Teatro Astra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Teatro Astra
Teatro Astra.JPG
Ubicazione
Stato  Italia
LocalitàVicenza
IndirizzoContrà Barche 53
(Ufficio in Contrà Barche 55)
Dati tecnici
TipoSala a gradoni
Capienza404 posti
Realizzazione
Costruzione1934-1936
ArchitettoFrancesco Mansutti e Gino Miozzo
ProprietarioComune di Vicenza
Sito ufficiale
Coordinate: 45°32′46.02″N 11°33′01.78″E / 45.546116°N 11.550495°E45.546116; 11.550495

Il Teatro Astra è una struttura teatrale di Vicenza realizzata tra il 1934 e il 1936 e di proprietà comunale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il teatro fa parte del complesso della Casa del Balilla (poi, dal 1937, GIL) realizzato a Vicenza tra il dicembre 1934 e l'aprile 1936 su progetto dello studio padovano degli architetti Francesco Mansutti e Gino Miozzo.

Ristrutturato nel 1986, ospita da allora, in convenzione con il Comune di Vicenza, l'attività di produzione e il progetto artistico del teatro Stabile di Innovazione La Piccionaia, con la produzione di teatro ragazzi e prosa e la progettazione di stagioni che vedono avvicendarci gli artisti più significativi della scena italiana e internazionale, con un'attenzione specifica per la ricerca e le giovani compagnie emergenti.

Con le stagioni serali Le Piccole Trasgressioni e Astrazioni prima, Gusti Astrali e Niente Storie poi, e, negli ultimi anni, Fatti di Vita, Siamo Umani e Terrestri, il teatro si è distinto come un luogo dalla vocazione al contemporaneo, che affronta temi di impegno civile e sociale e punta sulla sperimentazione e l'innovazione dei linguaggi.

L'Astra è sede della prima tappa di selezione per il triveneto del Premio Scenario e del Premio Scenario Infanzia, due tra i più importanti riconoscimenti nazionali del settore.

Accanto alla vocazione per il contemporaneo, il Teatro Astra coltiva l'attenzione per le giovani generazioni con proposte specifiche che, grazie a spettacoli in matinée e la domenica pomeriggio, lo rendono punto di riferimento per le scuole e le famiglie di Vicenza e provincia. Uno spazio d'elezione per l'infanzia e l'adolescenza, anche grazie alle ricerca artistica condotta da Carlo Presotto e Ketti Grunchi.

Nel periodo estivo, il teatro allestisce inoltre l'arena estiva, offrendo una programmazione di spettacoli à tout public.

Il Teatro Astra ha una sala di 404 posti[1] e si caratterizza per la sua ottima acustica e visibilità.

Nel novembre 2010 l'alluvione che colpisce la città non risparmia neanche il teatro. L'acqua danneggia i camerini negli interrati, la centrale termica, gli uffici e gli archivi, la zona sotto la hall di ingresso, le scale e i corridoi, risparmiando fortunatamente la sala. Nonostante l'evento, la stagione teatrale è partita regolarmente il 27 novembre 2010 con lo spettacolo Albero senza ombra di César Brie. I danni alla struttura sono stati calcolati in 330 000 euro, ai quali si sono aggiunti i costi per la sostituzione delle poltroncine, fortemente danneggiate dall'umidità.

Nel 2014 la convenzione con il Comune di Vicenza che assegna la gestione del Teatro a La Piccionaia è stata rinnovata per altri tre anni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]