Teste di Pantelleria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Julius Caesar.jpg
 
In alto: la testa di Giulio Cesare; in basso: primo piano di Tito e Antonia minore

 

In alto: la testa di Giulio Cesare; in basso: primo piano di Tito e Antonia minore
In alto: la testa di Giulio Cesare; in basso: primo piano di Tito e Antonia minore

Le Teste di Pantelleria sono tre teste di statue in marmo, due maschili e una femminile, risalenti al I secolo d.C., rinvenute nell'isola di Pantelleria, l'antica Cossyra[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di "ritratti imperiali" che raffigurano Giulio Cesare, l'imperatore Tito e Agrippina (o Antonia minore). La testa di Cesare è eseguita in marmo pario, la testa femminile è ornata da un diadema e da un'acconciatura a onde e boccoli, mentre quella di Tito, realizzata in marmo greco a grana grossa, raffigura un imperatore ancora giovane[2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sono state rinvenute tra agosto e settembre 2003, da alcuni studenti di archeologia guidati da Sebastiano Tusa, insieme a Thomas Schaefer dell'Università di Tubingen e Massimo Osanna dell'Università della Basilicata, impegnati nella campagna di scavi a Pantelleria sulla collina di San Marco (dove è stata rinvenuta una acropoli). Dalla Soprintendenza di Trapani sono state subito individuate come di epoca augustea.

Nel 2004 sono state esposte al Museo archeologico regionale Antonio Salinas di Palermo[3] e nel 2010 sono state esposte al British Museum di Londra [4].

Dopo essere state custodite nella sede della Soprintendenza dei Beni culturali di Trapani, terminati i lavori al castello di Pantelleria, vi sono state definitivamente collocate[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le teste di Pantelleria, Assessorato dei Beni culturali e dell'Identità siciliana. URL consultato il 2 settembre 2015.
  2. ^ Lauretta Colonnelli, Le teste di Pantelleria, in Corriere della Sera, 10 giugno 2004, p. 59. URL consultato il 2 settembre 2015 (archiviato dall'url originale in data pre 1/1/2016?refresh_ce-cp).
  3. ^ Laura Nobile, Beni culturali: teste di Pantelleria in mostra al museo "Salinas", Balarm.it, 26 novembre 2003. URL consultato il 2 settembre 2015.
  4. ^ Reperti archeologici di Pantelleria in mostra al British museum, LiveSicilia.it, 30 giugno 2010. URL consultato il 2 settembre 2015.
  5. ^ I ritratti imperiali sono ospitati nel "salotto" di Trapani, Pantelleria.com, 6 giugno 2011. URL consultato il 2 settembre 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]