That's the Spirit

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
That's the Spirit
ArtistaBring Me the Horizon
Tipo albumStudio
Pubblicazione11 settembre 2015
Durata44:59
Dischi1
Tracce11
GenereAlternative metal[1][2]
Rock alternativo[1][3]
Rock elettronico[4][5]
EtichettaSony Music
RCA Records
Columbia Records
ProduttoreJordan Fish, Oliver Sykes
RegistrazioneBlack Rock Studios, Santorini, Grecia, 2015
FormatiCD, LP, download digitale
Certificazioni
Dischi d'oroAustralia Australia[6]
(vendite: 35 000+)
Regno Unito Regno Unito[7]
(vendite: 100 000+)
Bring Me the Horizon - cronologia
Album precedente
(2015)
Singoli
  1. Happy Song
    Pubblicato: 13 luglio 2015
  2. Throne
    Pubblicato: 23 luglio 2015
  3. True Friends
    Pubblicato: 25 agosto 2015
  4. Follow You
    Pubblicato: 26 febbraio 2016
  5. Avalanche
    Pubblicato: 23 giugno 2016
  6. Oh No
    Pubblicato: 18 novembre 2016

That's the Spirit è il quinto album in studio del gruppo musicale britannico Bring Me the Horizon, pubblicato l'11 settembre 2015 dalla Columbia Records[8].

Si tratta del loro album di maggior successo commerciale[9], e segna il definitivo distacco del gruppo dal metalcore in favore di sonorità più vicine al pop[10], senza però abbandonare le sonorità nu metal del precedente album Sempiternal[11].

Il gruppo iniziò a diffondere il logo del nuovo disco dalla fine di giugno per poi confermare il titolo dell'album poco dopo attraverso un video. Oliver Sykes e il tastierista del gruppo Jordan Fisher affermarono che sarebbero stati loro i produttori di That's the Spirit, dal momento che la presenza di altri era superflua. Il 12 luglio venne pubblicata la canzone Happy Song, e successivamente il video per Throne il 23 dello stesso mese.

Stile e influenze[modifica | modifica wikitesto]

That's the Spirit affronta diverse tematiche anche già affrontate dalla band, come la depressione, la solitudine, l'amore e i conflitti personali. Il cantante Oliver Sykes ha infatti dichiarato che il disco è un concept album su questi temi[12]. Per quanto riguarda il genere musicale molti critici hanno evidenziato i cambiamenti radicali del gruppo, per lo più elogiando la svolta messa in atto. Sykes ha affermato che il gruppo ha preso ispirazione da altre band di musica alternativa come i Jane's Addiction, i Panic! at the Disco, i Muse e i Radiohead[13]. Persistono inoltre diverse influenze arena rock/hard rock tipiche dello stile dei Thirty Seconds to Mars[14][15].

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi di Oliver Sykes, musiche dei Bring Me the Horizon.

  1. Doomed – 4:34
  2. Happy Song – 3:59
  3. Throne – 3:11
  4. True Friends – 3:52
  5. Follow You – 3:51
  6. What You Need – 4:11
  7. Avalanche – 4:22
  8. Run – 3:42
  9. Drown (New) – 3:42
  10. Blasphemy – 4:35
  11. Oh No – 5:00

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Bring Me the Horizon
Altri musicisti
Produzione

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2015) Posizione
Australia[21] 37
Regno Unito[22] 60
Stati Uniti (hard rock)[23] 15
Stati Uniti (rock)[24] 46

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Bring Me The Horizon – That’s The Spirit, Ghost Cult. URL consultato il 28 settembre 2015.
  2. ^ (EN) Prince's 'HITnRUN Phase One' and new Slayer tops this week's new music, Toronto Sun, 11 settembre 2015. URL consultato il 28 settembre 2015.
  3. ^ (EN) Bring Me The Horizon Album Review, Moshcam.com, 15 settembre 2015. URL consultato il 28 settembre 2015.
  4. ^ (EN) Bring Me The Horizon - That's The Spirit (Album Review), Stereoboard, 17 settembre 2015. URL consultato il 10 marzo 2016.
  5. ^ (EN) Bring Me the Horizon: That’s the Spirit review – nu-metal reanimators, The Guardian, 10 settembre 2015. URL consultato il 10 marzo 2016.
  6. ^ (EN) Accreditations - 2015 Albums, ARIA Charts. URL consultato il 30 dicembre 2016.
  7. ^ (EN) BPI Awards, British Phonographic Industry. URL consultato il 9 gennaio 2016.
  8. ^ (EN) Bring Me The Horizon To Release 'That's The Spirit' Album In September, Blabbermouth.net, 21 luglio 2015. URL consultato il 23 luglio 2015.
  9. ^ (EN) Bring Me The Horizon's 'That's The Spirit' Lands At No. 2 On The Billboard 200 Chart, Blabbermouth.net. URL consultato il 7 ottobre 2015.
  10. ^ (EN) Bring Me the Horizon on Ditching Metalcore for Poppy, Positive New LP, Rolling Stone, 23 luglio 2015. URL consultato l'8 ottobre 2015.
  11. ^ (EN) Bring Me the Horizon: That’s the Spirit review – nu-metal reanimators, The Guardian, 10 settembre 2015. URL consultato il 1º giugno 2016.
  12. ^ Bring Me the Horizon - That's the Spirit, su Music Feeds.
  13. ^ Bring Me the Horizon - That's the Spirit, su Music Feeds.
  14. ^ Stewart Mason, Bring Me the Horizon, su AllMusic. URL consultato il 27 settembre 2015.
  15. ^ (EN) Bring Me The Horizon - That's The Spirit, MusicFeeds. URL consultato il 16 settembre 2015.
  16. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q (EN) That's the Spirit by Bring Me the Horizon - Music Charts, aCharts.co. URL consultato il 21 settembre 2015.
  17. ^ a b (NL) Bring Me the Horizon - That's the Spirit, Ultratop. URL consultato il 18 settembre 2015.
  18. ^ a b c d e f (EN) That's the Spirit - Bring Me the Horizon - Awards, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 28 settembre 2015.
  19. ^ (EN) Official Album Downloads Chart Top 100 - 18 September 2015 - 24 September 2015, Official Charts Company. URL consultato il 28 settembre 2015.
  20. ^ (EN) Official Rock & Metal Albums Chart Top 40 - 18 September 2015 - 24 September 2015, Official Charts Company. URL consultato il 28 settembre 2015.
  21. ^ (EN) ARIA Top 100 Albums 2015, ARIA Charts. URL consultato il 9 gennaio 2016.
  22. ^ (EN) End of Year Album Chart Top 100 - 2015, Official Charts Company. URL consultato il 9 gennaio 2016.
  23. ^ (EN) Hard Rock Albums - Year End 2015, Billboard. URL consultato il 5 gennaio 2016.
  24. ^ (EN) Top Rock Albums - Year End 2015, Billboard. URL consultato il 5 gennaio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]