Tank Girl (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tank Girl
Tank Girl.jpg
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1995
Durata 104 min
Genere azione, commedia, fantascienza
Regia Rachel Talalay
Soggetto Alan Martin - fumetto
Jamie Hewlett - fumetto
Tedi Sarafian
Produttore Pen Densham, Richard Barton Lewis, John Watson
Produttore esecutivo Tom Astor, Aron Warner
Fotografia Gale Tattersall
Montaggio James R. Symons
Musiche Graeme Revell
Scenografia Catherine Hardwicke
Costumi Arianne Phillips
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Tank Girl è un film del 1995 diretto da Rachel Talalay. È liberamente tratto dall'omonimo fumetto femminista e underground ideato da Jamie Hewlett e Alan Martin, ambientato in un futuro distopico.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Anno 2033. In seguito alla collisione di una cometa sulla superficie terrestre, il pianeta ha subito una catastrofica alterazione climatica che lo ha trasformato in un immenso deserto. Non piove da 11 anni. L'acqua è estremamente scarsa, e quella poca disponibile è in mano al dipartimento Water & Power (W&P), agli ordini del dispotico Kesslee (Malcolm McDowell). L'unica reale minaccia allo strapotere del dipartimento sono i "Ripper", un misterioso gruppo di dissidenti di cui nessuno conosce informazioni precise. La protagonista Rebecca (Lori Petty) fa parte di una piccola comunità di ribelli che riesce a procurarsi l'acqua tramite un allaccio abusivo alla rete della W&P nascosto nello scantinato della loro comune. Venuta a conoscenza della cosa, la W&P organizza un assalto contro la piccola comunità, uccidendo la maggior parte dei suoi membri, dei quali apparentemente si salva solo Rebecca, che però viene catturata e portata nella base della W&P. Una volta imprigionata, Rebecca viene fatta torturare invano più e più volte da Kesslee, allo scopo di piegarne la resistenza. Nel periodo di prigionia seguito alle torture, Rebecca stringe amicizia con Jet (Naomi Watts), una prigioniera che svolge la mansione di meccanico sui mezzi della W&P.

Quelli della W&P, considerando Rebecca una pedina sacrificabile, decidono di utilizzarla per scoprire il nascondiglio segreto dei Ripper. La conducono quindi in un punto del deserto dove sembrano aver trovato un "subgate", ossia un ingresso per la base sotterranea dei Ripper. A questo punto, il sergente Small, il braccio destro di Kesslee, dopo aver iniettato nel corpo di Rebecca una microspia allo scopo di monitorarne gli spostamenti, la costringe armi in pugno ad entrare nel subgate. Come Rebecca fa per avvicinarsi all'ingresso ha luogo un attacco a sorpresa dei Ripper, che massacrano i soldati W&P e a quanto pare lo stesso Kesslee. Rebecca sfugge all'attacco nascondendosi prontamente ed una volta che anche i Ripper sono scomparsi viene raggiunta da Jet, la quale ha nel frattempo rubato un velivolo della W&P. Le due decidono quindi di fuggire ma non prima che Rebecca si sia appropriata di un carro armato con le insegne W&P.

Poco dopo la loro fuga, vengono a sapere che Sam, una ragazzina appartenuta alla comune di Rebecca, è tenuta prigioniera in un bordello a Liquid Silver e decidono di andare a salvarla. Prima però, approfittando dell'officina messa a disposizione da un'eccentrica negoziante, decidono di camuffare sia l'aereo di Jet che il carro armato di Rebecca per non palesarli a prima vista come mezzi W&P, rendendoli inoltre comandabili a distanza. Giunte finalmente a Liquid Silver riescono a liberare Sam, ma mentre cercano di allontanarsi vengono scoperte. "The Madam", la direttrice del locale, tenta di fermarle ma prontamente Rebecca reagisce prendendola in ostaggio e costringendola a cantare "Let's Do It, Let's Fall in Love" davanti ai clienti del locale. L'esibizione viene tuttavia bruscamente interrotta dall'irruzione dei soldati W&P, i quali riescono a ricatturare Sam, ma non Jet né Rebecca.

Le due, determinate a liberare nuovamente Sam, decidono di arrischiare a spingersi in mezzo al deserto per chiedere l'aiuto dei Ripper. Riescono fortunosamente a raggiungere il loro rifugio, che sembra essere una pista da bowling nascosta sotto le sabbie. I Ripper si rivelano essere un tentativo dello scienziato Johnny Profeta (ora impegnato in Nuova Zelanda per esperimenti di desalinizzazione dell'acqua di mare) di creare dei super soldati, unendo campioni di DNA umano e di canguro. Benché allo scienziato fosse stato ordinato di eliminarli, egli decise di risparmiare le sue creature. L'obbiettivo principale dei Ripper è quello di far crollare il monopolio della W&P, dal momento che ritengono che l'accesso all'acqua debba essere libero per tutti. Rebecca socializza col gruppo, iniziando una relazione con un Ripper leggermente ritardato di nome Booga, mentre il Ripper Donner sembra nutrire una simpatia per Jet.

Per ricevere l'aiuto dei Ripper e dimostrare di non essere spie, alle due ragazze viene richiesto di compiere una missione: dovranno introdursi in un deposito W&P per accertarsi del contenuto di alcune casse. Rebecca e Jet si dirigono allora verso il deposito e, fingendosi fotografe dell'improbabile "calendario W&P", fanno posare alcuni operai vicino alle casse aperte piene di armi, trasmettendo immediatamente le foto al rifugio dei Ripper. Alle ragazze, come prova aggiuntiva, viene quindi chiesto di catturare il camion che deve trasportare le armi. Una volta riportate le casse al loro rifugio, i Ripper aprono le casse per distruggere le armi in esse contenute, ma scoprono che le casse sono piene di sabbia, tranne una che contiene il cadavere di Johnny Profeta.

I Ripper, furiosi per la preziosa perdita, decidono di assistere le due ragazze nella loro irruzione contro la base nemica allo scopo di liberare Sam e contemporaneamente distruggere la W&P. L'assalto via terra è affidato a Rebecca con il suo fidato carro armato, mentre i Ripper a bordo dell'aereo di Jet s'infiltrano nella base dagli hangar.

Durante una sparatoria, l'uccisione di uno dei Ripper fa imbestialire gli altri che si scagliano senza pietà contro i soldati W&P. Jet raggiunge il sergente Small mentre cerca di scappare con un velivolo e gli spara. Nel frattempo Rebecca affronta Kesslee, il quale, in seguito agli innesti artificiali effettuati per sopravvivere alle ferite riportate nel precedente attacco dei Ripper, è divenuto un cyborg. Sottovalutando le nuove capacità dell'avversario, Rebecca inizialmente pare avere la peggio. Raggiunta dal suo carro armato che però è a corto di munizioni, Rebecca decide di utilizzare come munizionamento alternativo delle lattine di birra, che però servono solo a rallentare Kesslee, fino a quando Rebecca riesce a rovesciare il contenuto di un bidone sul cyborg mandandone in cortocircuito gli innesti artificiali. Rebecca, dopo avere finito il suo nemico con uno strumento che ne assorbe i fluidi corporei trasformandoli in acqua, si precipita a liberare Sam che rischia di annegare in un condotto.

Dopo il fortunoso salvataggio di Sam, c'è un epilogo animato in cui Rebecca guida il suo carro armato trainando Booga su degli sci d'acqua dritto verso una cascata. Quando Jet li avvisa del pericolo, mentre lei precipita, le risponde allegramente di chiudere il becco.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La colonna sonora è stata distribuita da Warner Bros./Elektra.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]