The Astronaut's Wife - La moglie dell'astronauta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Astronaut's Wife - La moglie dell'astronauta
La moglie dell'astronauta.png
Charlize Theron e Johnny Depp in una scena del film
Titolo originaleThe Astronaut's Wife
Paese di produzioneStati Uniti
Anno1999
Durata109 min
Generethriller, fantascienza
RegiaRand Ravich
SceneggiaturaRand Ravich
FotografiaAllen Daviau
MontaggioTimothy Alverson, Steve Mirkovich
MusicheGeorge S. Clinton
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

The Astronaut's Wife - La moglie dell'astronauta (The Astronaut's Wife) è un film del 1999 diretto da Rand Ravich con Johnny Depp e Charlize Theron.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Spencer Armacost è un famoso astronauta, sposato con la bellissima e sensuale Jillian. Durante una missione nello spazio per riparare un satellite artificiale, Spencer e il suo collega Alex Streck hanno un "incidente" che fa temere il peggio. Per fortuna, nulla di preoccupante: ufficialmente, una tempesta magnetica ha investito il tratto di spazio dove si trovavano e i due minuti mancanti nella registrazione sonora della missione, sarebbero dovuti proprio a tali interferenze.

I due astronauti tornano così a casa, ma non proprio "sani e salvi". Se infatti Spencer non ha problemi, al contrario Alex ha fin dall'inizio gravi disturbi psicofisici: rischia di morire su un tavolo operatorio, è colto spesso da convulsioni ed è più violento con tutti: con la moglie Natalie in primis. Infine, un attacco più violento del solito (diagnosticato poi come ictus) gli è fatale. Poco dopo, anche Natalie si suicida, ufficialmente per il dolore, con una radio sotto la doccia, dopo aver farfugliato strane parole all'orecchio di Jillian.

Pochi giorni dopo, durante un party per festeggiare l'ingresso di Spencer alla McLaren (ha apposta lasciato l'aeronautica, ed ha appena progettato un nuovo tipo di aereo stratosferico comandabile da due piloti), Jillian viene da lui messa incinta di due gemelli. Nei primi tempi va tutto bene, ma un giorno le si presenta il dottor Sherman Reese, tecnico della NASA che, avendo manifestato forti perplessità a proposito dell'"incidente" accaduto agli astronauti, era stato messo alla porta.

Con toni agitati e all'apparenza fuori di testa, Reese consegna a Jillian un nastro con la registrazione di quei due minuti di vuoto nello spazio, causati non da una tempesta magnetica, ma da un attacco di due alieni, che si sono impossessati dei corpi di Spencer ed Alex; inoltre, Natalie s'era suicidata non per il dolore, ma perché s'era scoperta anche lei incinta di due gemelli. Jillian è sconvolta; spera, in cuor suo, che quelli di Reese siano solo vaneggiamenti, ma non sarà così: Spencer comincia a comportarsi in modo strano, sembra quasi apparire dal nulla e prevenire le sue mosse.

Per di più comincia a fare strani sogni in cui "rivive" l'attacco alieno e comprende il grave pericolo che incombe su di lei e sull'umanità. Dopo aver tentato inutilmente di abortire (Spencer s'accorge di tutto e la malmena), e dopo che sua sorella Nan e lo stesso Reese vengono uccisi da Spencer, a Jillian non resta che tentare il suicidio, alla stessa modalità di Natalie: con una radio, ed inondando tutta la casa.

Spencer, rivelandole la sua nuova identità aliena, cerca di bloccarla, ma è inutile: la moglie attacca la spina e, folgorato dalla scossa elettrica, Spencer morirà, e l'alieno presente in lui si trasferirà nel corpo della stessa Jillian. La ritroviamo qualche anno dopo in una cittadina di provincia vicino ad una base aerea, con una nuova identità, risposata con un aviatore, e madre di due biondissimi gemelli, che ascoltano al walkman una particolare "musica" (in realtà il suono prodotto dagli alieni che era impresso nei nastri ascoltati da Jillian).

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Del finale sono state girate due versioni alternative. Nel finale alternativo, Spencer muore con la scossa elettrica. Jillian apre le finestre e abbandona la casa lasciando congelare l'appartamento con ancora all'interno il cadavere di Spencer. La ritroviamo quindi, in una casa fuori città in riva al mare, mentre, ancora incinta, esegue gli "ordini" che i due gemelli le impartiscono. Uno di questi è accendere una radio che emetterà segni di comunicazione verso lo spazio.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il film è costato circa 75 milioni di dollari ma ne ha incassati solo 19.598.588.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La moglie dell'astronauta (1999) - Curiosità e citazioni, Silenzio in Sala. URL consultato il 25 maggio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]