Teagene di Megara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Teagene di Megara (in greco antico: Θεαγένης, Theaghénēs; Megara, VII secolo a.C. – ...) è stato un tiranno greco antico della città di Megara, contemporaneo di Cilone, a cui diede in sposa la figlia[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu capo dei concittadini nella lotta contro gli aristocratici (630 a.C. circa), i quali lo elessero dopo le devastazioni operate ai campi dei ricchi. Conquistata una posizione di prestigio, Teagene si comprò delle guardie del corpo e, grazie a queste, riuscì a imporsi come tiranno della città.[2] Secondo Pausania[3], Teagene, durante la sua tirannide, attuò numerosi lavori pubblici ed aiutò i poveri ad emanciparsi. La sua morte avvenne lontano dalla città in circostanze oscure.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tucidide, La Guerra del Peloponneso, I, 126, 3; Treccani.
  2. ^ a b Smith.
  3. ^ Pausania, I, 40, 1; I, 41, 2.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]