Targhe automobilistiche danesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Modello di targa danese attuale senza banda blu

Sistema in uso[modifica | modifica wikitesto]

Modello di targa in uso con banda blu UE
Modello di targa con grafica utilizzata dal 1976 al 2008
Esempio di piastra personalizzata

Le targhe automobilistiche della Danimarca misurano 504 × 120 mm e sono composte da due lettere progressive da AA a ZZ seguite da cinque cifre (Es.: AA 00 000). Sono escluse le combinazioni con le lettere GR (riservate alla Groenlandia), BH, BU, CC, CD, DK, DU, EU, KZ, MU, PU, PY, SS, UD, UN e VC. La "O" è inserita solo come prima lettera del blocco alfanumerico; non vengono utilizzate le lettere specifiche del danese Æ, Å e Ø. Dalle immagini riportate si può notare come dal 1976 al 2008 la grafica usata fosse diversa.
Le targhe standard dal 1976 hanno un contorno rosso e caratteri neri su sfondo bianco riflettente (erano invece bianchi su sfondo nero dal 1958 al 1976). Non sono legate in alcun modo al luogo di immatricolazione[1].
Sulla sinistra vi è la banda blu con le dodici stelle dell'Unione europea, di colore giallo, e la sigla internazionale dello Stato, ossia DK, di colore bianco. La banda blu è stata introdotta il 12 ottobre 2009, tuttavia, a differenza di quanto avviene negli altri Paesi dell'UE, è a tutt'oggi opzionale[2].
Da luglio 1992 è possibile avere con un costo aggiuntivo targhe personalizzate, nelle quali è possibile includere una combinazione a piacere di numeri e lettere (comprese quelle con segni diacritici del danese escluse dalle targhe normali), a condizione che non sia offensiva, blasfema od oscena. Il limite massimo dei caratteri utilizzabili è sette.

Targhe speciali[modifica | modifica wikitesto]

Macchine agricole, motocicli e ciclomotori[modifica | modifica wikitesto]

Targa di un ciclomotore

Le targhe dei motocicli, dei ciclomotori e delle macchine agricole sono disposte su due linee: nelle piastre dei motocicli le cifre sono cinque (due in alto dopo le lettere e tre in basso), sono invece tre, tutte posizionate in basso, in quelle delle macchine agricole e dei ciclomotori.

Famiglia reale[modifica | modifica wikitesto]

Targa di un veicolo della famiglia reale

I veicoli della Regina e della Famiglia reale utilizzano targhe speciali, con caratteri bianchi in campo nero; lo stemma di una corona reale è posizionato a sinistra e precede le cifre.

Veicoli speciali all'interno di aeroporti[modifica | modifica wikitesto]

Negli aeroporti i mezzi di servizio hanno due tipi di targhe: verdi con caratteri neri (emesse dal 1986 al 1997, ancora valide) e rosse con caratteri bianchi (in uso dal 1997); le prime due lettere sono RF, seguite da un numero di cinque cifre, che inizia da 20 000, o di quattro nei rimorchi (a partire da 1000).

Polizia ed Esercito[modifica | modifica wikitesto]

Targhe di veicoli militari: quella in basso ha il formato emesso dal 2008, le altre sono di automezzi immatricolati prima

Mentre i mezzi della polizia hanno targhe standard, le targhe in dotazione ai veicoli militari si distinguono per lettere e cifre bianche in campo nero. Nel vecchio formato (1976–2008) uno stemma a sinistra permetteva di distinguere il Corpo di appartenenza (Esercito, Marina, Aeronautica), nel nuovo formato introdotto nel 2008 è impresso un unico simbolo per tutte le Forze Armate.

Veicoli d'epoca[modifica | modifica wikitesto]

Le targhe dei veicoli d'epoca, immatricolati prima del 1976, hanno caratteri bianchi su fondo nero ed una serie alfanumerica composta dalla lettera H, che sta per Historical Vehicle, e da un numero variabile di cifre. Quelle posteriori possono essere disposte su due linee.

Targhe ripetitrici[modifica | modifica wikitesto]

Le targhe ripetitrici per portabiciclette da installare sul gancio di traino e per altri oggetti che coprano la targa posteriore hanno lettere e cifre rosse. I caratteri sono disposti su un'unica riga anche nelle piastre ripetitrici per motocicli.

Protezione civile[modifica | modifica wikitesto]

Targa di un veicolo della protezione civile danese

Le targhe della protezione civile danese (Danish Emergency Management Agency) hanno una o due cifre gialle su fondo blu e il logo del Corpo a sinistra. Con gli stessi colori sono emesse anche piastre con la sigla CF (che sta per Civilforsvar, cioè "Protezione civile") posizionata sotto una corona e seguita da due numeri, il primo a due e il secondo a tre cifre, separati da un punto o trattino.

Targhe provvisorie[modifica | modifica wikitesto]

Esempio di targa-prova per periodi brevi
  • Le piastre temporanee per periodi lunghi e da esportazione si distinguono per un rettangolo rosso a sinistra al posto delle due lettere (le cifre sono cinque come nelle targhe normali), all'interno del quale dal 1983 al 12/10/2009 erano posizionate in alto le lettere "DK" bianche e in basso le ultime due cifre dell'anno di validità, anch'esse bianche. A partire dalla data sopra specificata, a sinistra si trova la banda blu dell'UE (obbligatoria in queste targhe), pertanto dentro il rettangolo sono impresse solamente le cifre indicanti l'anno di validità.
  • In Danimarca sono emessi due tipi di targhe di prova. Quelle per periodi brevi, riservate a titolari di autofficine, concessionari o importatori di veicoli, possono avere la banda blu a sinistra e dal 2012 sono composte da due lettere, uno spazio e due cifre; i caratteri sono rossi o (meno spesso) neri.
    Le targhe-prova permanenti, da apporre per esempio su prototipi, sono invece composte da due lettere rosse su sfondo bianco riflettente ed un numero progressivo, di colore nero, da 5000 a 5399 per gli autoveicoli e da 5400 a 5499 per i motocicli.

Targhe gialle[modifica | modifica wikitesto]

Piastra di un rimorchio con banda blu

Targhe bicolori[modifica | modifica wikitesto]

Modello di "targa-pappagallo" per veicoli con destinazione d'uso commerciale e privata

Le cosiddette "targhe-pappagallo" sono montate su veicoli con doppia destinazione d'uso: commerciale e privata. I caratteri sono neri in campo giallo nella parte delle lettere (a sinistra) e neri su sfondo bianco nella parte delle cifre.

Portarinfuse[modifica | modifica wikitesto]

Le portarinfuse sono provviste di targhe con la dicitura "BLOKVOGN" in alto e un numero a sei cifre un basso.

Automezzi di emergenza[modifica | modifica wikitesto]

Targa di un'autoambulanza di Copenaghen
Piastra di un'autopompa della Selandia del Nord (Nordsjælland)

Le targhe in dotazione alle ambulanze e ai vigili del fuoco hanno lo stemma del Corpo e della città o contea del distaccamento tra la lettera e il numero (a una o due cifre); i caratteri sono generalmente neri su fondo bianco, meno frequentemente bianchi in campo nero.
Le lettere in uso hanno i seguenti significati:

  • A Ambulanza (Ambulance) o Capo dei Vigili del fuoco (Chef for Brandmænd)
  • H Emergenze ambientali (Miljø)
  • I Ispettore antincendio (Inspektor)
  • K, M, O, R Automezzo di pronto intervento dei Vigili del fuoco (Fire Tjeneste)
  • P Rimorchio (Anhænger) di un'autopompa
  • S Autopompa con scala (Stigevognen)
  • V Autopompa (Vandtankvogn)

Targhe diplomatiche[modifica | modifica wikitesto]

Targa diplomatica (formato senza banda blu)

Le targhe diplomatiche hanno, come quelle ordinarie, due lettere (la prima è una "A") e cinque cifre; i caratteri sono bianchi su fondo blu. La serie numerica da 76 000 a 76 999 viene emessa per ambasciatori e membri di Corpi diplomatici, quella da 77 000 a 77 999 per lo staff di Corpi consolari, personale NATO e di altre Organizzazioni internazionali[3].

Fær Øer[modifica | modifica wikitesto]

Targa delle isole Fær Øer con formato emesso dal 1996
Targa anteriore di un veicolo immatricolato nelle Fær Øer prima del 1996

A partire dal 1996 le targhe dei veicoli circolanti in queste isole hanno sfondo bianco, la fascia azzurra dell'UE a sinistra, con in alto la bandiera dell'arcipelago ed in basso la sigla internazionale FO di colore bianco, due lettere e tre cifre blu; possono essere disposte su una o due linee e sono simili alle targhe islandesi. Non sono usate le lettere C, I, O, Q, W, X, Z, Æ e Å.
È possibile richiedere targhe personalizzate, con un limite massimo di sei caratteri, inclusi quelli con segni diacritici.
Le targhe diplomatiche iniziano con il codice CD, che è seguito da un numero di tre cifre. La serie incomincia da 100 (numero che identifica il primo veicolo immatricolato del Corpo diplomatico islandese); le scritte sono nere su sfondo celeste.
Le targhe-prova per concessionari, proprietari di autosaloni o autorimesse si distinguono per i caratteri rossi e le cifre 00 (o la lettera F che precede uno 0) al posto delle due lettere, che precedono un blocco numerico di tre cifre che incomincia da 600.
Le piastre provvisorie, analoghe a quelle norvegesi, sono adesive; a sinistra le lettere RS (che stanno per Royndar Spjøldur, cioè "immatricolazione temporanea") precedono tre cifre nere in campo rosso, occasionalmente bianco o giallo arancio. A destra, sopra una linea orizzontale, è indicato con due cifre il primo giorno di validità, sotto è posizionato invece quello di scadenza; entrambi sono seguiti da tre lettere di dimensioni ridotte ed allineate in verticale, che sono quelle iniziali del mese di validità in faroese (per esempio: A/P/R = aprile).
Le targhe su un'unica linea misurano 520 × 112 mm, quelle su due righe per autoveicoli 250 × 203 mm, quelle su due linee per motocicli e ciclomotori 155 × 135 mm; nei primi le lettere e le cifre sono blu come quelle normali, nei secondi verdi.
Prima del 1996 le targhe dell'arcipelago avevano caratteri neri su sfondo bianco e identico formato di quelle danesi, ma con bordo nero anziché rosso ed una sola lettera: la F. Le piastre ripetitrici avevano la sequenza alfanumerica del tipo "F 1234" scritta in blu.

Groenlandia[modifica | modifica wikitesto]

Le targhe emesse fin dal 1976 hanno sfondo bianco e caratteri neri, con le due lettere GR e formato identico a quelle danesi. Non viene utilizzata la banda blu a sinistra con lo stemma dell'Unione europea, in quanto la Groenlandia non ne fa parte. Le targhe su una riga misurano 504 × 120 mm, quelle su doppia linea 309 × 210 mm, quelle per motocicli 240 × 165 mm. Il primo numero, a due cifre (da 01 a 90), indica il distretto di polizia, mentre il secondo, a tre cifre, viene assegnato secondo il seguente schema:

  • 001–100 → motocicli, motoslitte;
  • 101–119 → immatricolazioni provvisorie;
  • 120–800 → altri veicoli (con targa posteriore su una linea);
  • 801–999 → altri veicoli (con targa posteriore su due linee).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DA) skat.dk, http://www.skat.dk .
  2. ^ Martin Jørgensen, HVORNÅR KOM DER DANSKE EU-NUMMERPLADER?, in EU-Oplysningen, 4 maggio 2010.
  3. ^ Neil Parker - John Weeks, REGISTRATION PLATES OF THE WORLD (4th Edition), Yeovil, LJ Print Group, 2004, p. 186.

Fonti consultate ed altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti