Tasso di disoccupazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In economia e statistica il tasso di disoccupazione è un indicatore statistico del mercato del lavoro, più in generale del mondo lavoro, e tra i principali indicatori di congiuntura economica. L'obiettivo primario è di misurare una discrepanza sul mercato del lavoro dovuto ad un eccesso di offerta di lavoro (da parte dei lavoratori) rispetto alla domanda di lavoro (da parte delle imprese), mentre non è adatto a misurare discrepanze dovute a mancanza di manodopera (ricercata dalle imprese).

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Misura solitamente la percentuale delle forza lavoro che non riesce a trovare lavoro e pertanto viene definito come

tasso\ di\ disoccupazione = \frac{persone\ in\ cerca\ di\ lavoro}{forza\ lavoro} \times 100

ove la "forza lavoro" è la somma delle "persone in cerca di lavoro" e gli "occupati" ovvero tutte le persone in età da lavoro (in Italia 15-64 anni).

Si ritiene comunemente che il tasso di disoccupazione non riesca a raggiungere mai lo zero in quanto anche in condizioni economiche particolarmente favorevoli vi sarà sempre qualcuno che per un periodo per quanto breve cerca lavoro.

Pur ritenendo che il "tasso di disoccupazione frizionale" si attesti attorno al 3-4% esistono aree in cui vengono misurati tassi anche inferiori al 2%.

Particolare attenzione viene data al "tasso di disoccupazione giovanile" (che corrisponde solitamente ad un tasso specifico per le età 15-24 anni) in quanto indicativo delle difficoltà a trovare lavoro da parte della popolazione più giovane e dunque con meno esperienza lavorativa.

Il tasso di disoccupazione sottostima il problema della disoccupazione: ad esempio non viene considerato disoccupato chi ha lavorato anche solo un'ora a settimana, o chi ha rinunciato a cercare lavoro; inoltre chi non ha ancora mai lavorato è considerato "inoccupato" e non "disoccupato".

Tassi di disoccupazione[modifica | modifica wikitesto]

Nazione Continente 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010
Belgio Europa 7,8 7,6 7,4 7,2 6,9 9,8 10,0*
Cina Asia 9,9 9,0 9,3 8,8 8,9 9,4 8,8*
Francia Europa 10,0 10,0 9,9 9,1 9,6 10,8 11,5*
Germania Europa 10,6 11,6 11,4 10,3 11,4 12,0 13,0*
Giappone Asia 4,7 4,3 3,9 4,6 5,1 5,7 6,4*
Italia Europa 7,9 7,7 6,8 6,1 6,8 7,8 8,5*
Paesi Bassi Europa 6,5 6,7 6,3 6,9 7,6 8,8 10,3*
Stati Uniti d'America America 5,5 5,1 4,9 4,8 7,8 9,2 9,5*
Svizzera Europa 3,9 3,8 3,5 2,8 4,0 6,7 7,5*

Note: * previsione

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]