Telmo Pievani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pievani al Darwin Day UAAR 2012

Dietelmo "Telmo" Pievani (Gazzaniga, 6 ottobre 1970) è un filosofo ed epistemologo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la laurea in filosofia della scienza conseguita presso l'Università degli Studi di Milano si è specializzato negli Stati Uniti d'America, dove ha condotto ricerche di dottorato e post-dottorato in biologia evolutiva e filosofia della biologia, sotto la supervisione di Niles Eldredge e di Ian Tattersall presso l'American Museum of Natural History di New York.

Dal 2005 al 2012 è stato professore associato di filosofia della scienza presso la facoltà di scienze dell'educazione e della formazione dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca. Ha ricoperto gli insegnamenti di epistemologia e di epistemologia evolutiva. Dal 2007 è stato vicedirettore del dipartimento di scienze umane per la formazione “Riccardo Massa” e vicepresidente del corso di laurea in scienze dell'educazione.

Dal 2012 è professore associato presso il Dipartimento di Biologia dell'Università degli studi di Padova[1], dove ricopre la prima cattedra italiana di Filosofia delle Scienze Biologiche[2].

Comunicazione della scienza[modifica | modifica wikitesto]

Impegnato in diversi progetti internazionali di comunicazione della scienza, dal 2013 fa parte del Comitato Scientifico di BergamoScienza[3], è stato segretario del consiglio scientifico e coordinatore del Festival della scienza di Genova, divenuta la più importante manifestazione europea del settore. Insieme a Vittorio Bo, è stato direttore scientifico del "Festival delle scienze di Roma".

Fa parte del comitato editoriale di riviste scientifiche internazionali come Evolutionary Biology e Evolution: Education and Outreach[4]. Insieme a Niles Eldredge, è direttore scientifico del progetto enciclopedico “Il futuro del pianeta” di UTET Grandi Opere. Inoltre insieme ancora a Niles Eldredge ed a Ian Tattersall, è il curatore scientifico dell'edizione italiana della mostra internazionale Darwin 1809-2009.

Insieme a Luigi Luca Cavalli Sforza è curatore del progetto espositivo internazionale “Homo sapiens: la grande storia della diversità umana”[5] (Roma, Palazzo delle Esposizioni, 2011-2012; Trento, 2012-2013, Novara 2013).

Telmo Pievani è direttore di Pikaia, il portale italiano dell'evoluzione, ed è stato coordinatore scientifico del Darwin Day di Milano. È membro del comitato di programma delle conferenze mondiali di Venezia, The Future of Science[6], promosse dalla fondazione Umberto Veronesi.

Dal punto di vista editoriale, Telmo Pievani è membro del comitato editoriale de L'Indice dei libri. Ha collabora regolarmente a riviste e giornali, fra i quali La Stampa, Le Scienze e Micromega e, per i quotidiani, scrive in esclusiva per il Corriere della Sera.

È membro della Società italiana di biologia evoluzionistica. Nel 2007 è stato nominato socio corrispondente non residente della classe di Scienze Fisiche, Matematiche e Naturali dell'Istituto veneto di scienze, lettere ed arti. Dal 2013 è Socio corrispondente dell'Accademia delle Scienze di Torino per la classe di Scienze.

Nel 2012 ha ricevuto la menzione speciale della giuria del Premio Scienza e letteratura-Merck Serono, per il saggio La vita inaspettata. Il fascino di un'evoluzione che non ci aveva previsto (Raffaello Cortina)[7].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Il management dell'unicità, Guerini, Milano, 1989; con G. Varchetta
  • Homo sapiens e altre catastrofi, Meltemi, Roma, 2002
  • Pulp Times, Meltemi, Roma, 2003; con F. Carmagnola
  • Sotto il velo della normalità, Meltemi, Roma, 2004; con P. Barbetta, M. Capararo
  • Introduzione alla filosofia della biologia, Laterza, Roma-Bari, 2005
  • La teoria dell'evoluzione. Attualità di una rivoluzione scientifica, Il Mulino, Bologna, 2006
  • Chi ha paura di Darwin?, IBIS Edizioni, Como-Pavia, 2006; con E.Capanna, C.A. Redi
  • Creazione senza Dio, Einaudi, Torino, 2006
  • In difesa di Darwin, Bompiani, Milano, 2007
  • Sante ragioni, Chiarelettere, Milano, 2007; con C.Castellacci
  • Nati per Credere, Codice Edizioni, Torino, 2008; con V. Girotto e G. Vallortigara
  • Creación sin Dios, Ediciones Akal, Madrid, 2009
  • La vita inaspettata. Il fascino di un'evoluzione che non ci aveva previsto, Raffaello Cortina Editore, Milano, 2011
  • Introduzione a Darwin, Laterza, Roma-Bari, 2012
  • La fine del mondo. Guida per apocalittici perplessi, il Mulino, 2012
  • Homo sapiens. Il cammino dell'umanità, Atlante dell'Istituto Geografico De Agostini, 2012
  • Anatomia di una rivoluzione. La logica della scoperta scientifica di Darwin, Mimesis, 2013
  • Evoluti e abbandonati, Einaudi, 2014
  • Il maschio è inutile. Un saggio quasi filosofico, Rizzoli, 2014

Introduzioni a opere di altri autori[modifica | modifica wikitesto]

Telmo Pievani ha curato l'edizione italiana di opere di Richard Dawkins, di Niles Eldredge, di Stuart Kauffman, di Ian Tattersall, di Susan Oyama, di Kim Sterelny, di Edward Osborne Wilson, di Sean B. Carroll e di altri filosofi della biologia ed evoluzionisti. È inoltre il curatore dell'edizione italiana del testamento scientifico di Stephen Jay Gould (La struttura della teoria dell'evoluzione) e dell'ottavo volume (intitolato Storia della scienza e della tecnologia) della Storia della Cultura Italiana diretta da Luigi Luca Cavalli-Sforza. Ha di recente curato l'edizione italiana di una parte dei Taccuini della Trasmutazione darwiniani, pubblicati da Laterza con il nome di Charles Darwin. Taccuino Rosso, Taccuino B, Taccuino E. Ha inoltre firmato la presentazione a Il prezzo del linguaggio. Evoluzione ed estinzione nelle scienze cognitive, di Antonino Pennisi e Alessandra Falzone.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN49477997 · SBN: IT\ICCU\VIAV\100573 · BNF: (FRcb146199865 (data)