Teoria estetica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Teoria estetica
Titolo originaleÄsthetische Theorie
AutoreTheodor Adorno
1ª ed. originale1970
Generesaggio
Lingua originaletedesco

Teoria estetica (titolo originale Ästhetische Theorie) è un saggio di estetica del filosofo tedesco Theodor Adorno, rimasto incompiuto e pubblicato postumo nel 1970 (ed. Suhrkamp)[1].

Contenuto[modifica | modifica wikitesto]

L'opera prende le mosse dal saggio sull'Industria culturale, pubblicato nella raccolta Dialettica dell'illuminismo. Frammenti filosofici, del 1947. Secondo l'autore, la situazione dell'arte nel mondo contemporaneo è condizionata dallo sviluppo del capitalismo monopolistico e della sua stessa ragion d'essere. La nascita dell'industria culturale (fenomeno tipicamente novecentesco) ha causato una «disartizzazione dell'arte» che riduce l'arte a merce sottomettendola a una pura ragione economica. Per Adorno, l'arte in quanto tale è regolata dalla dialettica tra razionalità e irrazionalità: da una parte, essa condivide con l'illuminismo il rifiuto del mondo magico e il desiderio di dominare la natura; dall'altra, essa vuole apparire come «razionalità che critica la razionalità senza sottrarlesi»[2]. Lo scopo dell'opera d'arte appare dunque, per Adorno, essere quello di difendere la non-identità, contrapponendosi a quella costrizione all'identità (riproduzione, massificazione, riproducibilità) che è tipica del mondo attuale[3]. Ciò può avvenire (come in Beckett, in Kafka, in Valéry e in Schönberg) solo portando alla luce le contraddizioni e la negatività del reale, anche e soprattutto attraverso la rinuncia a ogni tipo di estetizzazione e di compiacenza al gusto dominante.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Traduzione italiana: Teoria estetica, a cura di Fabrizio Desideri e Giovanni Matteucci, Einaudi 2009
  2. ^ Le citazioni sono tratte da: Ästhetische Theorie, a cura di M. Mezzamanica, in: Dizionario delle opere filosofiche, Mondadori 2000
  3. ^ In quest'ottica, vedi anche: Walter Benjamin, L'opera d'arte nell'epoca della sua riproducibilità tecnica

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Theodor Adorno, Teoria estetica, a cura di Fabrizio Desideri e Giovanni Matteucci, Torino, Einaudi, 2009, ISBN 9788806199555.
Controllo di autoritàVIAF (EN175754722 · GND (DE4122759-1 · BNF (FRcb12130768s (data) · WorldCat Identities (EN175754722
Filosofia Portale Filosofia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di filosofia