Teplá

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Teplá
Città
Teplá – Stemma Teplá – Bandiera
Teplá – Veduta
Localizzazione
Stato Rep. Ceca Rep. Ceca
Regione Flag of Karlovy Vary Region.svg Karlovy Vary
Distretto Cheb
Amministrazione
Sindaco Jana Čížková
Territorio
Coordinate 49°58′56″N 12°51′48″E / 49.982222°N 12.863333°E49.982222; 12.863333 (Teplá)Coordinate: 49°58′56″N 12°51′48″E / 49.982222°N 12.863333°E49.982222; 12.863333 (Teplá)
Altitudine 690 m s.l.m.
Superficie 113,23[1] km²
Abitanti 3 113[2] (1º gennaio 2011)
Densità 27,49 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 364 61
Fuso orario UTC+1
Codice ČSÚ 555631
Targa CH
Cartografia
Mappa di localizzazione: Repubblica Ceca
Teplá
Teplá
Posizione di Teplá nel distretto
Posizione di Teplá nel distretto
Sito istituzionale

Teplá (in tedesco Tepl) è una città della Repubblica Ceca facente parte del distretto di Cheb, nella regione di Karlovy Vary.

Abside della chiesa abbaziale e edifici del monastero
Portale romanico sulla facciata
Interno della chiesa

Il monastero[modifica | modifica wikitesto]

Il monastero premostratense di Teplá[3] venne fondato nel 1193 dal beato Hroznata,[4] un nobile che aveva partecipato ad una crociata e che poi era entrato tra i canonici regolari premostratensi. I primi canonici di Teplá provenivano dal monastero di Strahov, a Praga.

Lungo i secoli, il monastero subì diversi incendi e saccheggi, soprattutto nel XVII secolo al tempo della guerra dei trent'anni. Diverse ricostruzioni e ampliamenti furono apportate al monastero, in particolare nella seconda metà del XVIII secolo e all'inizio del XIX.

La chiesa del monastero, romanica con elementi di transizione al gotico, è una delle più antiche di tutta la Boemia; è dedicata all'Assunzione della Vergine Maria. Di speciale importanza è anche la biblioteca, che conserva numerosi manoscritti e incunaboli.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (CSEN) Dati forniti dall'Istituto Statistico Ceco (XLS), czso.cz. URL consultato il 30 aprile 2012.
  2. ^ (CSEN) Dati forniti dall'Istituto Statistico Ceco (PDF), czso.cz. URL consultato il 30 aprile 2012.
  3. ^ (CS) Sito ufficiale del monastero, klastertepla.cz. URL consultato il 9 novembre 2016 (archiviato l'8 novembre 2016).
  4. ^ Antonio Borrelli, Hroznata (Hrornata, Croznato), in Santi, beati e testimoni - Enciclopedia dei santi, santiebeati.it, 18 novembre 2002. URL consultato il 9 novembre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4396078-9
Repubblica Ceca Portale Repubblica Ceca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Repubblica Ceca