Teleidosaurus calvadosii

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Teleidosaurus
Teleidosaurus BW.jpg
Ricostruzione di Teleidosaurus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Classe Sauropsida
Sottoclasse Diapsida
Infraclasse Archosauromorpha
(clade) Archosauria
Superordine Crocodylomorpha
Sottordine Thalattosuchia
Superfamiglia Metriorhynchoidea
Genere Teleidosaurus

E. Eudes-Deslongchamps, 1869[1]

Specie T. calvadosii
Specie
  • T. calvadosii
    (J.A. Eudes-Deslongchamps, 1866) [2]
    (E. Eudes-Deslongchamps, 1869) [1]

Il teleidosauro (Teleidosaurus calvadosii) è un rettile marino estinto, appartenente ai crocodilomorfi[3]. Visse nel Giurassico medio (Bajociano/Batoniano, circa 168 - 167 milioni di anni fa) e i suoi resti fossili sono stati ritrovati in Francia.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Questo animale è noto principalmente per un cranio completo con mandibola, ritrovati nella zona di Calvados, in Normandia (Francia). Il cranio era dotato di un muso allungato e stretto, simile a quello dell'odierno gaviale. I denti erano conici e acuminati. Dal confronto con animali simili (come Metriorhynchus) si suppone che Teleidosaurus fosse dotato di quattro brevi arti trasformati in strutture simili a pinne.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Teleidosaurus è stato a lungo considerato un rappresentante basale dei metriorinchidi, un gruppo di rettili affini ai coccodrilli e dotati di specializzazioni notevoli per la vita acquatica. Ricerche più recenti hanno indicato che Teleidosaurus era troppo primitivo per poter essere incluso nei metriorinchidi; è quindi considerato un membro dei metriorincoidi esterno ai metriorinchidi.

Il suo nome deriva dal greco antico ed è formato da τελειδος (teleidos= completo) e σαῦρος (sauros= lucertola).

I fossili di questo animale vennero inizialmente studiati da Jacques Amand Eudes-Deslongchamps nel 1866, e denominati Teleosaurus Calvadosii. Fu in seguito suo figlio, Eugène Eudes-Deslongchamps, ad attribuire i fossili a un nuovo genere di coccodrilli marini, Teleidosaurus appunto. Nella stessa zona fu rinvenuta anche una mandibola frammentaria attribuita a una nuova specie, T. joberti, ora considerata identica alla specie tipo. Recenti analisi filogenetiche non confermano la monofilia del Teleidosaurus.[3][4] Nella zona di Calvados sono stati ritrovati i fossili di altre due specie attribuite in passato a Teleidosaurus, T. bathonicus e T. gaudryi, ma nuove ricerche (Young et al., 2010) hanno determinato che queste sono da attribuire a un nuovo genere, Eoneustes.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Eudes-Deslongchamps, E. 1869. Notice sur les animaux fossiles de la famille des Téléosauriens recueillis en Normandie. Mémoires Acad. Imp. Sci. et Arts et Belles-Lettres: 31-80.
  2. ^ Eudes-Deslongchamps, J.A. 1866. Description d'une espèce inédite de Téléosaure des environs de Caen, le Teleosaurus calvadosii. Bulletin Soc. Linn. Normandie, 2 (1): 112-118.
  3. ^ a b Young, Mark T., and Marco Brandalise de Andrade, 2009. "What is Geosaurus? Redescription of Geosaurus giganteus (Thalattosuchia: Metriorhynchidae) from the Upper Jurassic of Bayern, Germany." Zoological Journal of the Linnean Society, 157: 551-585.
  4. ^ Mueller-Töwe IJ. 2005. Phylogenetic relationships of the Thalattosuchia. Zitteliana A45: 211–213.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Eudes-Deslongchamps, J.A. 1866. Description d'une espèce inédite de Téléosaure des environs de Caen, le Teleosaurus calvadosii. Bulletin Soc. Linn. Normandie 2 (1): 112-118.
  • Eudes-Deslongchamps, E. 1869. Notice sur les animaux fossiles de la famille des Téléosauriens recueillis en Normandie. Mémoires Acad. Imp. Sci. et Arts et Belles-Lettres: 31-80.
  • Mueller-Töwe I.J. 2005. Phylogenetic relationships of the Thalattosuchia. Zitteliana A45: 211–213.
  • Wilkinson L.E., Young M.T., Benton M.J. 2008. A new metriorhynchid crocodilian (Mesoeucrocodylia: Thalattosuchia) from the Kimmeridgian (Upper Jurassic) of Wiltshire, UK. Palaeontology 51 (6): 1307-1333.
  • Mark T. Young and Marco Brandalise de Andrade (2009). "What is Geosaurus? Redescription of Geosaurus giganteus (Thalattosuchia: Metriorhynchidae) from the Upper Jurassic of Bayern, Germany". Zoological Journal of the Linnean Society 157 (3): 551–585.
  • Mark T. Young, Stephen L. Brusatte, Marcello Ruta and Marco Brandalise de Andrade (2010). "The evolution of Metriorhynchoidea (Mesoeucrocodylia, Thalattosuchia): an integrated approach using geometrics morphometrics, analysis of disparity and biomechanics". Zoological Journal of the Linnean Society 158 (4): 801–859

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]