The Big Kahuna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Big Kahuna.
The Big Kahuna
Big kahuna.jpg
Kevin Spacey
Titolo originaleThe Big Kahuna
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1999
Durata90 min
Generedrammatico
RegiaJohn Swanbeck
SoggettoRoger Rueff
SceneggiaturaRoger Rueff
FotografiaAnastas N. Michos
MontaggioPeggy Davis
MusicheChristopher Young
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

The Big Kahuna è un film del 1999 diretto da John Swanbeck e tratto dalla commedia teatrale Hospitality Suite di Roger Rueff, che ne ha curato anche la sceneggiatura.[1] La pellicola vede protagonisti Kevin Spacey, Danny DeVito e Peter Facinelli.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel Midwest, in una suite di un hotel a Wichita, in Kansas, tre venditori di lubrificanti industriali sono in attesa di incontrare alcuni clienti, tra i quali è stato invitato Dick Fuler, amministratore delegato di una grande azienda, un cliente molto importante per poter concludere un affare che possa risollevare le sorti della società per cui lavorano. I tre sono molto diversi tra loro: Larry è un cinico, dedito all'alcool e alle donne, mentre Phil, accanito fumatore, dopo il divorzio dalla moglie ha perso ogni entusiasmo, anche nel lavoro. I due sono i "vecchi" smaliziati del mestiere, mentre Bob è alle prime armi. I tre attendono parlando tra loro della vita, del lavoro, delle donne e di loro stessi, trasformando la stanza d'albergo in una sorta di palcoscenico teatrale.

I soci più anziani sono alla caccia del grande Kahuna, "il grosso pesce che deve abboccare, l'uomo che rappresenterebbe lui da solo il potenziale più grosso cliente che la loro azienda abbia mai visto e che probabilmente vedrà mai." Al termine della convention i tre credono che Dick Fuler, il compratore decisivo per le loro sorti, non si sia presentato quando, casualmente, si scopre che in effetti era presente anonimamente e aveva parlato con Bob, un ardente credente della fede cristiana, soprattutto di cani. Bob ha inoltre ricevuto dall'uomo un invito a una festa privata, alla quale i due venditori anziani spingono Bob a partecipare in modo da mettere il cliente in contatto con loro.

Quando il giovane Bob torna in albergo si scopre che ha continuato a parlare di religione con il cliente senza accennare agli affari e questo perché per Bob la sua fede sovrasta ogni interesse materiale. Larry, esasperato dopo un'accesa discussione, viene alle mani con Bob e se ne va nella sua camera. Rimangono Bob e Phil, il quale fa capire al giovane come il suo comportamento in nome dei suoi principi religiosi sia stato disonesto nei loro confronti e come abbia tradito la loro fiducia e amicizia. In fondo la sua ansia di proselitismo non è stato che un altro tipo di vendita; per un vero contatto umano ci vogliono soprattutto l'onestà e un genuino interesse per gli altri. La mattina seguente, mentre sta regolando i conti con l'albergo, Larry vede Bob nella hall parlare di nuovo con Fuler. I due venditori si scambiano un sorriso complice.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) AllMovie - The Big Kahuna, su allmovie.com. URL consultato il 19 agosto 2018.
  2. ^ Nei titoli di coda una voce rivolge dei consigli con cui si avvertono i giovani di non sprecare la loro età felice che presto finirà (in Explicit, it.wikiquote.org. URL consultato il 13 febbraio 2019.) L'autrice del brano, qui nella versione di Baz Luhrmann, è Mary Schmich, giornalista del Chicago Tribune, che il 1º giugno 1997 pubblicò questo articolo Advice, like youth, probably just wasted on the young, comunemente noto come Wear Sunscreen.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema