Tecnica del pomodoro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Un timer "Pomodoro" da cucina, chiamato così dalla tecnica

La Tecnica del pomodoro è un metodo per la gestione del tempo sviluppata da Francesco Cirillo negli anni '80. La tecnica usa un timer per dividere il lavoro in intervalli, di solito lunghi 25 minuti, separati da brevi pause.

La tecnica è diventata molto popolare dalle decine di app e siti web che offrono le istruzioni e i timer. Questo metodo è utilizzato in vari contesti quali progettazione software e programmazione.

Principi di base[modifica | modifica wikitesto]

Ci sono sei passaggi da eseguire nella tecnica :

  1. Decidi il compito da fare.
  2. Imposta il "pomodoro timer" (di solito di una durata da 25 minuti)
  3. Lavora sul compito.
  4. Finisci il lavoro quando il timer suona e metti un contrassegno, così da poter continuare dopo il lavoro.[1]
  5. Fai una pausa breve (3–5 minuti), vai al passaggio 2.
  6. Dopo quattro "pomodori", fai una pausa più lunga (15–30 minuti) per poi resettare il timer e iniziare da capo il procedimento.

Le fasi di pianificazione, monitoraggio, registrazione, elaborazione e visualizzazione sono fondamentali nella tecnica. Nella fase di pianificazione, i compiti sono ordinati per priorità nella "lista delle cose da fare giornaliere". Ogni volta che i pomodori sono completati, loro sono segnalati come "completati", aggiungendo un senso di soddisfazione nell'utente, fornendo dei dati per migliorarsi nel futuro.

Per lo scopo della tecnica, un pomodoro è un intervallo di tempo in cui si lavora. Dopo il completamento del compito, ogni secondo speso nel "pomodoro" è considerato sprecato. Le pause regolari sono prese, aiutando l'assimilazione.

L'obiettivo della tecnica è quella di ridurre l'impatto delle interruzioni per focalizzarsi sul lavoro. Il "pomodoro" non è divisibile e non può essere interrotto: tutte le altre attività devono essere registrate e posticipate.

Applicazioni della tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Il creatore della tecnica, Francesco Cirillo, incoraggia un approccio senza l'uso di dispositivi tecnologici, usando un timer meccanico, foglio e matita. L'atto fisico di messa a punto del timer conferma la determinazione dell'utente ad iniziare l'attività, il ticchettio conferma il desiderio di completare il compito e lo squillare annuncia una pausa. L'impegno viene associato a questi stimoli fisici.

Software[modifica | modifica wikitesto]

La tecnica ha ispirato lo sviluppo di vari software e applicazioni per varie piattaforme, mobile e non.[2][3][4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ cirillocompany.de, https://cirillocompany.de/pages/pomodoro-technique/.
  2. ^ engadget.com, https://www.engadget.com/2009/11/28/the-pomodoro-technique-or-how-a-tomato-made-me-more-productive/.
  3. ^ ISBN 978-1-118-13345-3, https://books.google.com/books?id=d-FYJceblAMC. Parametro titolo vuoto o mancante (aiuto)
  4. ^ linux-magazine.com, http://www.linux-magazine.com/Issues/2014/158/Bitparade-Pomodoro-Tools.