Teatro europeo della prima guerra mondiale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Teatro europeo della prima guerra mondiale
Fante tedesco sul Fronte occidentale
Fante tedesco sul Fronte occidentale
Data 3 agosto 1914 - 11 novembre 1918
Luogo Europa
Esito Trattato di Brest-Litovsk resa della Russia, in seguito Trattato di Versailles e resa della Potenze Centrali
Schieramenti
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

Il teatro europeo della prima guerra mondiale è stato sicuramente il principale teatro di operazioni del conflitto. Durante i quattro anni della Grande Guerra, si affrontarono armate di dimensioni mai messe in campo in precedenza, utilizzando armi e tecnologie completamente nuove. I morti ed i feriti furono milioni.

Considerata l'importanza e la vastità del conflitto in Europa, in questa voce verrà fornita solo una panoramica generale della situazione e dei vari fronti di guerra. Per maggiori informazioni sulle varie campagne si rimanda alle voci secondarie.

Situazione generale[modifica | modifica wikitesto]

Il teatro europeo è diviso in quattro principali teatri di operazioni: fronte occidentale, fronte orientale, fronte balcanico e fronte italiano. Non tutta l'Europa fu coinvolta nel conflitto, e molti territori furono risparmiati. Ad esempio, la guerra non toccò gran parte della Francia e della Germania, così come dell'Italia. Lo stesso suolo della Gran Bretagna fu coinvolto limitatamente ai bombardamenti aerei. Al contrario, altri Paesi furono interamente occupati (Regno di Serbia, Belgio e Romania), oppure subirono grandi devastazioni (Russia ed Impero Ottomano).

Altri grandi Paesi, come Spagna e Svezia, rimasero neutrali. Stesso discoro vale per i Paesi Bassi, che furono letteralmente "aggirati" dalla guerra.

Per quanto riguarda gli Stati Uniti, gli unici combattimenti sostenuti furono in Francia contro l'Impero Tedesco. Le truppe statunitensi vennero trasportate via mare attraverso l'oceano Atlantico, reso sicuro dalla superiorità navale inglese.

Fronte occidentale[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Fronte occidentale (prima guerra mondiale).

Il fronte occidentale fu lo scenario di continui combattimenti dal primo all'ultimo giorno di guerra (11 novembre 1918). Gli scontri avvennero, principalmente, nel nord est della Francia ed in Belgio (interamente occupato). Gran parte della Francia non fu toccata direttamente dal conflitto, e l'Olanda rimase neutrale.

I principali belligeranti furono Francia, Belgio ed Impero Britannico, che si contrapposero all'Impero Tedesco.

Fronte orientale[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Fronte orientale (prima guerra mondiale).

Il fronte orientale riguardò un numero estremamente ampio di territori, dal Mar Baltico al Mar Nero (asse nord-sud) e da Prussia e Galizia alla Lettonia e Minsk (asse est-ovest). I combattimenti cessarono prima che sul fronte occidentale, ed in pratica non vi furono più operazioni militari significative dopo l'autunno 1917 a causa della Rivoluzione Russa. Quest'ultimo evento costrinse l'Impero Russo ad uscire dal conflitto con la Pace di Brest-Litovsk, nel marzo 1918. Nel 1916, vi fu anche l'intervento della Romania, occupata in buona parte entro la fine dello stesso anno.

I principali protagonisti furono Austria-Ungheria e Germania da una parte, ed Impero Russo e Romania dall'altra.

Fronte italiano[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Fronte italiano (prima guerra mondiale).

Il fronte italiano riguarda una parte dell'Italia nord orientale, sui confini con l'Austria-Ungheria. Le ostilità iniziarono il 24 maggio 1915, e si conclusero il 4 novembre 1918. Gran parte dei combattimenti avvennero tra le Alpi e l'Adriatico, vicino alla città di Trieste.

I principali protagonisti furono il Regno d'Italia e l'Austria-Ungheria, con piccoli contingenti da parte di Francia, Gran Bretagna, Stati Uniti (da parte dell'Italia) ed Impero Tedesco (per l'Austria-Ungheria).

Fronte balcanico[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Campagna dei Balcani (1914-1918).

Il fronte balcanico riguarda tutte quelle campagne combattute in Serbia, Albania, Montenegro, Macedonia e Romania. Comunque, furono coinvolti anche territori in Grecia (parte settentrionale), Bulgaria (parte occidentale) ed Austria-Ungheria (parte meridionale). I combattimenti furono su scala molto più ridotta che sugli altri fronti, tanto che le grandi potenze lo considerarono un teatro tutto sommato secondario.

Ad Austria-Ungheria, Germania, Bulgaria ed Impero Ottomano si opposero Francia, Gran Bretagna, Russia, Serbia, Romania, Montenegro e Grecia.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]