The Dudley Boyz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Team 3D)
Jump to navigation Jump to search
The Dudley Boyz
Team3D.jpg
Bubba Ray Dudley (a destra) e D-Von Dudley (a sinitra)
NomiThe Dudley Boyz
Dudley Boys
Dudleys
Dudleyz
Team 3D
Aces & 8s
MembriBubba Ray Dudley / Brother Ray / Bully Ray
D-Von Dudley / Brother Devon / Devon
Ex membriSpike Dudley
AltezzaBubba Ray (193 cm)
D-Von (188 cm)
Peso combinato250 kg
Debutto13 aprile 1996
Scioglimento17 dicembre 2016
Anni attivi1996–2010
2013–2016
FederazioniECW
WWF/E
TNA
AJPW
HUSTLE
NJPW
Insane Championship Wrestling
Progetto Wrestling

I Dudley Boyz, noti anche come Team 3D, sono stati un tag-team di wrestling composto da Bubba Ray Dudley (Brother Ray) e D-Von Dudley (Brother D-Von). I due, principalmente ricordati per la loro militanza nella World Wrestling Federation/Entertainment (WWF/E) tra il 1999 e il 2005, hanno combattuto anche in altre federazioni statunitensi, tra cui la Extreme Championship Wrestling (ECW) e la Total Nonstop Action Wrestling (TNA). In WWE, i Dudleyz detengono il record del maggior numero di regni come campioni di coppia per un totale di nove volte, avendo detenuto il WWF/World Tag Team Championship otto volte e il WWE Tag Team Championship una volta. Nel 2018, inoltre, i Dudleyz sono stati inseriti nella Hall of Fame.

I Dudley Boyz possono essere considerati anche come una stable, giacché al duo è stato affiancato per molto tempo un terzo wrestler, il giovane Spike Dudley (Brother Runt). Questi tre atleti fanno parte di quel gruppo che nel mondo del wrestling è conosciuto con il nome di Famiglia Dudley (in inglese Dudley Family).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La popolarità dei Dudley Boyz è comunque legata ai successi raggiunti da Ray e Devon, considerati uno dei tag team di maggior successo nella storia del wrestling: hanno conquistato un totale di ventidue titoli di coppia, tra cui il World Tag Team Championship, il WWE Tag Team Championship, l'ECW Tag Team Championship, il WCW Tag Team Championship, l'NWA World Tag Team Championship, il TNA World Tag Team Championship (primi campioni), l'HUSTLE Super Tag Team Championship e il IGPW World Tag Team Championship

Bubba Ray e D-Von dirigono la "Team 3D Academy of Professional Wrestling and Sports Entertainment" presso la X-Cel Fitness Gym di Kissimmee. Tra gli allenatori della scuola è inoltre compreso Matt Bentley.

Annunciano il loro ritiro il 10 ottobre 2010, sera di TNA Bound for Glory, dicendo però di voler combattere un'ultima volta contro Chris Sabin e Alex Shelley. Nonostante questa notizia, il tag team ha rinnovato negli ultimi giorni dello stesso mese un contratto con la TNA pluriennale. Durante il PPV TNA Lockdown il Team 3D si riunisce nella stable Aces & 8s.

A Slammiversary XII è stata annunciata l'introduzione nella TNA Hall of Fame di Bully Ray e Devon, come membri del Team 3D.

Extreme Championship Wrestling (1996–1999)[modifica | modifica wikitesto]

World Wrestling Federation/Entertainment (1999–2005)[modifica | modifica wikitesto]

Total Nonstop Action Wrestling (2005–2014)[modifica | modifica wikitesto]

Circuiti indipendenti (2005–2015)[modifica | modifica wikitesto]

Ritorno in WWE (2015–2016)[modifica | modifica wikitesto]

I Dudley Boyz ritornano i WWE nell'estate del 2015, dieci anni dopo l'ultima apparizione, attaccando i membri del New Day (Big E, Kofi Kingston e Xavier Woods) nella puntata di Raw successiva a SummerSlam. A Night of Champions del 20 settembre tentano l'assalto al WWE Tag Team Championship dei New Day (rappresentato da Big E e Kingston), sconfiggendoli tuttavia per squalifica a causa dell'intervento di Woods (e senza dunque il passaggio dei titoli). A Hell in a Cell del 25 ottobre affrontano nuovamente Big E e Kingston del New Day, ma questa volta sono i campioni a trionfare sui Dudleyz.

I Dudley Boyz contro la Wyatt Family nel gennaio 2016

Nel mese di novembre iniziano una faida con la Wyatt Family: nei primi due incontri (23 e 26 novembre) sono i Dudleyz a vincere ma per squalifica, venendo poi duramente aggrediti. I Dudleyz allora si alleano con Tommy Dreamer e il 30 novembre vincono ancora per squalifica. Al gruppo si aggiunge anche il rientrante Rhyno, riformando il Team ECW, ma in due incontri, a TLC: Tables, Ladders & Chairs e a Raw (in un Extreme Rules match), vengono nuovamente sconfitti dalla Wyatt Family.

I Dudley Boyz nell'aprile 2016

Nella puntata di Raw dell'8 febbraio, dopo aver vinto insieme agli Usos (Jimmy e Jey Uso) un 8-man Tag Team Tables Match contro i New Day e Mark Henry (dove il "World Strongest Man" abbandona i loro compagni durante lo scontro) hanno attaccato i gemelli Usos rifilando una 3D su Jay e una Powerbomb su Jimmy sui tavoli, effettuando di fatto un turn heel. Sempre a Raw, il 15 febbraio, hanno attaccato senza motivo Roman Reigns prima di venire respinti da Dean Ambrose. Nella puntata di SmackDown del 18 febbraio hanno affrontato Reigns e Ambrose ma questi due hanno vinto l'incontro per squalifica a causa dell'intervento di Brock Lesnar. Successivamente iniziano una faida proprio con gli Usos: nella puntata di SmackDown del 25 febbraio D-Von ha sconfitto Jimmy Uso mentre Bubba Ray ha sconfitto il fratello Jey nella puntata di Raw del 29 febbraio.
Il 3 aprile a WrestleMania 32 i Dudleyz sono stati sconfitti dagli Usos. I Dudleyz, tuttavia, hanno avuto la loro rivincita contro gli Usos in un Tables match nella puntata di Raw del 4 aprile. Nella puntata di Raw dell'11 aprile viene indetto un torneo per decretare i contendenti nº1 al WWE Tag Team Championship detenuti dal New Day e i Dudleyz affrontano ai quarti di finale i Lucha Dragons (Kalisto e Sin Cara), riuscendo a sconfiggerli. Nella semifinale, invece, svoltasi il 18 aprile a Raw, i Dudley Boyz sono stati sconfitti da Enzo Amore e Big Cass, venendo eliminati. Nella puntata di SmackDown del 1º giugno i Dudley Boyz hanno sconfitto i Golden Truth (Goldust e R-Truth). Il 19 giugno nel Kick-off di Money in the Bank i Dudleyz sono stati sconfitti dai Lucha Dragons. Nella puntata di Raw dell'11 luglio i Dudley Boyz hanno partecipato ad una Battle Royal per determinare il contendente nº1 all'Intercontinental Championship, detenuto da The Miz, ma sono stati entrambi eliminati.

Con la Draft Lottery avvenuta nella puntata di SmackDown del 19 luglio, i Dudley Boyz sono stati trasferiti nel roster di Raw. I Dudleyz sono tornati nella puntata di Raw dell'8 agosto dove sono stati sconfitti da Neville e Sin Cara. Nella puntata di Raw del 15 agosto i Dudleyz sono stati sconfitti da Kofi Kingston e Xavier Woods del New Day. Il 21 agosto a SummerSlam i Dudleyz sono stati sconfitti da Neville e Sami Zayn nel Kick-off.

La sera successiva, a Raw, i Dudleyz hanno annunciato il loro abbandono dalla WWE, dopo aver attaccato gli Shining Stars (Primo e Epico) ed essere stati brutalmente attaccati in seguito da Luke Gallows e Karl Anderson.

Ritorno al Circuito indipendente (2016)[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 agosto 2016 è stato annunciato che i Dudleyz, noti come Team 3D, sono entrati a far parte della Insane Championship Wrestling.

Dopo aver combattuto alla House of Glory il 17 dicembre 2016, D-Von ha annunciato il suo ritiro dal mondo del wrestling, sancendo di fatto la fine della stable.

Ritorno in WWE (2018)[modifica | modifica wikitesto]

Nella puntata speciale di Raw del 22 gennaio 2018 in occasione dei venticinque anni di vita dello show, i Dudley Boyz hanno fatto il loro ritorno a sorpresa per una notte; Bubba Ray e D-Von sono intervenuti al termine del match (terminato in no contest) tra Heath Slater e Rhyno e il Titus Worldwide (Apollo Crews e Titus O'Neil) dove hanno colpito Slater con una 3D. Il 29 gennaio è stata annunciata da ESPN la futura introduzione dei Dudley Boyz nella WWE Hall of Fame. Il 6 aprile i Dudley Boyz sono stati ufficialmente introdotti nella WWE Hall of Fame dai loro storici avversari Edge e Christian.

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

I Dudley Boyz eseguono la 3D su Lance Storm
Il Team 3D mentre esegue il Whassup?

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

  • 3D – Dudley Death Drop (Flapjack di D-Von e Cutter di Bubba Ray in combinazione, a volte su un tavolo)

Mosse caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali dei singoli wrestler[modifica | modifica wikitesto]

Manager[modifica | modifica wikitesto]

Soprannomi[modifica | modifica wikitesto]

  • "Those Damn Dudleys" (WWF/E)
  • "The Baddest Tag Team on the Planet" (WWE)

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

  • "We're Comin' Down" di Jim Johnston (WWF/E; 1º aprile 2001–11 marzo 2002; 25 agosto 2015–22 agosto 2016; 22 gennaio 2018)
  • "Turn the Tables" dei Saliva (WWF/E; 14 marzo 2002–17 novembre 2002)
  • "Bombshell" dei Powerman 5000 (WWE; 18 novembre 2002–12 giugno 2005)
  • "Watch Out, Watch Out" di Dale Oliver (TNA; 1º ottobre 2005–11 novembre 2010; 15 giugno 2014–11 ottobre 2014; usata come membro del Team 3D)
  • "Devon" di Dale Oliver (TNA; 2011–2012; 2014)
  • "Deadman's Hand" di Dale Oliver (TNA; 14 ottobre 2012–22 agosto 2013; usata insieme agli Aces & Eights)

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Team 3D con il TNA World Tag Team Championship e l'IWGP Tag Team Championship allo Slammiversary nel 2009
  • Cauliflower Alley Club
    • Other honorees (1997)
  • Hustle
    • Hustle Super Tag Team Championship (1)[3]

1 Record condiviso con Alberto del Rio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ AJPW World's Strongest Tag Team League tournament results, Shining Road. URL consultato il 16 settembre 2008 (archiviato dall'url originale il 4 febbraio 2008).
  2. ^ ECW World Tag Team Championship history, WWE. URL consultato il 16 agosto 2008.
  3. ^ Dream Stage Entertainment Hustle Super Tag Team Title, Wrestling-Titles.com. URL consultato il 16 settembre 2008.
  4. ^ [Results] New Japan,1/4/09, Puroresufan.com/njpw. URL consultato il 5 gennaio 2009.
  5. ^ a b The PWI Awards, in Pro Wrestling Illustrated, vol. 33, nº 3, 2012, pp. 98.
  6. ^ The PWI Awards, in Pro Wrestling Illustrated, vol. 33, nº 3, 2012, pp. 96–97.
  7. ^ 2CW Tag Team Championship history, su cagematch.net.
  8. ^ Total Nonstop Action Wrestling official title history, Total Nonstop Action Wrestling. URL consultato il 16 settembre 2008 (archiviato dall'url originale il 21 giugno 2008).
  9. ^ Ryan Droste, Impact! Results - 1/14/06 (Christian & Rhino vs. AMW, Sting is heard), su WrestleView, 15 gennaio 2006. URL consultato il 20 giugno 2012.
  10. ^ Royal Duncan, WCW - World Championship Wrestling WCW World Tag Team Title History, Solie. URL consultato il 16 settembre 2008.
  11. ^ The Dudleys' first reign, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 16 settembre 2008.
  12. ^ World Tag Team Championship official history, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 16 settembre 2008.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling