Tempio della Tosse

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 41°57′46.41″N 12°47′21.69″E / 41.962892°N 12.789358°E41.962892; 12.789358

Tempio della Tosse
Tempio della Tosse 6.JPG
Porzione superiore del tempio della Tosse.
Civiltà Romana
Utilizzo Tempio
Epoca prima metà del IV secolo
Localizzazione
Stato Italia Italia
Comune Tivoli
il tempio della Tosse da Villa d'Este
Il tempio in una pubblicazione del 1820

Il tempio della Tosse è una costruzione di epoca romana situata sull'antica via Tiburtina a Tivoli. Si trova presso l'Aniene, vicino al santuario di Ercole Vincitore e alla porzione inferiore di villa d'Este, fuori dalla porta detta "del Colle". Nei suoi pressi è situata anche una cartiera, oramai abbandonata, costruita sulle strutture del tempio d'Ercole.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Non si sa con precisione quale funzione rivestisse e in che epoca venne costruito. Dal ritrovamento di una lapide sembra che l'edificio sia stato edificato nella prima metà del IV secolo sui ruderi di una villa romana del I secolo a.C., durante il principato di Costantino I, per commemorare dei lavori eseguiti sulla via Tiburtina. Sono state avanzate diverse ipotesi, tra cui quella che si trattasse di un ninfeo, di un tempio dedicato a Venere o al Sole o ad un sepolcro della gens Tuscia, da cui poi sarebbe derivato il nome attuale. È invece priva di fondamento l'ipotesi, emersa durante il periodo medievale, che fosse un tempio dedicato alla personificazione della tosse, eretto al di fuori delle mura per tenere lontana la malattia della popolazione tiburtina. Nonostante le diverse ipotesi esposte non sono stati trovati reperti archeologici tali da confermare qualsiasi supposizione.

L'edificio venne tramutato in chiesa dedicata alla Vergine Maria nel X secolo e restaurato con materiale proveniente dal vicino santuario di Ercole. Risalgono al basso periodo medioevale alcuni affreschi contenuti al suo interno, anche se in parte danneggiati dal tempo. Venne probabilmente abbandonato tra il XVII e il XVIII secolo.

Attualmente il tempio è sottoposto ad interventi di restauro ed è inglobato in una proprietà privata. Per questi motivi non è possibile visitare il suo interno.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

L'edificio ha forma circolare ed è chiuso da una cupola simile a quella del Pantheon (ovvero dotata di oculo) che misura più di 12 metri di diametro. Il corpo centrale in mattoni si articola in due livelli, uno più antico su cui erano situati gli accessi, l'altro più recente, su cui si aprono tre grandi nicchie rettangolari e quattro nicchie semicircolari. Altre nicchie, su cui si conservato tracce di affreschi risalenti al periodo in cui l'edificio venne tramutato in chiesa, sono presenti all'interno. Anticamente doveva essere rivestito di marmo, come testimoniato dai fori di fissaggio delle lastre, e doveva essere sormontato da una cornice andata perduta, mentre si sono invece conservate le mensole che la sorreggevano.

Poggia su un basamento costituito da resti in opera reticolata della villa del I secolo a.C. e da materiale di reimpiego di edifici antichi.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]