Teobaldo Calissano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Teobaldo Calissano
Teobaldo Calissano.jpg

Ministro delle Poste e dei Telegrafi
Durata mandato 29 marzo 1911 –
21 settembre 1913
Capo di Stato Vittorio Emanuele III
Capo del governo Giovanni Giolitti
Predecessore Augusto Ciuffelli
Successore Francesco Tedesco

Deputato del Regno d'Italia
Legislature XX, XXI, XXII, XXIII

Dati generali
Titolo di studio laurea

Teobaldo Calissano (Alba, 28 dicembre 1857Cossano Belbo, 21 settembre 1913) è stato un politico italiano.

È stato eletto deputato per il collegio di Alba nella XXI, XXII e XXIII legislatura, difendendo in particolare gli interessi dei viticotori e dei primi tentativi di proteggere le denominazioni di origine per i vini di qualità.[1]

Fu poi nominato senatore[2]

XXII Legislatura del Regno d'Italia III Governo Giolitti Fu Sottosegretario al Ministero delle Poste e Telegrafi, dal 13.07.1909 al 11.12.1909 (III governo Giolitti) e Sottosegretario al Ministero dell'Interno, dal 31.03.1910 al 30.03.1911 (I governo Luzzati] Fu Ministro delle Poste e Telegrafi del Regno d'Italia nel Governo Giolitti IV.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rivista I tempi della terra, su itempidellaterra.org. URL consultato il 30 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 30 novembre 2006).
  2. ^ storia camera

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]