Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Takeshi Goda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

« Se ti prendo ti rompo! »

(Frase che Gian esclama quando insegue qualcuno per picchiarlo)
Takeshi "Gian" Goda
Takeshi Goda.png
UniversoDoraemon
Nome orig.剛田 武 (Gōda Takeshi)
Lingua orig.Giapponese
AutoreFujiko F. Fujio
EditoreShogakukan 1969
1ª app. in1969
Editore it.Star Comics 2003
app. it. in1982
Voci orig.
Voci italiane
Specieumana
SessoMaschio
Etniagiapponese
Data di nascita15 giugno (Gemelli)
Abilità
  • Violenza estrema
  • Grande forza fisica e resistenza
  • Esperto giocatore di baseball
  • Esperto atleta
  • Abilissimo leader
  • Abilissimo combattente
  • Pugno di ferro

Takeshi "Gian" Goda (剛田 武 Gōda Takeshi?) è un personaggio del manga e anime Doraemon.

Il personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Detto anche Gian, i creatori della serie volevano rappresentarlo come un bullo irascibile, molto aggressivo e prepotente.[non chiaro] Manifesta la sua prepotenza e arroganza con la maggior parte dei ragazzini della zona, per obbligarli a prestargli fumetti o giocattoli o comunque stare ai suoi ordini. La minaccia è sempre quella di fare del male, data la sopracitata robustezza fisica. Il suo bersaglio principale è Nobita, che viene puntualmente deriso, picchiato o derubato da Gian; questa situazione fa disperare Nobita e lo spinge a chiedere aiuto a Doraemon che gli presta uno dei suoi ciusky per vendicarsi del bullo, anche se spesso Gian riesce a rubarglieli. A volte anche Suneo viene preso di mira dal bullo. Ha una sorella di nome Jaiko, che è una disegnatrice di fumetti, e soltanto verso di lei Gian mostra il suo lato buono. Come la madre di Nobita, anche quella di Gian è piuttosto brusca e vuole che suo figlio faccia tutte le consegne in tutta la città oppure sorvegli il negozio. Secondo lui sua madre lo malmena solo per sfogarsi, e allora anche lui di rimando picchia violentemente chi gli capita sotto tiro solo per liberarsi dalla rabbia, motivo per cui è evitato da tutti quando è di cattivo umore. Gian ha una grande forza fisica: infatti, oltre ad essere un ottimo atleta, è un campione di baseball ed è abile nella lotta e nel sumo. Inoltre si crede un cantautore di successo e organizza dei concerti dei quali gli spettatori sono i suoi amici, ma è stonatissimo e non viene apprezzato da nessuno. A Gian piace molto cucinare,ma (come per il canto) non viene apprezzato da nessuno,visto che nei suoi piatti mette ingredienti anche non commestibili. Allo stesso tempo però nessuno ha il coraggio di dirgli che è stonato per paura della reazione che potrebbe avere. Nonostante tutto, Gian non esita ad aiutare i suoi amici quando sono nei guai e mostra questo lato di lui soprattutto nei film.

Il rapporto con gli altri personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Amici[modifica | modifica wikitesto]

Gian va abbastanza d'accordo con Suneo, anche se lui, da buon opportunista, subisce la sua presenza senza mai ribellarsi, anzi se lo ingrazia con regali e complimenti per poi averlo dalla sua parte quando servirà. A volte anche Suneo viene minacciato da Gian. Ogni tanto gioca con gli amici a baseball, e spesso costringe le persone a giocare, anche quando non ne hanno voglia. Il suo antagonista-vittima per eccellenza è Nobita, che viene sempre torturato e costretto da lui a seguire tutti i suoi ordini, in particolare giocare a calcio o a baseball oppure ascoltare le sue canzoni. Data la debolezza e la goffaggine di Nobita, non di rado si assiste alla scena in cui Gian malmena quest'ultimo, e invece solo raramente i due mostrano segni di vera amicizia.

Famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Al contrario di ciò che accade con gli amici, il suo "vero" rapporto positivo è solo con sua sorella Jaiko, con la quale dimostra il lato del carattere buono e maturo che c'è in lui. L'unica persona che riesce ad incutergli paura è sua madre, data la forza fisica di quest'ultima, la quale lo tratta in maniera molto severa. Infatti, gli basta sentire la sua voce o incontrarla per cominciare a tremare. Non di rado viene rimproverato, picchiato o sculacciato, soprattutto quando prende brutti voti e si dimentica di effettuare le consegne a domicilio che lei gli aveva chiesto o di badare al suo negozio mentre lei è uscita. Gian possiede anche un cane che si chiama Muku, che ha la mania di sotterrare tutti gli oggetti che trova.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel primo adattamento italiano dell'anime, Gian era stato chiamato Giangi. Ha sempre mantenuto nel corso degli anni lo stesso look, composto da maglia arancione, pantaloni blu scuro e scarpe azzurre. Inoltre ha l'ombelico all'infuori. In alcuni episodi sogna di diventare "Super-Gian" il paladino della giustizia.
Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga