Tapioca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Perle di tapioca
Radici di manioca (cassava)

La tapioca è un prodotto amidaceo derivato dal tubero della manioca, una pianta originaria dell'America del Sud e coltivata nella zona tropicale anche dell'Africa e dell'Asia. Tradizionalmente prodotta nelle casas de farinha.

Descrizione e uso[modifica | modifica wikitesto]

La tapioca è simile alla farina estratta dai cereali. Si presenta sotto forma di piccole sferette dal colore bianco: una volta cotte, le sfere diventano trasparenti, assumendo una consistenza gelatinosa. Spesso concorre alla preparazione di farine precotte per l'alimentazione dei bambini in fase di svezzamento in quanto ha proprietà nutritive simili al latte.

La cosiddetta "ciba di tapioca" è l'ingrediente principale delle nuvole di drago. Ad oggi la tapioca è utilizzata anche nel bubble tea come variante principale delle bolle.

Alcune aziende cosmetiche usano la tapioca come ingrediente nei prodotti cosmetici.

Avvertenze[modifica | modifica wikitesto]

La pianta di manioca (cassava) ha rami rossi o verdi con fusto che a volte può essere anche bluastro. Le radici della variante con rami verdi - che raramente sono vendute fuori dai mercati locali - richiedono un trattamento per eliminare la linamarina, un glicoside cianogenico che si trova normalmente nella pianta, che può trasformarsi in cianuro.[1] Il konzo (chiamato anche mantakassa) è una malattia paralizzante associata all'assunzione quasi esclusiva per varie settimane di prodotti della cassava non preventivamente trattati in modo opportuno. Le radici ammesse al commercio in Italia non provengono dalle varietà potenzialmente pericolose.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Food and Agriculture Organization of the United Nations, "Roots, tubers, plantains and bananas in human nutrition", Rome, 1990, Ch. 7 "Toxic substances and antinutritional factors". Document available online at http://www.fao.org/docrep/t0207e/T0207E00.htm#Contents. Ch. 7 appears at http://www.fao.org/docrep/t0207e/T0207E08.htm#Cassava%20toxicity. (Accessed 25 June 2011.)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 45924 · LCCN (ENsh89003176 · BNF (FRcb119816879 (data)
Cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina