Tempo d'estate. Scene di vita di provincia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tempo d'estate.
Scene di vita di provincia
Titolo originale Summertime
Autore J.M. Coetzee
1ª ed. originale 2009
1ª ed. italiana 2010
Genere romanzo
Sottogenere autobiografia
Lingua originale inglese

Tempo d'estate. Scene di vita di provincia (Summertime, 2009) è il terzo volume dell'autobiografia di J.M. Coetzee, autore sudafricano insignito del Premio Nobel nel 2003. La traduzione italiana, a cura di Maria Baiocchi, è uscita nel 2010 presso Einaudi, Torino.

Come nei due volumi precedenti (Infanzia. Scene di vita di provincia e Gioventù. Scene di vita di provincia), il protagonista si chiama John Coetzee e la sua vita corrisponde a quella dello scrittore. Egli tuttavia non vuole che l'opera venga definita autobiografia, bensì romanzo[1]. Nell'apertura di questo terzo volume, si parla di Coetzee come già morto; su di lui vertono cinque interviste ad altrettante persone che lo hanno conosciuto. Le vicende rievocate attraverso questi cinque punti di vista diversi si svolgono per la maggior parte negli anni settanta a Città del Capo.

Edizioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ «Il Sole 24 Ore», Domenica, 23 maggio 2010, p.28
Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura