Template:Pagina principale/Sapevi/22

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
William McGonagall.jpg

William McGonagall (Edimburgo, marzo 1825 - 29 settembre 1902) è stato un poeta scozzese. I suoi versi involontariamente burleschi gli hanno procurato la fama di peggior poeta al mondo. La sua produzione, che include circa 200 componimenti, include The Tay Bridge Disaster (1879), fra le più note poesie dell'autore e considerata fra le più brutte mai realizzate. Nonostante le numerose critiche rivoltegli, McGonagall si è però sempre reputato il più grande poeta di tutti i tempi.

Il semplice stile poetico di William McGonagall, incentrato perlopiù su ballate narrative e versi dedicati a grandi eventi e tragedie di attualità, è stato fortemente criticato per l'uso maldestro della metrica, delle rime, e delle metafore, il vocabolario debole e l'incapacità di scansionare correttamente i versi dei suoi componimenti: fattori che secondo molti contribuirebbero a rendere la sua poesia involontariamente umoristica e a renderlo più un comico da music-hall piuttosto che un poeta. Secondo Tim Parks, la sua stilistica "somiglia a una debole traduzione di una guida turistica in rima".

Oggi McGonagall viene considerato una personalità di culto: è stato spesso citato nella cultura di massa, e viene considerato da alcuni un anticipatore della performance art.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce