Terra di Wilkes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mappa dell'Antartide con la Terra di Wilkes sulla destra.

La Terra di Wilkes è una vasta regione dell'Antartide Orientale, formalmente rivendicata dall'Australia come parte del Territorio antartico australiano, anche se la validità di questa pretesa è stata sospesa dal Trattato Antartico, di cui l'Australia è uno dei firmatari.

È localizzata a sud dell'Oceano Indiano tra la Terra della Regina Maud e la Terra Adelia, compresa tra capo Hordern a 100° 31' E. e punto Pourquoi Pas, a 136° 11' E. La regione si estende per una lunghezza di circa 2.600 km in direzione del Polo Sud, con una superficie di circa 2.600.000 km², per la maggior parte ricoperta di ghiacci.

La Terra di Wilkes è ulteriormente suddivisa nelle seguenti zone costiere:

  1. Costa di Knox: da 100°31' E a 109°16' E
  2. Costa di Budd: da 109°16' E a 115°33' E
  3. Costa di Sabrina: da 115°33' E a 122°05' E
  4. Costa Banzare: da 122°05' E a 130°10' E
  5. Costa di Clarie: da 130°10' E a 136°11' E

Venne ribattezzata con il suo nome attuale in onore di Charles Wilkes, esploratore statunitense che guidò una spedizione per il suo paese tra il 1838 e il 1842.

In questa regione è stato scoperto un enorme cratere che giace un chilometro e mezzo sotto i ghiacci: il Cratere della Terra di Wilkes.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN242649207 · GND: (DE4259626-9