Tehuelche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cacique Mulato, l'ultimo grande capo dei Tehuelche

I Tehuelche, chiamati anche Patagoni o (originalmente) Chon o Chonk o Tzonk, sono una tribù di Nativi Americani stanziata in Patagonia. Erano piuttosto alti e quindi vennero conosciuti dagli europei con il nome di Giganti della Patagonia.

Lingua[modifica | modifica wikitesto]

I Tehuelche parlano il Chon come altre tribù presenti in Patagonia. Il primo europeo nel documentare questa storia fu stato Antonio Pigafetta, cronista di Magellano, nel 1520. Sebbene il numero di parlanti sia oggi molto ridotto, la comunità tehuelche (o aonekken) porta avanti un programma di ricupero conosciuto come "Non mi vergogno di parlare tehuelche" (No tengo vergüenza de hablar en tehuelche - kkomshkn e wine akkwoi 'a'ien).[1]

Sottogruppi[modifica | modifica wikitesto]

Rodolfo Casamiquela, un biologo argentino, nel 1965 fece questa suddivisione, criticata ormai dagli antropologi per trattarsi di una divisione arbitraria.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Non si conosce con precisione a quale epoca risalgono i primi insediamenti umani dell'attuale Argentina, ma si sa che circa 15.000 anni fa gli uomini arrivarono in America del Sud e si diffusero in tutto il continente, differenziandosi in svariati popoli: tra questi i Chon (o Tzonk), che abitano la Patagonia.
Sebbene si dica spesso che i Chon furono chiamati "tehuelche", cioè "gente ribelle", nel XIX secolo dai Mapuche non esiste nessuna evidenza di questo fatto. Gli Chon ( o "tehuelche") avevano instaurato rapporti di tipo commerciale con altre tribù che abitavano la Patagonia. Poi, nel XVII secolo, gli spagnoli iniziarono a colonizzare il sud argentino e si scontrarono con i Tehuelche, con i quali, dopo un periodo di convivenza, i rapporti divennero rapidamente conflittuali e diedero origine a guerre e razzie reciproche oltre che a tentativi reiterati di invasione spagnola.

Oggi i tehuelche lottano per ricuperare la loro identità.

Bandiera Tehuelche : il blu del mare, il marrone della terra e in mezzo la freccia che guarda a nord, con la Croce del Sud in mezzo.[2]

Religione[modifica | modifica wikitesto]

I Tehuelche hanno tanti miti e leggende. Lo sciamano era visto come una figura centrale nella religione tehuelche. Egli aveva capacità curative che praticava attraverso gli spiriti. Credevano inoltre in un essere superiore di nome 'Elal o Kènos. Questo era stato l'origine di tutto ed aveva creato l'universo. Oggi la più parte di loro si considera cristiano.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85139211 · BNF (FRcb12133026n (data)
  1. ^ (ES) kketo sh m ´ekot, su kketo sh m ´ekot. URL consultato il 7 agosto 2018.
  2. ^ (ES) Bandera del Pueblo Tehuelche de Santa Cruz, in kketo sh m ´ekot, Comunità Tehuelche per la Lingua Tehuelche, 5 luglio 2018. URL consultato l'8 agosto 2018.