Teatro Parioli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Teatro Parioli
Teatro Parioli Peppino De Filippo.JPG
Entrata del Teatro Parioli
Ubicazione
Stato Italia Italia
Località Roma
Indirizzo Via Giosuè Borsi, 20
Realizzazione
Proprietario 1938
Sito ufficiale

Il teatro Parioli Peppino De Filippo spesso abbreviato in teatro Parioli, è un teatro del quartiere Parioli di Roma situato al numero civico 20 di via Giosuè Borsi. Intitolato al celebre artista napoletano Peppino De Filippo sin dal 2011, fu costruito nel 1938 come sala cinematografica.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il teatro fu costruito nel 1938 in Via Giosuè Borsi 20, nel quartiere Parioli, ed era destinato all'utilizzo di sala cinematografica.

Nel 1958 divenne teatro di prosa e raggiunse l'apice della notorietà grazie ad artisti quali Alighiero Noschese, Antonella Steni ed Elio Pandolfi con alcune rappresentazioni che fecero la storia dell'intrattenimento italiano come Scanzonatissimo, che successivamente sarà oggetto di trasposizione cinematografica.

Nel dicembre 1977 il teatro fu vittima di un attentato fascista, l'edificio fu dato alle fiamme e subì ingenti danni.[1]

Dal 1982 ha ospitato le riprese televisive del Maurizio Costanzo Show, popolare talk show trasmesso in seconda serata su reti Mediaset.

Nel 1988 Maurizio Costanzo diviene direttore artistico del teatro[2] e sul palco del Parioli si avvicenderanno alcuni grandi talenti della comicità italiana tra cui Vincenzo Salemme, I Fichi d'India e Giobbe Covatta.

Nel 2011 il teatro Parioli rischia di chiudere i battenti e viene salvato da Luigi De Filippo, che ne diviene direttore artistico dal giugno 2011, e da sua moglie Laura Tibaldi. Inoltre il teatro viene rinominato Teatro Parioli Peppino De Filippo in onore del padre di Luigi De Filippo.[3]

Responsabili del teatro[modifica | modifica wikitesto]

Direttori artistici[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ l'Unità.it - Cronaca, su archiviofoto.unita.it. URL consultato l'8 marzo 2016.
  2. ^ Teatro Parioli - Peppino De Filippo ROMA, su Teatro Parioli - Peppino De Filippo ROMA - TICKETONE. URL consultato l'8 marzo 2016.
  3. ^ Teatro Parioli di Roma Agendaonline.it, su AgendaOnLine.it. URL consultato l'8 marzo 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]