Tendenza Marxista Internazionale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tendenza Marxista Internazionale (International Marxist Tendency)

La Tendenza Marxista Internazionale o TMI (IMT nella sua sigla in inglese o CMI in castigliano) è un'organizzazione internazionale trotskista, basata sulle idee di Karl Marx, Friedrich Engels, Lenin e Trotskij[1]. Il marxista sudafricano-britannico Ted Grant è stato il principale teorico e leader della tendenza, insieme al gallese Alan Woods[2][3] e a Lal Khan.

L'organizzazione è stata fondata come Commissione per un'Internazionale Marxista[4], e dal 2006 ha assunto il nome di Tendenza Marxista Internazionale[5]. L'organizzazione è attiva in oltre trenta paesi del mondo[6].

In Defence of Marxism (marxist.com) è il sito ufficiale della TMI. È pubblicato in diverse lingue e ospita svariati articoli scritti di attualità, storia e analisi marxista.

Ideologia[modifica | modifica sorgente]

Tendenza Marxista Internazionale aderisce ai principi dell'ortodossia trotskista ponendo l'accento sulla necessità di educare quadri e giovani della classe lavoratrice[7].

Tra i punti fondamentali della teoria elaborata dalla TMI possono essere messi in evidenza:

  • L'accentuazione dell'importanza della tattica del fronte unico elaborata dalla Terza Internazionale negli anni venti e una riformulazione della tattica entrista per cui l'entrata dei gruppi trotskisti nei grandi partiti di sinistra e nelle organizzazioni sindacali più importanti diventa un'applicazione concreta del fronte unico in un contesto in cui la Quarta Internazionale non è riuscita a diventare un punto di riferimento per la gran parte dei lavoratori e dei giovani di sinistra. In particolare, a partire dalla fine degli anni cinquanta, Ted Grant sviluppò una concezione originale di entrismo per cui i rivoluzionari devono svolgere lavoro politico "dentro, fuori e attorno alle organizzazioni di massa" in quanto "fuori dal movimento operaio non c'è nulla".[8] Questa posizione farà sì che i gruppi che fanno riferimento al suo pensiero, come quelli raggruppati attorno alla Tendenza Marxista Internazionale, tendano a prendere fortemente le distanze dalla maggior parte delle organizzazioni che si rifanno alla Quarta Internazionale, considerandole vittime di degenerazioni settarie e influenzate da ideologie piccolo-borghesi (come nazionalismo di sinistra, terzomondismo, femminismo, eccetera).

Diffusione[modifica | modifica sorgente]

Movimenti affiliati alla TMI sono presenti in diversi Paesi all'interno dei partiti laburisti, comunisti o, talvolta, in ossequio alla strategia entrista, in altri partiti di massa. Solitamente si raggruppano intorno a proprie riviste o siti web.

Europa[modifica | modifica sorgente]

Il logo della rivista La Riposte
  • Germania Germania: Der Funke è il giornale dei sostenitori tedeschi della TMI, che sono membri della Linke, giudicandolo il partito più serio alla sinistra del Partito Socialdemocratico[13].
Il logo della rivista Socialist Appeal
  • Regno Unito Regno Unito: Socialist Appeal è la sezione britannica della TMI e il nome della relativa rivista. I suoi sostenitori sono membri del Partito Laburista. La sezione venne fondata nel 1992 attraverso una scissione di Militant tendency guidata da Ted Grant, che si opponeva alla decisione di abbandonare il lavoro all'interno del Partito Laburista propugnata dai leader del movimento[14]. Negli anni ottanta Militant tendency era, con tre Deputati, l'organizzazione trotskista di maggior successo in Europa.
Il logo della rivista Falcemartello
  • Polonia Polonia: Socjalizm è la sezione polacca della TMI. La rivista non viene più pubblicata dal giugno 2010 con l'entrata in vigore della legge che bandisce la promozione del comunismo.

Africa[modifica | modifica sorgente]

  • Marocco Marocco: La Lega Comunista d'Azione è la sezione marocchina della TMI che si raggruppa attorno al sito internet marxy.com e alla rivista Il Comunista[17].

America[modifica | modifica sorgente]

Il logo della rivista Esquerda marxista
  • Perù Perù: Fuerza de Izquierda Socialista è la sezione peruviana della TMI. La sua rivista ufficiale è El Militante.

Asia[modifica | modifica sorgente]

Oceania[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ What the International Marxist Tendency really stands for - Reply to the Lambertists, In Defence of Marxism, 6 novembre 2006.
  2. ^ Andy McSmith, Ted Grant: Founder of the Trotskyite group Militant Tendency who never abandoned his revolutionary ideals in The Independent, 9 agosto 2006.
  3. ^ Steve Ellner, The Perennial Debate over Socialist Goals Played Out in Venezuela in Science & Society, vol. 74, nº 1, 2010, pp. 63-84.
  4. ^ Oil-slick divisions in Weekly Worker, CPGB PCC, n. 804, 11 febbraio 2010.
  5. ^ A Brief History of the International Marxist Tendency, In Defence of Marxism, 12 agosto 2006.
  6. ^ Trotskyist Parties and Organizations of the World, Broadleft.org, 27 novembre 2005.
  7. ^ A Brief History of the International Marxist Tendency in In Defence of Marxism, 12 agosto 2006.
  8. ^ (EN) Problems Of Entrism, marzo 1959.
  9. ^ Ian Boyne, Socialism not the answer in The Gleaner (Jamaica), 7 giugno 2009. URL consultato il 30 maggio 2012.
  10. ^ Austria: Interview with Lukas Riepler, Vorarlberg Young Socialists chairperson, and candidate in the provincial elections, In Defence of Marxism, 17 settembre 2007. URL consultato il 29 maggio 2010.
  11. ^ Socialistisk Standpunkt 13. Oktober 2008: "Eksklusioner i SFU"
  12. ^ Social Sciences - Full record details for Riposte, Intute, 8 novembre 2002. URL consultato l'8 giugno 2009.
  13. ^ Hans-Gerd Öfinger, Merger of two left parties in Germany in In Defence of Marxism, 25 aprile 2007.
  14. ^ Oil-slick divisions, Weekly Worker (CPGB PCC), Issue 804, 11 febbraio 2010. Consultato il 14 aprile 2011.
  15. ^ May Day in Europe, In Defence of Marxism, 10 maggio 2010. URL consultato il 29 maggio 2010.
  16. ^ Switzerland: Marxist journal in three different languages, In Defence of Marxism, 28 ottobre 2008. URL consultato il 29 maggio 2010.
  17. ^ First issue of ‘The Communist’, the new Moroccan Marxist paper, In Defence of Marxism, 14 ottobre 2009. URL consultato il 29 maggio 2010.
  18. ^ Jorge Martin, Bolivia: massive victory for Evo, a vote for socialism in In Defence of Marxism, 16 dicembre 2009.
  19. ^ Fred Weston, Brazilian Esquerda Marxista joins International Marxist Tendency: A breakthrough in the unification of international Trotskyism, In Defence of Marxism, 29 febbraio 2008. URL consultato il 29 maggio 2010.
  20. ^ Lucha de Clases Editorial Board, Venezuela: Lucha de Clases is born!, In Defence of Marxism, 13 aprile 2010. URL consultato il 29 maggio 2010.
  21. ^ First issue of "Mobareze Tabaqati" Published by Iranian Marxists, In Defence of Marxism, 18 giugno 2010. URL consultato il 19 giugno 2010.
  22. ^ The Struggle, Pakistan: The IMT and Manzoor Ahmed ‑ Against unprincipled careerism!, In Defence of Marxism, 31 marzo 2010. URL consultato il 29 maggio 2010.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Comunismo Portale Comunismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Comunismo