Ter Apel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ter Apel
villaggio, wijk
Ter Apel/Troapel
Ter Apel – Veduta
Localizzazione
StatoPaesi Bassi Paesi Bassi
ProvinciaFlag of Groningen.svg Groninga
ComuneVlagtwedde
Territorio
Coordinate52°52′32.16″N 7°03′34.92″E / 52.8756°N 7.0597°E52.8756; 7.0597 (Ter Apel)Coordinate: 52°52′32.16″N 7°03′34.92″E / 52.8756°N 7.0597°E52.8756; 7.0597 (Ter Apel)
Superficie24,92 km²
Abitanti8 970
Densità359,95 ab./km²
Altre informazioni
LingueOlandese, Gronings
Cod. postale9560-9561
Prefisso(+31)
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Paesi Bassi
Ter Apel
Ter Apel
Ter Apel – Mappa
Sito istituzionale
Edificio classificato come rijksmonument a Ter Apel
Lo standerdmolen (mulino a vento in legno) situato nella buurtschap di Ter Haar

Ter Apel (in Gronings: Troapel; nei dialetti locali: Ter Oapel e Drapel[1]) è una località di circa 9.000 abitanti[1][2] del nord-est dei Paesi Bassi, facente parte della provincia di Groninga e situata nella regione di Westerwolde[1][3], al confine con la Germania[3][4]. È il centro maggiore della municipalità di Vlagtwedde.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il villaggio di Ter Apel si trova incastonato nell'angolo che costituisce l'estremità meridionale della provincia di Groninga, a pochi chilometri dal confine con la provincia della Drenthe e lungo il confine con il Land tedesco della Bassa Sassonia ed è situato nei pressi della confluenza del Musselkanaal con lo Stadskanaal, a pochi chilometri a sud del villaggio di Musselkanaal.[3][4]

La superficie di Ter Apel è di 2.492 ettari, di cui 62 sono costituiti da specchi d'acqua.[2]

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il toponimo Ter Apel, attestato anticamente come Ter-Aple, tho Apell (1517), ther Aepell (1595) e Draepel (1602), è forse formato dai termini â, "acqua", e pôl, "stagno", oppure potrebbe derivare dall'antico frisone â-pôl.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In origine Ter Appel era una cittadella fortificata.[1]

Nel 1924 fu realizzata la linea ferroviaria che collegava Ter Appel a Munnekemoer, che avrebbe dovuto essere prolungata anche oltre il confine, ma che fu dismessa appena due anni dopo.[1]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Benningwolde vanta 13 edifici classificati come rijksmonumenten.[1]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Monastero di Ter Apel[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Monastero di Ter Apel.

Il principale monumento del villaggio è il monastero di Ter Apel: fondato nel 1464 o 1465 da Jacobus Wiltinck, fu ristrutturato nel 1933 e ora ospita un museo d'arte e storia religiosa.[1][3][5][6][7]

Willibrorduskerk[modifica | modifica wikitesto]

Altro importante edificio religioso di Ter Apel è la Willibrorduskerk, realizzata nel 1880 su progetto di W.V.A. Tepe ed ampliata nel 1924 su progetto di W.A.M te Riele.[8]

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

Standerdmolen di Ter Haar[modifica | modifica wikitesto]

A Ter Apel, segnatamente nella buurtschap di Ter Haar, si trova inoltre l'unico esempio originale di standerdmolen (mulino a vento in legno) della provincia di Groninga: questo mulino fu costruito nella forma attuale nel 1832, ma le sue origini risalgono al 1619.[9]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Ter Apel conta una popolazione pari a 8.970 abitanti, di cui 4.475 sono donne 4.495 sono uomini.[2]

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Suddivisioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Buurtschappen[1]
  • Agodorp
  • Barnflair
  • De Bruil
  • Burgemeester Beinsdorp
  • Laudermarke
  • De Maten
  • Munnekemoer
  • Roelage,
  • 't Schot
  • Ter Haar

Sport[modifica | modifica wikitesto]

La località è nota per il suo torneo internazionale di scacchi.[10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i (NL) Ter Apel, Plaatsengids. URL consultato il 30 gennaio 2017.
  2. ^ a b c (NL) Ter Apel, Oozo.nl. URL consultato il 31 gennaio 2017.
  3. ^ a b c d Harmans, Gerard M.L. (a cura di), Olanda, Dorling Kindersley, London, 2005 - Mondadori, Milano, 2007, p. 289
  4. ^ a b Harmans, Gerard M.L., op. cit., p. 279
  5. ^ (NL) Historie, Klooster Ter Appel - Sito ufficiale. URL consultato il 30 gennaio 2017.
  6. ^ (NL) Ter Apel, Boslaan 3 - Kloosterkerk, Reliwiki. URL consultato il 30 gennaio 2017.
  7. ^ (NL) Klooster Ter Apel, Monumentenregister.
  8. ^ (NL) Ter Apel, Hoofdstraat 75 - Willibrordus, Reliwiki. URL consultato il 30 gennaio 2017.
  9. ^ (NL) Ter Apel, Groningen, Molendatabase. URL consultato il 31 gennaio 2017.
  10. ^ (NL) SCHAKEN: Getergde Sjirov heerst in Ter Apel, in De Volkskrant, 22 marzo 1997. URL consultato il 31 gennaio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN150075308 · LCCN (ENn78033061 · GND (DE4436811-2 · WorldCat Identities (ENlccn-n78033061
Paesi Bassi Portale Paesi Bassi: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Paesi Bassi