Tarta de Santiago

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tarta de Santiago
Tarta de Santiago-2010.jpg
Tarta de Santiago
Origini
Luogo d'origineSpagna Spagna
RegioneGalizia
Dettagli
Categoriadolce
RiconoscimentoI.G.P.
Ingredienti principalimandorle, zucchero e uova.

La Tarta de Santiago (letteralmente "Torta di Santiago") è una ricetta tradizionale della cucina della regione spagnola della Galizia e la sua origine è sconosciuta. Attualmente è possibile acquistarla in quasi tutti i panifici e nelle aree attraverso le quali passa il Cammino di Santiago di Compostela, e in tutta la comunità autonoma della Galizia, soprattutto durante il mese di luglio e la prima settimana di agosto. I suoi ingredienti principali sono mandorle, zucchero e uova[1].

Caratteristiche [2][modifica | modifica wikitesto]

La torta di Santiago è fatta con mandorle polverizzate e mescolate con uovo e zucchero. Questo dà luogo a una massa compatta alla quale viene aggiunto del burro. Successivamente, viene cotto in un recipiente refrattario a 180 °C - 200 °C per circa 45 minuti fino a quando la parte superiore si indurisce. Infine, solitamente si cosparge di zucchero a velo la croce di Santiago nella parte superiore, in modo che, una volta rimossa, il contorno della croce sia stampato.

La croce nella parte superiore della torta

Queste torte non devono contenere farina, tranne nell'impasto che ricopre la parte inferiore, ma si includono cannella e scaglie di limone. La torta deve avere un colore dorato e la sua consistenza dovrebbe essere leggermente spugnosa e un po' granulosa. Il sapore caratteristico di questa torta è una miscela equilibrata di mandorle e uova.

La torta viene servita dopo i pasti accompagnata da un cappuccino, alcuni preferiscono servirla accompagnata da un vino dolce.

Storia [2][modifica | modifica wikitesto]

Non si sa nulla riguardo al consumo di mandorle in Galizia durante il Medioevo, ma è risaputo che era un alimento di lusso riservato a pochi. La prima notizia che si ha dell'uso di questa torta è del 1577 durante una visita di D. Pedro de Porto Carrero all'università di Santiago. Anche se a quei tempi la torta era denominata Tarta real gli ingredienti e le caratteristiche fanno pensare che è la torta che oggi chiamiamo "Torta di Santiago".

L'origine della croce di Santiago rappresentata sulla torta risale al 1924 quando la José Mora, fondatore della pasticceria Casa Mora, inizia ad adornare le torte di mandorle con l'attuale croce, ottenendo un gran successo in Galizia e nel resto della Spagna[3].

Nel maggio 2011, la denominazione Tarta de Santiago è stata riconosciuta indicazione geografica protetta (IGP)[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Tarta de Santiago, ricetta tipica della Galizia, su tierra.it. URL consultato il 25 febbraio 2019.
  2. ^ a b Tarta o Torta di Santiago, storia e ricetta, su La Gazzetta del Gusto. URL consultato il 25 febbraio 2019.
  3. ^ Ricetta Tarta de Santiago: per i celiaci, su Agrodolce. URL consultato il 25 febbraio 2019.
  4. ^ (PDF) Regolamento (CE) N. 403/2010 della Commissione del 10 maggio 2010 recante iscrizione di una denominazione nel registro delle denominazioni di origine protette e delle indicazioni geografiche protette Tarta de Santiago (IGP), su eur-lex.europa.eu. URL consultato il 25 febbraio 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]