Tesoretto (finanza)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Tesoretto è una parola entrata a far parte del lessico giornalistico italiano nel 2007.

Il vezzeggiativo è una parola d'autore che fu utilizzata dal Ministro dell'Economia Tommaso Padoa-Schioppa nel marzo 2007 per indicare l'extra-gettito delle finanze statali, rispetto alle previsioni, derivante dalla lotta all'evasione fiscale e dai maggiori introiti erariali.

Inizialmente, tesoretto viene usato da politici e giornalisti per indicare solo l'extra-gettito fiscale del 2006, ma rapidamente la parola si diffonde anche in altri ambiti: per esempio, si parla di tesoretto riferendosi ai risparmi di una famiglia, a un nuovo surplus strategico di un'impresa o al vantaggio sportivo di un atleta o di una squadra.[senza fonte] Il termine indica la presenza di un qualsiasi tipo di risorsa di modesta entità, che pertanto deve essere gestita prudentemente. In realtà il "Tesoretto" deriva dall'extra-gettito fiscale, il quale ha provocato entrate superiori a quanto previsto.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]