The Blue Hour (film 2015)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
The Blue Hour
The Blue Hour.png
Una scena del film
Titolo originaleอนธการ
Onthakan
Lingua originalethailandese
Paese di produzioneThailandia
Anno2015
Durata97 min
Genereorrore, sentimentale, drammatico, thriller
RegiaAnucha Boonyawatana
SceneggiaturaAnucha Boonyawatana, Waasuthep Ketpetch
ProduttoreAnucha Boonyawatana, Areeya Cheeweewat, Donsaron Kovitvanitcha, Kaneenut Ruengrujira, Puchong Tuntisungwaragul, Vijjapat Kojiw
Casa di produzioneReel Suspects, G Village, 185º Equator
MontaggioChonlasit Upanigkit, Anuphap Autta
MusicheChapavich Temnitikul
Interpreti e personaggi

The Blue Hour (อนธการ, Onthakan) è un film thailandese del 2015 diretto da Anucha Boonyawatana, al suo esordio da regista, con protagonisti Atthaphan Phunsawat e Oabnithi Wiwattanawarang. Si tratta di una versione estesa dell'episodio finale della serie televisiva "Phuean hian.. rongrian lon" (ThirTEEN Terrors), andato in onda il 31 gennaio 2015, pochi giorni prima dell'uscita vera e propria del film, il 9 febbraio.

Il titolo del film fa riferimento all'ora blu; molto ricorrente nella pellicola in relazione all'inscurirsi della trama, è il momento della giornata in cui il sole, appena sotto l'orizzonte, rende il cielo di un particolare colore blu scuro.

È stato proiettato al Festival di Berlino 2015 nella sezione Panorama.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tam è un ragazzo gay che viene spesso bullizzato a scuola e picchiato in casa per il suo orientamento sessuale; comincia una relazione con Phum, conosciuto su internet, anche lui in conflitto con la famiglia. Più il loro rapporto cresce, più le loro vite si tengono di nero.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Film File - Panorama - Onthakan - The Blue Hour, Berlinale. URL consultato il 27 aprile 2018.
  2. ^ (EN) 'The Blue Hour' ('Onthakan'): Berlin Review, hollywoodreporter.com.com, 16 febbraio 2015. URL consultato il 27 aprile 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]