Tesi di Cassiciacum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Tesi di Cassiciacum o sedeprivazionismo è una tesi teologica elaborata dal teologo francese domenicano Michel Guérard des Lauriers riguardante la situazione della Chiesa cattolica del Concilio Vaticano II (1962-1965), e pubblicata 1978 sui Cahiers de Cassiciacum (in lingua italiana Quaderni di Cassiciacum).[1][2]

Terminologia[modifica | modifica wikitesto]

Il termine Cassiciacum proviene dal nome della località, oggi Cassago Brianza, dove Sant'Agostino d'Ippona si ritirava a meditare.[3][4]

La tesi[modifica | modifica wikitesto]

La tesi sostiene che almeno dal 7 dicembre 1965 la Sede Apostolica è formalmente vacante,[5] in seguito all'approvazione della Dignitatis Humanae documento che la chiesa ha condannato in passato.[6] Pertanto la cattedra di San Pietro è ritenuta occupata materialmente da papi, presunti usciti da un conclave valido, ma che non possono avere l'autorità in quanto hanno l'ostacolo di persistere all'insegnamento di eresie; tale situazione durerà fino a quando non ci sarà un ravvedimento e condanna degli errori eterodossi del Concilio Vaticano II.[7]

La tesi è seguita dall'Istituto Mater Boni Consilii al quale Michel Guérard des Lauriers approvò la simpatia e la finalità.[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Con testi di Mons Guérard des Lauries, Secondo articolo (Sodalitium N°13) Intervista a Mons. Guérard des Lauriers o.p. - Curriculum vitae, in Il problema dell'autorità e dell'episcopato nella Chiesa, Centro Librario Sodalitium, 2005, p. 29.:«Il Padre Guérard des Lauries ha pubblicato, nel 1978, e poi nei "Cahires de Cassiciacum" »
  2. ^ Con testi di Mons Guèrard des Lauries, Primo articolo (Sodalitium N°13) Introduzione al problema dell'autorità, in Il problema dell'autorità e dell'episcopato nella Chiesa, Centro Librario Sodalitium, 2005, p. 28.: «R.P. GUÉRARD DES LAURIES o.p., Le Siège Apostolique est-il Vacant?”, Cahiers de Cassiciacum, n. 1, Association St. Herménégilde, Nizza 1979. Vedi anche B. LUCIEN, LA Situation actuelle de l'Autoritè dans l'Eglise - La Thèse de Cassicacum Documents de Catholicité 1985.»
  3. ^ Elena Percivaldi, Parte sesta. Uno sguardo sull'età contemporanea - Le critiche al Concilio Vaticano II: tradizionalisti, sedevacantisti, sedeprivazionisti - Note, in Gli antipapi. Storia e segreti, Newton Compton Editori, 2014, p. 362.: « Il nome deriva dalla rivista «Les Cahiers de Cassiciacum» che per prima nel 1979 la pubblicò. Cassiciacum è il nome latino antico di Cassago Brianza, dove sembra che Agostino di Ippona (354-430) avesse soggiornato in ritiro spirituale per prepararsi a ricevere il battesimo, nel 387 a Milano, dalle mani di Ambrogio.»
  4. ^ Sodalitium N.58 anno 2005 pag.22 nota 2 «[...] Mons. Guérard chiamò la Tesi col nome di Cassiciacum (ora Cassago Brianza), in omaggio alla cittadina dove Sant'Agostino amava ritirarsi in preghiera.»
  5. ^ Con testi di Mons Guérard des Lauries, Secondo articolo (Sodalitim N° 13) Intervista a Mons. Guérard des Lauriers o.p Curriculum vitae, in Il problema dell'autorità e dell'episcopato nella Chiesa, Centro Librario Sodalitium, 2005, p. 29.: «[...] questa tesi consiste nell'affermare la vacanza formale della Sede Apostolica, certamente a partire dal 7 dicembre 1965 .»
  6. ^ Con testi di Mons Guérard des Lauries, Secondo articolo (Sodalitim N° 13) Intervista a Mons. Guérard des Lauriers o.p Intervista, in Il problema dell'autorità e dell'episcopato nella Chiesa, Centro Librario Sodalitium, 2005, pp. 35,36.: «Ora, il 7 dicembre 1965, il Cardinal Montini ha prolungato, impegnando almeno [cf.(3)] il Magistero ordinario universale, una proposizione concernente la "libertà religiosa" che sostiene l'opposizione di contraddizione con la dottrina infallibilmente definita da Pio IX nell'enciclica "Quanta cura legata al "Syllabus" [08 XII 1864]»
  7. ^ Con testi di Mons Guèrard des Lauries, Primo articolo (Sodalitim N° 13) Introduzione al problema dell'autorità, in Il problema dell'autorità e dell'episcopato nella Chiesa, Centro Librario Sodalitium, 2005, p. 24.: «Gli attuali occupanti non sono Papi formalmente (non hanno l'Autorità, non hanno la divina assistenza) ma possono essere ancora "papi" materialmente (canonicamente eletti, fino a prova del contrario, occupano la Sede Apostolica e potrebbero divenire formalmente Papi condannando gli errori).»
  8. ^ Con testi di Mons Guèrard des Lauries, Secondo articolo (Sodalitim N° 13) Intervista a Mons. Guérard des Lauriers o.p Intervista, in Il problema dell'autorità e dell'episcopato nella Chiesa, Centro Librario Sodalitium, 2005, p. 55.: «12) Sodalitium: Cosa pensate del gruppo di Sacerdoti e seminaristi italiani che si sono costituiti nell'Istituto "Mater Boni Consili" ?» Mons. G.: Istituto Mater Boni Consilii. Sono felice di manifestare a quest'istituto ed ai suoi membri, i miei auguri sovrannaturali e la mia fervente simpatia. Non posso che approvare la finalità dell'Istituto, visto che comporta il diffondere tra i fedeli ciò che precisamente credo essere la verità, e di cui l'essenziale è stato rammentato qui sopra.»

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo