Tetraclinis articulata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ginepro articolato
Tetraclinis articulata - Köhler–s Medizinal-Pflanzen-270.jpg
Tetraclinis articulata
Koehler's Medizinal-Pflanzen (1887)
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Pinophyta
Classe Pinopsida
Ordine Pinales
Famiglia Cupressaceae
Sottofamiglia Cupressoideae
Genere Tetraclinis
Specie T. articulata
Nomenclatura binomiale
Tetraclinis articulata
(Vahl) Mast., 1892
Sinonimi

Callitris quadrivalvis
Thuja articulata

Il ginepro articolato (Tetraclinis articulata (Vahl) Mast., 1892) è una conifera sempreverde della famiglia delle Cupressaceae, endemica della regione del Mediterraneo occidentale. È l'unica specie del genere Tetraclinis .

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

È diffusa nelle montagne del Marocco, dell'Algeria e della Tunisia, con due piccole popolazioni a Malta e vicino a Cartagena, nel sud-est della Spagna. Cresce a quota relativamente bassa in un clima mediterraneo subtropicale caldo e secco. I generi più affini sono Platycladus, Microbiota e Calocedrus e con quest'ultimo la somiglianza è maggiore.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il T. articulata è un piccolo albero a crescita lenta che generalmente arriva a misurare da 6 a 15 m, raramente 20 m di altezza e con il diametro del tronco da mezzo ad un metro, spesso con due o più derivazioni già alla base. Le foglie sono squamiformi, formate da numerose foglioline, mentre i frutti sono coni di 10–15 mm di lunghezza, verdi quando giovani, marroni a maturazione avvenuta dopo circa 8 mesi dall'impollinazione, e hanno quattro scaglie disposte frontalmente in due coppie. I semi hanno 5–7 mm di lunghezza e 2 mm di larghezza, con un'ala legnosa disposta su ogni lato. La pianta è una delle poche conifere cedue, adattamento necessario per sopravvivere agli incendi e ai flussi migratori degli animali.

Usi[modifica | modifica wikitesto]

L'albero viene usato come pianta ornamentale e può essere potato come una siepe. Viene anche coltivato a bonsai.

Dal T. articulata si estrae la sandracca, una resina usata nella produzione di vernici e lacche, spesso miscelata alla gommalacca; è particolarmente apprezzata per preservare i dipinti.

Il legno, ricavato dai polloni alla base del tronco, è ricercato per il suo motivo caratteristico e viene impiegato come decorazione su oggettistica e strumenti musicali. Commercialmente lo si trova spesso sotto il nome di radica di thuya o arar, da non confondere con thuja, genere di piante diffuso solamente nel Nordamerica e nell'Estremo Oriente. Il mercato in Marocco non è sostenibile e ha determinato la deforestazione di massa della specie. I cedui delle piante possono morire anche a causa del bestiame che si nutre dei giovani germogli fintantoché la pianta non è cresciuta a sufficienza.

Simbologia[modifica | modifica wikitesto]

È l'albero nazionale di Malta, dove è conosciuto come Għargħar (dall'arabo Araar) ed attualmente viene utilizzato a livello locale all'interno dei progetti di rimboschimento.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica