Telenord

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Telenord - TN4)
Telenord
Telenord.png
Paese Italia Italia
Data di lancio 1977
Editore Telenord S.r.l.
Sito www.telenord.it
Diffusione
Terrestre
Digitale DVB-T, UHF 43 in Liguria
Streaming
Streaming Adobe Flash, gratuito sul sito www.telenord.it

Telenord è un'emittente televisiva regionale che trasmette in tutta la Liguria.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce nel 1977 con il nome di TN4 a Serra Riccò (zona dell'hinterland a nord-ovest di Genova) per opera dell'imprenditore Alberto Monti. Due anni dopo, sempre a Serra Riccò, Monti fonda anche Euromixer TV e OttoTV.[1].

Durante la gestione Mondadori di Rete 4 è Telenord a trasmettere in Liguria, per 8 ore al giorno, la programmazione dell'emittente[2]. Successivamente entra a far parte della syndication Euro TV, dal 1987 è parte di Odeon TV e, nel biennio 1991/92, di Tv7 Pathè, pur continuando a trasmettere anche programmi propri realizzati localmente[3].

Nel 1985 i proprietari di Tenenord rilevano anche Canale 7 e i diversi programmi autoprodotti dal piccolo network ligure che vengono trasmessi in prima visione su una rete sono a volte programmati in replica nei palinsesti delle altre.[1]

Nel periodo intercorso tra la fine degli anni novanta e l'inizio del nuovo secolo l'emittente entra in una fase di forte rinnovamento, iniziando a trasmettere numerosi programmi autoprodotti, alcuni dei quali condotti da presentatori molto noti: Il Derby del martedì (condotto da Aldo Biscardi e con come opinionisti fissi, tra gli altri, gli ex allenatori cittadini Franco Scoglio e Vujadin Boskov)[4], Sgarbi culturali (con l'omonimo critico d'arte e politico)[4], Il Migliore (programma simile per impostazione a La Bustarella, condotto anche questo da Ettore Andenna, girato nella nota discoteca Covo di Nord Est di Santa Margherita Ligure). Nella stagione 2000/01 Telenord diviene anche referente, per la Liguria, di quello che riguarda le riprese delle partite della Serie D per le rubriche sportive di Rai Sat[5]. Il rinnovo dell'emittente venne accompagnato da una grande campagna pubblicitaria, oltre che sull'emittente stessa, anche in forma tradizionale in tutta la città. Nel frattempo vengono cedute dai proprietari le altre due emittenti, Canale 7 e Euromixer TV.

Al centro il palazzo con la sede attuale di Telenord

Dopo essersi trasferita (anno 2003) nel centro cittadino in Via Ceccardi, nel 2008 è stata inaugurata la nuova sede di Telenord, posta in Via XX Settembre, all'angolo con la centralissima piazza De Ferrari.

Editore è Massimiliano Monti, mentre il direttore della redazione è Paolo Lingua.

Dal giugno 2012, è tra le prime emittenti locali in Italia a trasmettere l'intero palinsesto nel formato "panoramico" 16:9.

Grande importanza nel palinsesto hanno i programmi sportivi dedicati al calcio, con particolare riguardo alle due principali squadre genovesi: Derby del Lunedì, We are Genoa, Forever Samp, Anteprima Derby, Stadio Goal. Modesta attenzione alle altre squadre liguri in serie B. Tutte le trasmissioni del solo Telenord sono visibili anche in streaming sul sito www.telenord.it . Gli altri canali non sono visibili in streaming.

Nell'arco del 2012 l'emittente ha assunto diversi giornalisti provenienti dall'emittente locale concorrente Primocanale (fra questi, Davide Lentini, Enrico Cirone, Maurizio Michieli, Vittorio Sirianni) con l'intento irrealizzatosi di rilanciarsi e di contendere all'emittente avversaria la leadership auditel come tv regionale. In tale ottica Telenord aveva fortemente potenziato il palinsesto prevedendo circa dieci ore di dirette al giorno al partire dal mattino alle 7 con "TGN Mattina" condotto da Simone Gallotti e dalle 9 condotto da Enrico Cirone, seguite da TGN e TGN calcio, rispettivamente alle 12 e alle 12.15. Dalle 17 alle 19 TGN pomeriggio con Davide Lentini.[6]

Crisi, licenziamenti e riduzione del palinsesto[modifica | modifica wikitesto]

Tale palinsesto potenziato, costruito evidentemente emulando quello di Primocanale e pubblicizzato con una massiccia campagna pubblicitaria sui giornali e autobus genovesi, viene ridotto a partire da luglio 2014 a causa probabilmente della crisi dell'editoria locale e dell'emittente che non ha raggiunto gli obiettivi economici e auditel previsti rimanendo sempre ben dietro a Primocanale e, con il passaggio al digitale terrestre, anche a Primocanale TG24 e collocandosi così solo al terzo posto tra le tv regionali.[7] Già al termine del 2013 si interrompe il rapporto lavorativo di coordinatore della redazione di Davide Lentini che decide così di emigrare a R101 a Milano e al termine del 2014 viene licenziato Enrico Cirone. Le stesse ragioni di risparmio dovute alla crisi dell'editoria ligure e dell'emittente si presumono alla base nell'ottobre 2015 dei licenziamenti, dopo 3 mesi in cui non hanno percepito stipendio, di due volti storici dell'emittente: Michela Serra e Fabrizio Cerignale[8]. Sono gli ultimi aggiunti di una lunga lista di eccellenti "epurati" da Telenord tra cui spiccano, oltre ai già citati, Franca Lai, Giovanna Rosi, Giorgia Cenni (passata a Sportitalia), Silvana Bonelli (passata a Telegenova) e Jessica Nicolini (oggi lavora per Regione Liguria). L'Associazione Liguri Giornalisti contesta il fatto che si stia licenziando personale e parallelamente vi siano nell'organico diversi pensionati tra cui il direttore Paolo Lingua (curiosamente ex sindacalista e oggi firmatario dei licenziamenti).[8]

La probabile crisi dell'emittente è dimostrata, oltre che dai tagli all'organico preceduti spesso da mancato pagamento di stipendi[8], dal reinserimento delle seguenti fasce di televendita: 1) dalle 9 alle 10 e 2) dalle 17 alle 19 che va ad allungare la fascia storica di televendite che va dalle 14:30 alle 17. Ciò va a ridurre il palinsesto e le ore di diretta venendo eliminato il "Liberi Tutti" del licenziato Enrico Cirone (poi diventato semplicemente prosecuzione di "TGN Mattina") delle 9 e il "TGN Pomeriggio" di Davide Lentini che andava in onda dalle 17 alle 19.[6][9] Telenord ha inoltre rinunciato,a fine 2014, alla collaborazione, come editorialista, di Franco Manzitti[10], passato a settembre 2015 al gruppo Primocanale per le cui reti e per il cui sito fa i suoi consueti editoriali.[11]

Personaggi e redazione[modifica | modifica wikitesto]

Non è facile risalire, dopo la riduzione dell'organico, alla composizione dell'attuale redazione dell'emittente. Indubbiamente direttore ne è Paolo Lingua, mentre degli altri nomi citati come membri della redazione[12] resta la sola Simona Rosso, cui si può aggiungere la non citata Francesca Licata[13].

Tra i giornalisti sportivi troviamo: Maurizio Michieli (coordinatore della redazione), Maria Grazia Barile, Pinuccio Brenzini, Vittorio Sirianni e Matteo Cantile. Telenord si avvale della collaborazione più o meno occasionale dei seguenti opinionisti del calcio genovese: Enrico Dordoni, Paolo Zerbini, Giorgio Garbarini, Beppe Nuti, Roberto Pruzzo, Piero Sessarego, Claudio Onofri, Beppe Dossena, Enzo Gambaro, Gianni Di Marzio, Xavier Jacobelli, Roberto Bettega[12]

Franca Lai, cantante genovese, conduceva due trasmissioni canore, trasmesse sulla "seconda rete" Liguria tv.

Trasmissioni[modifica | modifica wikitesto]

Tra le principali trasmissioni attuali e passate troviamo:

  • "TGN News" (ex "TGN"), il telegiornale dell'emittente in diretta ormai in un'unica edizione delle ore 19.00 (repliche alle 20.30,23.30, 3.30) . In passato (dal 2012) vi era anche un'edizione in diretta delle ore 12 di TGN.
  • "TGN Mattina", era la sveglia della regione con rassegna stampa, notizie, meteo, traffico, approfondimenti e ospiti insieme a Simone Gallotti (dalle 7.00 alle 9.00) e Enrico Cirone (dalle 9 alle 12) sostituito da "Rassegna stampa" (dal lunedì al sabato dalle 6.55 alle 9)
  • "TGN Pomeriggio", era una trasmissione di approfondimento in diretta condotta da Davide Lentini, che andava in contemporanea anche su Radio Babboleo.
  • "TGN Calcio", l'informazione sportiva quotidiana con ospiti e telefonate del pubblico alle 12.30 e 19.00 (edizione replicata alle 24)
  • "TGN Intervista", erano interviste a personaggi della cultura e dello spettacolo, curate da Enrico Cirone.
  • "GenovaX9", alla scoperta di uno dei nove municipi del capoluogo ligure.
  • "Il Potere", l'intervista settimanale ad un personaggio ligure. Conduce Paolo Lingua.
  • "Tiro Incrociato", era una trasmissione di approfondimento politico condotta da Davide Lentini (venerdì ore 21).
  • "Container", approfondimento sullo shipping ligure e del porto di Genova. Conduce Simone Gallotti (sabato ore 20.00).
  • "Il derby del lunedì", il calcio con l'analisi delle partite del week end. Conduce Maurizio Michieli (lunedì ore 21.00).
  • "We are Genoa", trasmissione dedicata al mondo rossoblu. Conduce Pinuccio Brenzini (mercoledì ore 21).
  • "Forever Samp", trasmissione dedicata al mondo blucerchiato. Conduce Maurizio Michieli (giovedì ore 21)
  • "Anteprima Derby", l'attesa per le partite del week end. Conduce MariaGrazia Barile (venerdì ore 21)
  • "Stadio Goal", l'analisi in diretta delle partite delle squadre genovesi, con immagini in diretta del pre-partita. Conducono Maurizio Michieli o Giorgia Cenni (un'ora e trenta prima dell'inizio delle partite di Genoa e Sampdoria).
  • "Canta e Balla", era una trasmissione con video musicali e l'intrattenimento condotta da Franca Lai. andata in onda dal lunedì al venerdì ore 17.00-19.00 prima su Telenord e Balla Italia, poi sulla "seconda rete" Liguria tv.

Telenord trasmette anche le dirette del Consiglio Comunale di Genova, il martedì a partire dalle 14:30 con repliche alle 21.

Nell'arco della giornata sono previste anche fasce di televendite, prima più estese poi ridottesi nel 2012 e nuovamente notevolmente incrementate nel 2015.

Altri canali minori di Telenord[modifica | modifica wikitesto]

Telenord è presente sul digitale terrestre con i seguenti canali (nessun canale, escluso il principale, ha però produzioni originali di Telenord: il palinsesto consta solo di repliche Telenord e produzioni esterne):

  • Telenord (canale 13)
  • Liguria TV (canale 88), rete su cui si era investito a settembre 2012 per farne una sorta di seconda rete del gruppo con produzioni proprie e rivolta ad un pubblico più anziano[14]. In realtà il progetto si è realizzato solo in piccola parte se si eccettua Vittorio Sirianni e Franca Brignola
  • La Telenord (canale 113) che ha sostituito il progetto fallito di una rete sportiva regionale chiamata "Goal TV"
  • TN Motori (canale 189), il cui vecchio nome era "Motorshop TV"
  • Telesanremo (canale 216) che ha sostituito "Liguria TG24"
  • Balla Italia (canale 609) che ha cessato le sue trasmissioni con l'andata via di Franca Lai dal gruppo Telenord

Telenord aveva fatto richiesta e ottenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico altre numerazioni LCN su cui però non ha mai trasmesso. Il solo canale Telenord è visibile in streaming sul sito dell'emittente.

Una ristretta parte della programmazione (soprattutto quella sportiva) di Telenord è visibile sul digitale terrestre anche fuori Liguria grazie a ITV Italia, il canale del gruppo dedicato principalmente a televendite dotatosi - grazie ad accordi con altre tv locali - di una copertura quasi nazionale.[15]

Telenord è da sempre presente sul satellite (prima con Liguria TV, oggi con ITV Italia alle seguenti coordinate:canale Sky 845, e in FTA HOT BIRD 13° EST FREQUENZA :11.179 H 27500 SYMBOL RATE 3/4 FEC.[15].

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Scheda di Canale 7 e elenco delle TV del passato, dal sito storiaradiotv.it e Euromixer TV, dal sito tvprivate.it
  2. ^ Massimo Emanuelli, 50 anni di storia della televisione attraverso la stampa settimanale, Greco & Greco Editori, 2004, ISBN 9788879803465, pag 377
  3. ^ Scheda di Telenord e Tv7 Pathè, dal sito storiaradiotv.it
  4. ^ a b Ora e sempre, Biscardi, articolo de La Repubblica (edizione di Genova), del 20 settembre 2000
  5. ^ La Sestrese attende un Imperia sempre più a rischio di ritiro, articolo de La Repubblica (edizione di Genova), del 30 settembre 2000
  6. ^ a b Descrizione vecchio palinsesto Telenord, guardatv.it.
  7. ^ Auditel tv locali Italia 2014 (PDF), auditel.it.
  8. ^ a b c TeleNord licenzia – Fuori i giornalisti e al lavoro i pensionati | Associazione Ligure Giornalisti, associazioneliguregiornalisti.org. URL consultato il 17 ottobre 2015.
  9. ^ Attuale palinsesto Telenord con inserimento di nuove televendite, telenord.it.
  10. ^ Manzitti ha lasciato Telenord, su Genova3000. URL consultato il 17 ottobre 2015.
  11. ^ L'invettiva, su www.primocanale.it. URL consultato il 17 ottobre 2015.
  12. ^ a b Redazione e staff, telenord.it.
  13. ^ Francesca Licata, telenord.it.
  14. ^ Telenord presenta il nuovo palinsesto di “Liguria Tv 88”, telenord.it. URL consultato il 17 ottobre 2015.
  15. ^ a b Ecco tutte le frequenze per vedere i programmi sportivi di Telenord, telenord.it. URL consultato il 17 ottobre 2015.
  16. ^ L'arcivescovo di Genova cronista (juventino) in tv

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]