Terminator (franchise)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Terminator (serie di film))

Terminator è un ciclo di film di fantascienza composto da cinque pellicole, prodotte tra il 1984 e il 2015. Nella saga i Terminator sono cyborg, androidi o semplici robot, ideati dall'intelligenza artificiale Skynet, un supercomputer che, acquisita autocoscienza, si pone come obiettivo la distruzione del genere umano usando le stesse armi create dall'uomo per la propria difesa.

La serie di film è indissolubilmente legata a Arnold Schwarzenegger, che è stato il primo e più famoso interprete di un Terminator.

Il regista di Terminator e Terminator 2 - Il giorno del giudizio è James Cameron, Terminator 3 - Le macchine ribelli è diretto da Jonathan Mostow, Terminator Salvation vede la regia di McG mentre Terminator Genisys è diretto da Alan Taylor.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1984 venne distribuito il primo film Terminator (ambientato nello stesso anno), secondo film commerciale diretto da James Cameron. Oltre a divenire ben presto un film di notevole successo, contribuì anche alla definitiva consacrazione al grande pubblico di Arnold Schwarzenegger, attore già noto per aver interpretato due anni prima Conan il barbaro nell'omonimo film di John Milius.

Il sequel Terminator 2 - Il giorno del giudizio, uscito nel 1991 (e ambientato però nel 1994), fu subito pubblicizzato come il film più costoso della storia del cinema, con un budget dichiarato di 100 milioni di dollari (in realtà 94[1], ne incassò poi oltre 500[2]). Da un punto di vista tecnologico Terminator 2 contribuì in modo rivoluzionario allo sviluppo della grafica computerizzata e in modo particolare all'utilizzo di un effetto digitale chiamato morphing.

Nelle intenzioni di Cameron, che era l'inventore del cyborg, la storia si sarebbe dovuta concludere con il T-800 che si distruggeva nella vasca di acciaio fuso. I produttori invece erano intenzionati a far tornare il T-800 ancora una volta in azione, a costo di affidare la direzione del film a un altro regista. Così Schwarzenegger, prima di candidarsi come governatore della California, tornò ad indossarne i panni nel 2003, con Terminator 3 - Le macchine ribelli (ambientato nel 2004), mentre la regia passò da Cameron a Jonathan Mostow. Al contrario di ciò che molti si sarebbero potuti aspettare, Cameron apprezzò pubblicamente il risultato ottenuto da Mostow.

Nel 2009 uscì il quarto episodio Terminator Salvation diretto da McG e ambientato in un futuro post apocalittico in cui gli umani combattono contro le macchine comandate da Skynet. Il film contiene numerosi riferimenti alla serie TV Terminator: The Sarah Connor Chronicles.

Nel 2015 è uscito Terminator Genisys che agisce come reboot della serie, alterando gli eventi del primo film con il ritorno di Arnold Schwarzenegger nel ruolo del Terminator il "Guardiano".

È stata inoltre annunciata da James Middleton, uno dei produttori della serie The Sarah Connor Chronicles, la realizzazione di una trasposizione anime a cortometraggi (come Animatrix). Il progetto è attualmente chiamato Termination.[3]

Film della serie[modifica | modifica wikitesto]

  1. Terminator, regia di James Cameron (1984)
  2. Terminator 2 - Il giorno del giudizio, regia di James Cameron (1991)
  3. Terminator 3 - Le macchine ribelli, regia di Jonathan Mostow (2003)
  4. Terminator Salvation, regia di McG (2009)
  5. Terminator Genisys, regia di Alan Taylor (2015)

Interpreti e personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Terminator (1984)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Terminator (film).

Il primo film è interpretato da Linda Hamilton e Michael Biehn, che vestono rispettivamente i panni di Sarah Connor e di Kyle Reese, i quali vengono inseguiti da un terminator modello T-800/101 interpretato da Arnold Schwarzenegger. Il terminator torna indietro nel tempo per uccidere Sarah Connor prima che metta al mondo John Connor, leader della resistenza contro le macchine. A sua volta Kyle Reese, soldato della resistenza, viene inviato indietro nel tempo per proteggere Sarah dal terminator.

Nel 2005 la frase Tornerò (in inglese I'll be back), usata più volte da Arnold Schwarzenegger nel film, è stata inserita nella AFI's 100 Years... 100 Movie Quotes al 37º posto.[4]

Terminator 2 - Il giorno del giudizio (1991)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Terminator 2 - Il giorno del giudizio.

Il secondo episodio vede il ritorno di Schwarzenegger (nel ruolo di un T-800/101 catturato dalla resistenza e riprogrammato dal John Connor del futuro, per proteggere la sua controparte del presente) e di Linda Hamilton, mentre Michael Biehn è presente solo come cameo in un sogno di Sarah (in una scena eliminata presente nella versione Director's Cut del film). In Terminator 2 vengono introdotti Edward Furlong (nel ruolo di John Connor) e Robert Patrick (nel ruolo del T-1000, un cyborg programmato per uccidere John). Nel film riappare anche Earl Boen nel ruolo del Dott. Peter Silberman, medico psichiatra con in cura Sarah Connor.

Terminator 3 - Le macchine ribelli (2003)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Terminator 3 - Le macchine ribelli.

In Terminator 3 abbiamo il ritorno di Schwarzenegger, che interpreta un T-850/101 (il T-850 è una versione potenziata del T-800) catturato e riprogrammato per assicurarsi la sopravvivenza di John Connor e della sua futura moglie Kate Brewster. Oltre a Schwarzenegger, l'unico altro attore ad essere apparso nei film precedenti è Earl Boen, in un cameo in cui interpreta nuovamente il Dr. Silberman.

In questo film il ruolo di Connor venne dato a Nick Stahl a causa dei problemi di tossicodipendenza di Furlong. Claire Danes interpreta Kate Brewster, futura moglie di John nonché suo braccio destro. Kristanna Loken interpreta la T-X, sofisticatissimo androide programmato per uccidere John Connor e Kate Brewster, nonché altri obiettivi secondari. Non è presente Linda Hamilton la quale, visto il ruolo marginale che avrebbe dovuto occupare nell'economia della pellicola, rifiutò la parte, costringendo gli sceneggiatori ad "uccidere" Sarah Connor, facendola morire di leucemia nel 1997, sette anni prima dell'ambientazione del film stesso.

Terminator Salvation (2009)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Terminator Salvation.

Nel quarto film il cast è stato completamente rinnovato. Christian Bale interpreta John Connor, Bryce Dallas Howard interpreta Kate Brewster, Anton Yelchin interpreta un giovane Kyle Reese e Sam Worthington interpreta Marcus Wright. Verso la fine del film appare un prototipo del T-800/101, interpretato da Roland Kickinger ma dotato del volto di Schwarzenegger (ricostruito digitalmente).

Terminator Genisys (2015)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Terminator Genisys.

In Terminator Genisys viene introdotta una linea temporale alternativa, annullando di fatto, gli eventi degli ultimi 3 film. Si riparte dall'evento catalizzatore: dopo decenni di guerriglia in un distopico futuro, e a un passo dalla sconfitta, Skynet invia un T-800 indietro nel tempo per uccidere Sarah Connor. John Connor invia Kyle Reese per salvarla. Ma all'arrivo Reese scoprirà che un T-800 (il "Guardiano"), arrivato da un futuro sconosciuto, ha vegliato su Sarah fin da piccola. Il trio dovrà affrontare il T-800 inviato per uccidere Sarah, un T-1000 e infine John Connor, trasformato in un T-3000.

Il cast è ancora una volta totalmente rinnovato. Jason Clarke interpreta John Connor, Emilia Clarke interpreta Sarah Connor e Jai Courtney interpreta Kyle Reese. Mentre Arnold Schwarzenegger ritorna questa volta nel ruolo del Terminator il "Guardiano".

Box office[modifica | modifica wikitesto]

Film Data di distribuzione Incasso Budget Note
USA Italia Stati Uniti Altri Stati Mondiale
Terminator 26 ottobre 1984 25 gennaio 1985 38 371 200 $ 40 000 000 $ 78 371 200 $ 6 400 000 $ [5]
Terminator 2 - Il giorno del giudizio 3 luglio 1991 20 dicembre 1991 205 860 454 $ 315 000 000 $ 520 860 454 $ 102 000 000 $ [6]
Terminator 3 - Le macchine ribelli 2 luglio 2003 19 settembre 2003 150 371 112 $ 283 000 000 $ 433 371 112 $ 200 000 000 $ [7]
Terminator Salvation 21 maggio 2009 5 giugno 2009 125 322 469 $ 246 030 530 $ 371 353 001 $ 200 000 000 $ [8]
Terminator Genisys 21 giugno 2015 25 giugno 2015 89 760 956 $ 350 842 581 $ 440 603 537 $ 155 000 000 $ [9]
Totale serie 609 696 191 $ 1 234 873 111 $ 1 844 569 302 $ 663 400 000 $

Libri[modifica | modifica wikitesto]

La serie di film ha dato vita ad una produzione di romanzi di fantascienza e azione, che si affiancano alle produzioni cinematografiche e sono in gran parte adattamenti delle stesse:

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]