Tedeschi della Dobrugia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tedeschi della Dobrugia
Tedeschi della Dobrugia
Insediamenti dei Tedeschi della Dobrugia
Luogo d'origine Germania Germania
Periodo XIX secolo
Popolazione 30.000
Lingua tedesco, romeno, bulgaro
Religione Luteranesimo, Cattolicesimo
Distribuzione
Romania Romania
Bulgaria Bulgaria
La Dobrugia – in Bulgaria giallo, in Rumania arancio

I tedeschi della Dobrugia sono un gruppo etnico tedesco, insediatosi presso il delta del Danubio intorno all'anno 1840, quando il territorio era ancora sotto la sovranità ottomana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Erano prevalentemente contadini e rappresentavano l'1,5% della popolazione totale. Dopo la guerra tra Russia e Turchia del 1877-1878, la Dobrugia passò alla Russia, mentre la Dobrugia meridionale, dove vivevano poche centinaia di tedeschi, restò alla Bulgaria.

Dopo la prima guerra mondiale il territorio è passato alla Romania. Nel 1940, a seguito del Patto Molotov-Ribbentrop, circa 16.000 tedeschi sono stati trasferiti: 6.000 sono stati inviati nel Protettorato di Boemia e Moravia e il resto nel Wartheland, da cui sono stati espulsi nel 1945.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE1027977286