Tetrapoli attica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La tetrapoli (in greco antico: Τετράπολις) era un agglomerato urbano posto nella parte nord-orientale dell'Attica.

Secondo Strabone la tetrapoli era stata fondata da Xuto; era formata dai demi di Probalinto, Enoe, Maratona e Tricorinto.[1] Strabone, citando Filocoro, afferma anche che la tetrapoli era una delle dodici città fondate in Attica dal mitico re di Atene Cecrope e che in seguito Teseo aveva unito nella città di Atene.[2]

Le città di Caristo, Styra e Marmari, situate in Eubea, erano state popolate da coloni provenienti dalla tetrapoli e dal demo di Stiria;[3] altri coloni della tetrapoli si stabilirono coi Cari ad Epidauro in Argolide dopo l'arrivo dei Dori.[4]

Secondo Stefano di Bisanzio era chiamata Huttenia dai Pelasgi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Strabone, VIII, 7, 1.
  2. ^ Strabone, IX, 1, 20.
  3. ^ Strabone, X, 1, 6.
  4. ^ Strabone, VIII, 6, 15.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Antica Grecia Portale Antica Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antica Grecia