Tartina city

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tartina City
Titolo originale Tartina City
Paese di produzione Ciad, Francia, Gabon
Anno 2006
Durata 85 min
Genere drammatico
Regia Serge Issa Coelo
Interpreti e personaggi

Tartina City è un film del 2006 diretto dal regista ciadiano Serge Issa Coelo, prodotto in Ciad / Francia / Gabon. Presentato al 27º Festival del Cinema Africano di Verona.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Un film duro, che colpisce lo spettatore dritto allo stomaco, mostrando le condizioni in cui hanno vissuto e continuano a vivere milioni di persone in Africa e in molti altri Paesi del mondo. Un grido contro ogni forma di dittatura, una speranza di rinascita.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il giovane giornalista Adoum sta cercando in ogni modo di ottenere il passaporto per fuggire all'estero e diffondere un reportage sulla situazione attuale del suo paese. Ma il giorno della partenza viene fermato all'aeroporto e nei suoi abiti viene trovata una lettera compromettente. Immediato l'arresto e la reclusione nelle terribili prigioni sotterranee gestite dallo psicopatico e crudele colonnello Koulbou. Torture disumane, buio, freddo, terribili condizioni igieniche. Un incubo orchestrato dalla mente malata di Koulbou, assetata di violenza e incapace di compassione.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema