Telescopi Magellano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Telescopi Magellano
Magellan-Telescopes-at-LCO-2014-04-19.jpg
OsservatorioLas Campanas
EnteCarnegie Institution for Science
StatoCile Cile
Coordinate29°00′54″S 70°41′30.01″W / 29.015°S 70.69167°W-29.015; -70.69167Coordinate: 29°00′54″S 70°41′30.01″W / 29.015°S 70.69167°W-29.015; -70.69167
Altitudine2 516 m s.l.m.
Prima luce nel2000 e 2002
Caratteristiche tecniche
Lunghezza d'ondaVisibile, vicino infrarosso
Diametro primarioEntrambi 6,5 m

I Telescopi Magellano (in inglese Magellan Telescopes) sono due telescopi ottici gemelli con uno specchio principale di 6,5 m di diametro, situati presso l'Osservatorio di Las Campanas in Cile.

Uno dei due telescopi è intitolato all'astronomo Walter Baade, l'altro all'imprenditore e filantropo Landon Clay.

La prima luce per i due telescopi è avvenuta il 15 settembre 2000 per il telescopio Baade, e il 7 settembre 2002 per il telescopio Clay.

I due telescopi sono stati costruiti e vengono gestiti da una collaborazione tra Carnegie Institution of Washington, University of Arizona, Harvard University, University of Michigan e il Massachusetts Institute of Technology.

Sistema di ottica adattiva[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013, il Clay (Magellan II) è stato dotato di uno specchio secondario adattivo, chiamato MagAO, che consente di acquisire immagini nitide con una risoluzione angolare di 0,02'' (arcosecondi).[1]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Astronomia Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica