Cruzeiro brasiliano (1990)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Terzo cruzeiro)
Cruzeiro brasiliano (1990)
Nome locale cruzeiro (PT) (pl. cruzeiros)
BRE 1 - Anverso.JPG
Moneta da 1 cruzeiro del 1990 (diritto)
BRE 1 - Reverso.JPG
Moneta da 1 cruzeiro del 1990 (rovescio)
Codice ISO 4217 BRE
Stati Brasile Brasile
Brasile Brasile
Simbolo Cr$
Frazioni Centavo (1/100) (pl. centavos)
Monete 1, 5, 10, 50, 100, 500, 1 000 Cr$
Banconote 50, 100, 200, 500 Cr$ (sovrastampate), 100, 200, 500, 1 000, 5 000, 10 000, 50 000, 100 000, 500 000 Cr$
Entità emittente Banco Central do Brasil
Sito web www.bc.gov.br
Periodo di circolazione 16 marzo 1990 - 31 luglio 1993
Sostituita da Cruzeiro real brasiliano dal 1º agosto 1993
Tasso di cambio 1 000 cruzeiro = 1 cruzeiro real (1º agosto 1993)
Stampa e conio: Casa da Moeda do Brasil (www.casadamoeda.gov.br)
Lista valute ISO 4217 - Progetto Numismatica

Il cruzeiro (noto anche come terzo cruzeiro) è stato la valuta del Brasile tra il 16 marzo 1990 e il 31 luglio 1993.[1] Era suddiviso in 100 centavo. Il suo codice ISO era BRE e il suo simbolo era Cr$.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il cruzeiro fu una valuta creata in base al Plano Collor, il quale stabiliva di rinominare la moneta allora esistente in Brasile, al fine di cercare di evitare problemi simili a quelli avvenuti con il Plano Bresser, in cui ci furono azioni giudiziarie volte a ottenere un risarcimento per le perdite occorse nella valuta allora esistente.

Il cruzeiro ha sostituito il cruzado nuovo alla pari ed è stato poi sostituito dal cruzeiro real ad un tasso di 1 cruzeiro real = 1 000 cruzeiro.

Monete[modifica | modifica wikitesto]

L'utilizzo delle monete da 1, 5, 10 e 50 centavo emesse nel 1989 è continuato dopo l'introduzione del cruzeiro.

Le prime monete di questa valuta erano in acciaio inossidabile e avevano il disegno basato su quello delle monete centesimali del cruzado nuovo; furono emesse nel 1990 in tagli da 1, 5, 10 e 50 cruzeiro, anche al fine di sostituire le vecchie banconote del cruzado, che erano ancora in circolazione.

Nel 1992 furono emesse monete commemorative in argento con un valore nominale di 500 cruzeiro (per il 500º anniversario della scoperta dell'America) e 2 000 cruzeiro (per la Seconda Conferenza delle Nazioni Unite su Ambiente e Sviluppo a Rio de Janeiro).

Nello stesso anno fu lanciata inoltre una nuova serie di monete, più piccole, con valori da 100, 500 e 1 000 cruzeiro, che aveva sul rovescio le immagini di animali in via di estinzione, così come una moneta da 5 000 cruzeiro, per commemorare il bicentenario della morte di Tiradentes, destinate alla circolazione comune.

Questa nuova serie di monete ispirò quelle della successiva valuta, il cruzeiro real.

Emissioni regolari[2]
Immagine Valore Parametri tecnici Descrizione Periodo di circolazione Data di emissione Tiratura Note
Diritto Rovescio Diametro Spessore Massa Composizione Diritto Rovescio
BRE 1 - Anverso.JPG BRE 1 - Reverso.JPG 1 Cr$ 20,5 mm 1,40 mm 3,61 g Acciaio inossidabile Bandiera, Croce del Sud, data Valore, BRASIL 31 maggio 1990 - 31 luglio 1993 1990 377 000 000 Le monete in centavo del cruzado nuovo furono utilizzate anche per questa valuta
5 Cruzeiros BRE de 1990 (verso).png 5 Cruzeiros BRE de 1990.png 5 Cr$ 21,5 mm 1,40 mm 3,97 g Acciaio inossidabile Lavoratore in una miniera di sale, data Valore, BRASIL 31 maggio 1990 - 31 luglio 1993 1990 517 000 000
1991 510 000 000
1,20 mm 3,40 g 1991
1992 19 881 000
BRE 10 - Anverso.JPG BRE 10 - Reverso.JPG 10 Cr$ 22,5 mm 1,40 mm 4,36 g Acciaio inossidabile Raccoglitore dell'albero della gomma, data Valore, BRASIL 31 maggio 1990 - 15 settembre 1994 1990 413 000 000
1991 947 900 000
1,20 mm 3,74 g 1991
1992 25 000 000
[[Image:|52px]] [[Image:|52px]] 50 Cr$ 23,5 mm 1,40 mm 4,78 g Acciaio inossidabile Donna di Bahia, data Valore, BRASIL 17 dicembre 1990 - 15 settembre 1994 1990 10 000 000
1991 947 900 000
1,20 mm 4,09 g 1991
1992 128 298 000
100 Cruzeiros BRE de 1992 (verso).png 100 Cruzeiros BRE de 1992.png 100 Cr$ 18,0 mm 1,20 mm 2,39 g Acciaio inossidabile Lamantino Valore, data, BRASIL 13 luglio 1992 - 15 settembre 1994 1992 500 000 000
1993 70 000 000
[[Image:|52px]] [[Image:|52px]] 500 Cr$ 19,0 mm 1,20 mm 2,66 g Acciaio inossidabile Tartaruga marina Valore, data, BRASIL 13 luglio 1992 - 15 settembre 1994 1992 250 000 000
1993 105 000 000
1000 Cruzeiros BRE de 1993 (verso).png 1000 Cruzeiros BRE de 1993.png 1 000 Cr$ 20,0 mm 1,20 mm 2,96 g Acciaio inossidabile Due pesci disco Valore, data, BRASIL 21 dicembre 1992 - 15 settembre 1994 1992 30 000 000
1993 435 000 000
Emissioni commemorative[2]
Immagine Valore Parametri tecnici Descrizione Periodo di circolazione Data di emissione Tiratura Note
Diritto Rovescio Diametro Spessore Massa Composizione Diritto Rovescio
[[Image:|52px]] [[Image:|52px]] 500 Cr$ 40,0 mm 2,50 mm 27,0 g Argento Spazio oceanico, rosa dei venti, nave Santa María, ENCONTRO DE DOIS MUNDOS, 1492-1992 Valore, stemma del Brasile e degli altri paesi emittenti 16 marzo 1992 - 15 settembre 1994 1992 40 000[3] 500 anni dalla scoperta dell'America
[[Image:|52px]] [[Image:|52px]] 2 000 Cr$ 40,0 mm 2,50 mm 27,0 g Argento Colline del Pan di Zucchero e Urca a Rio de Janeiro, data Orchidea, colibrì, valore 3 giugno 1992 - 15 settembre 1994 1992 30 000 Seconda Conferenza delle Nazioni Unite su Ambiente e Sviluppo a Rio de Janeiro
[[Image:|52px]] [[Image:|52px]] 5 000 Cr$ 31,0 mm 1,90 mm 9,95 g Acciaio inossidabile Effigie di Tiradentes, LIBERDADE CIDADANIA TIRADENTES Valore, BRASIL, corda senza laccio 21 settembre 1992 - 15 settembre 1994 1992 10 000 000 200 anni dalla morte di Tiradentes (circolazione comune)

Banconote[modifica | modifica wikitesto]

Le prime banconote furono i biglietti da 50, 100, 200 e 500 cruzado nuovi che riportavano una sovrastampa rettangolare con il valore espresso nella nuova valuta, oltre a una banconota d'emergenza dal valore di 5 000 cruzeiro (Stampa B), su cui erano rappresentati l'effigie della Repubblica (fronte) e lo stemma nazionale (retro).

Sempre nel 1990 vennero emesse le prime banconote regolari, con valori di 100, 200, 500,[4] 1 000 e 5 000 cruzeiro; quest'ultima nella sua versione permanente, su cui erano rappresentati Antônio Carlos Gomes (fronte) e il pianoforte appartenuto al compositore (retro). Le banconote del cruzado[5] ancora in circolazione persero valore legale nel corso dello stesso anno.

Nel 1991, a causa dell'alta inflazione, furono lanciate banconote in tagli da 10 000 e 50 000 cruzeiro, seguite l'anno successivo da quella da 100 000 cruzeiro, emessa in occasione del Summit della Terra.

Le banconote da 50[6] e 100 cruzeiro (generalmente banconote con la denominazione espressa in cruzado nuovi) persero valore legale nel 1992, sostituite da monete destinate a una circolazione di breve durata.

Nel 1993 fu lanciata la banconota da 500 000 cruzeiro, l'ultima per questa valuta, in quanto, ad agosto dello stesso anno, furono tolti tre zeri con l'introduzione del cruzeiro real.

Le banconote di taglio più elevato furono ritirate dalla circolazione nel 1994.

Poco prima del lancio del cruzeiro real, il Consiglio Monetario Nazionale aveva in progetto l'introduzione di banconote da 1 000 000 e 5 000 000 di cruzeiro, che, tuttavia, non sono mai state messe in circolazione.

Serie provvisoria[7]
Immagine Valore Descrizione Periodo di circolazione Note
Fronte Retro Fronte Retro
[[Image:|80px]] [[Image:|80px]] 50 Cr$ Carlos Drummond de Andrade Il poeta alla sua scrivania 15 aprile 1990 - 30 settembre 1992 Con sovrastampa
[[Image:|80px]] [[Image:|80px]] 100 Cr$ Cecília Meireles Bambini che leggono 15 aprile 1990 - 30 settembre 1992 Con sovrastampa
200 cruzados novos.jpg [[Image:|80px]] 200 Cr$ Effigie della Repubblica "Pátria" (dipinto ad olio di Pedro Bruno) 15 aprile 1990 - 15 settembre 1994 Con sovrastampa
[[Image:|80px]] [[Image:|80px]] 500 Cr$ Augusto Ruschi Colibrì coda di rondine, orchidee 15 aprile 1990 - 15 settembre 1994 Con sovrastampa
[[Image:|80px]] [[Image:|80px]] 5 000 Cr$ Effigie della Repubblica Stemma del Brasile 9 aprile 1990 - 15 settembre 1994
Serie regolare[7]
Immagine Valore Descrizione Periodo di circolazione Note
Fronte Retro Fronte Retro
[[Image:|80px]] [[Image:|80px]] 100 Cr$ Cecília Meireles Bambini che leggono 3 dicembre 1990 - 30 settembre 1992
[[Image:|80px]] [[Image:|80px]] 200 Cr$ Effigie della Repubblica "Pátria" (dipinto ad olio di Pedro Bruno) 3 dicembre 1990 - 15 settembre 1994
[[Image:|80px]] [[Image:|80px]] 500 Cr$ Augusto Ruschi Colibrì coda di rondine, orchidee 3 dicembre 1990 - 15 settembre 1994
[[Image:|80px]] [[Image:|80px]] 1 000 Cr$ Cândido Rondon Due bambini indiani 31 maggio 1990 - 15 settembre 1994
[[Image:|80px]] [[Image:|80px]] 5 000 Cr$ Antônio Carlos Gomes Pianoforte a coda 11 giugno 1990 - 15 settembre 1994
[[Image:|80px]] [[Image:|80px]] 10 000 Cr$ Vital Brazil Serpenti 26 aprile 1991 - 15 settembre 1994
[[Image:|80px]] [[Image:|80px]] 50 000 Cr$ Luís da Câmara Cascudo Danzatrici con costumi folkloristici 9 dicembre 1991 - 15 settembre 1994
[[Image:|80px]] [[Image:|80px]] 100 000 Cr$ Colibrì che nutre i suoi piccoli Cascate dell'Iguazú 24 luglio 1992 - 15 settembre 1994
[[Image:|80px]] [[Image:|80px]] 500 000 Cr$ Mário de Andrade Edificio, de Andrade che insegna 29 gennaio 1993 - 15 settembre 1994

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (PT) Diego Antonelli, Do pau-brasil ao real, Gazeta do Povo, 20 luglio 2013. URL consultato il 28 febbraio 2014.
  2. ^ a b (PT) Moedas emitidas pelo BC - Cruzeiro (Cr$) vigente de 16/03/1990 a 31/07/1993 in Museu de Valores do Banco Central, Banco Central do Brasil. URL consultato il 2 marzo 2014.
  3. ^ Di cui 20 000 per il Brasile e 20 000 per gli altri paesi emittenti.
  4. ^ Queste banconote da 100, 200 e 500 cruzeiro sono relativamente rare, essendo più comuni quelle del cruzado nuovo timbrate.
  5. ^ Le banconote con valore facciale fino a 10 000 cruzado, equivalenti quindi a 10 cruzeiro.
  6. ^ La banconota da 50 cruzeiro era in realtà la banconota da 50 cruzado nuovi, della quale circolavano sia esemplari sovrastampati, sia altri di emissione meno recente senza timbro.
  7. ^ a b (PT) Cédulas emitidas pelo BC - Cruzeiro (Cr$) vigente de 16/03/1990 a 31/07/1993 in Museu de Valores do Banco Central, Banca Central do Brasil. URL consultato l'8 marzo 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]