Tempo presente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando i tempi verbali presenti, vedi Presente.
Tempo presente
Stato Italia Italia
Lingua italiano
Periodicità mensile
Genere stampa nazionale
Formato quaderno
Fondatore Ignazio Silone e Nicola Chiaromonte
Fondazione 1956, 1980
Direttore Angelo G. Sabatini
Sito web
 

Tempo presente è una rivista di politica e arte fondata nel 1956 da Ignazio Silone e Nicola Chiaromonte. Vi hanno collaborato vari noti intellettuali del mondo, tra gli altri anche Sergio Quinzio,[1] e Gustaw Herling.[2]

Prima Serie[modifica | modifica wikitesto]

La rivista, definita come "terza via" rispetto alle contrapposizioni culturali dei tempi,[3] assume posizioni politiche indipendenti su temi di respiro internazionale, ad esempio critica il maccartismo;[4] assume anche posizioni alternative difendendo nel 1959 Lorenzo Milani ed Ernesto Balducci[5] sulla scelta dell'obiezione di coscienza.

La rivista è uscita fino al 1968.

Seconda Serie[modifica | modifica wikitesto]

«Tempo Presente» ha ripreso le pubblicazioni nel 1980, sotto la direzione di Angelo G. Sabatini, con un comitato direttivo composto da Alain Besançon, Enzo Bettiza, Francois Bondy, Karl Dietrich Bracher, Aldo Garosci, Gustaw Herling, Natalino Irti, Franco Lombardi, Brian Magee, Nicola Matteucci, Luciano Pellicani, Ruggero Puletti, Rosario Romeo, Alberto Ronchey.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]