici potenti, i quali non gli rivolgono più la parola.

Teddy scopre che Robert è legato ai dipendenti del suo posto di lavoro, un grande magazzino di articoli da ferramenta, e decide di prenderli in ostaggio per costringere Robert a uscire allo scoperto. La squadra di Teddy attende al varco Robert, il quale, però, riesce ad entrare nel posto senza farsi notare e a liberare gli ostaggi, dando a Ralphie, il giovane amico che, grazie al suo sostegno, era appena diventato sorvegliante, il compito di portare al sicuro tutti facendoli uscire dal retro. Robert affronta gli uomini di Teddy uno alla volta usando gli attrezzi e gli strumenti da lavoro presenti sugli scaffali. Riesce ad ucciderli quasi tutti, ma uno di loro lo mette in difficoltà, nonostante riesca poi ad ucciderlo. Ralphie, tornato indietro per aiutarlo, segue le istruzioni di Robert e riesce a fare in modo che l'ultimo scagnozzo di Teddy perisca in un'esplosione. Il ragazzo, ferito a una gamba e inseguito da Teddy e senza vie di uscita, si appresta ad affrontare il russo, quando Robert giunge in suo aiuto colpendo ripetutamente Teddy con una sparachiodi, uccidendolo.

Alcuni giorni dopo, in Russia, Pushkin trova seduto nel suo bagno, fuori dalla doccia, proprio Robert, arrivato fino a Mosca per ucciderlo. L'ex agente della CIA, dopo aver tolto di mezzo il boss e tutti i suoi uomini all'interno dell'abitazione prima di lui, torna negli Stati Uniti. Uscita dall'ospedale, Alina lo incontra per strada e gli rivela che ha trovato un lavoro onesto e che si sta costruendo finalmente una vita vera. La ragazza ringrazia Robert per tutto ciò che ha fatto per lei e i due si separano. Robert, avendo capito di poter ancora aiutare le persone, su Internet, nell'anonimato, si presenta come una persona desiderosa di aiutare coloro che sono in difficoltà, ricevendo una richiesta d'aiuto. Per lui non è ancora giunto il momento di ritirarsi.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film iniziano il 13 giugno 2013 e si svolgono nello stato del Massachusetts, tra le città di Haverhill, Chelsea, South Hamilton, Ipswich, Boston e Salisbury.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

  • Denzel Washington interpreta Robert McCall. Inizialmente fu scelto l'attore Russell Crowe per il ruolo, che però dovette lasciare il progetto. Nella serie televisiva il protagonista era interpretato da Edward Woodward.
  • L'attrice Melissa Leo ha preso parte al terzo episodio della prima stagione della serie TV.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer del film viene diffuso il 24 maggio 2014.[2]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato presentato al Toronto International Film Festival il 12 settembre 2014.[3]

La pellicola è stata distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 26 settembre 2014, mentre in quelle italiane dal 9 ottobre.[4]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: The Equalizer 2 - Senza perdono.

Nell'aprile 2015 la Sony annuncia il sequel del film, che sarà nuovamente interpretato da Denzel Washington e diretto da Antoine Fuqua.[6] Il film, la cui distribuzione era stata inizialmente fissata dalla Sony per il 29 settembre 2017,[7] uscirà nelle sale statunitensi a partire dal 10 agosto 2018.[8]

Il 18 aprile 2018 viene diffuso il primo poster del sequel.[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Info, bestmovie.it. URL consultato il 24 maggio 2014.
  2. ^ Primo trailer, badtaste.it. URL consultato il 24 maggio 2014.
  3. ^ The Equalizer keeps Denzel on the clock and on the money: review | Toronto Star, su thestar.com. URL consultato il 4 giugno 2017.
  4. ^ Denzel Washington nel poster italiano di The Equalizer – Il Vendicatore, badtaste.it. URL consultato il 29 luglio 2014.
  5. ^ (EN) 2015 Saturn Awards: Captain America: Winter Soldier, Walking Dead lead nominees, su ew.com. URL consultato il 24 agosto 2015.
  6. ^ La Sony annuncia il sequel di The Equalizer, in ComingSoon.it. URL consultato il 27 settembre 2017.
  7. ^ Denzel Washington tornerà con the Equalizer 2 nel 2017, in ComingSoon.it. URL consultato il 27 settembre 2017.
  8. ^ The Equalizer 2: anticipata l'uscita del sequel all'estate 2018, in Everyeye Cinema. URL consultato il 27 settembre 2017.
  9. ^ (EN) Kylie Hemmert, Denzel Washington Returns as Robert McCall in The Equalizer 2 Poster, comingsoon.net, 18 aprile 2018. URL consultato il 18 aprile 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema