Technology Readiness Level

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il termine Technology Readiness Level (acronimo TRL), che si può tradurre con Livello di Maturità Tecnologica, indica una metodologia per la valutazione del grado di maturità di una tecnologia, sviluppata originariamente dalla NASA nel 1974[1] e successivamente modificata. Viene attualmente utilizzata da vari enti americani ed europei, quali il Dipartimento della Difesa americano, la NASA, l'Agenzia Spaziale Europea, la Commissione europea ed altri.

È basata su una scala di valori da 1 a 9, dove 1 è il più basso (definizione dei principi base) e 9 il più alto (sistema già utilizzato in ambiente operativo).

Nel 2013, l'Organizzazione internazionale per la normazione (ISO) ha pubblicato un proprio standard per definire i livelli di maturità tecnologica ed i relativi criteri di valutazione[2].

La tabella seguente riporta la definizione di TRL così come viene definito dalla Commissione Europea nel documento Technology readiness levels (TRL), HORIZON 2020 – WORK PROGRAMME 2018-2020 General Annexes, Extract from Part 19 - Commission Decision C(2017)7124[3]

Technology Readiness Levels della Commissione Europea
Livello di TRL Descrizione
TRL 1. basic principles observed
TRL 2. technology concept formulated
TRL 3. experimental proof of concept
TRL 4. technology validated in lab
TRL 5. technology validated in relevant environment (industrially relevant environment in the case of key enabling technologies)
TRL 6. technology demonstrated in relevant environment (industrially relevant environment in the case of key enabling technologies)
TRL 7. system prototype demonstration in operational environment
TRL 8. system complete and qualified
TRL 9. actual system proven in operational environment (competitive manufacturing in the case of key enabling technologies; or in space)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Tecnologia Portale Tecnologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di tecnologia