Ta' Xbiex

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ta' Xbiex
consiglio locale
Ta' Xbiex – Bandiera
Ta' Xbiex – Veduta
Localizzazione
StatoMalta Malta
RegioneMalta Maestrale
Amministrazione
Data di istituzione30 giugno 1993
Territorio
Coordinate35°53′59.63″N 14°29′23.77″E / 35.899897°N 14.489936°E35.899897; 14.489936 (Ta' Xbiex)Coordinate: 35°53′59.63″N 14°29′23.77″E / 35.899897°N 14.489936°E35.899897; 14.489936 (Ta' Xbiex)
Altitudinem s.l.m.
Superficie0,8 km²
Abitanti1 846 (2005)
Densità2 307,5 ab./km²
Consigli locali confinantiGżira, Msida
Altre informazioni
Cod. postaleXBX
Fuso orarioUTC+1
ISO 3166-2MT-58
Cartografia
Ta' Xbiex – Localizzazione
Sito istituzionale

Ta' Xbiex (originariamente Ta Xbiex[1] senza l'apostrofo, pronuncia Tascbiesc) è una piccola cittadina situata a nord-est dell'isola di Malta con una popolazione di 1.846 abitanti[2], e Consiglio Locale dell'omonima isola.

La città è sede di molte ambasciate straniere, tra cui quelle di Egitto, Italia, Francia e Regno Unito.

Ta' Xbiex deriva dal nome Tbexbix, che significa "alba", per via della sua posizione geografica o anche dalla parola Xbiek, che significa sciabica (un tipo di rete da pesca), per via delle sue origini come villaggio di pescatori.

È diventata parrocchia nel 1969; la chiesa del paese è dedicata a San Giovanni della Croce. Ta' Xbiex è anche la sede principale della comunità Ahmadiyya di Malta.[3]

Principali vie di Ta' Xbiex[modifica | modifica wikitesto]

  • Triq Giuseppe Calì (via Giuseppe Calì)
  • Triq Abate Rigord (via Abate Rigord)
  • Triq Enrico Mizzi (via Enrico Mizzi)
  • Triq il-Prinċipessa Margerita (via Principessa Margherita)
  • Triq il-Prinċipessa Eliżabetta (via Principessa Elisabetta)
  • Triq l-Ambaxxati (via delle Ambasciate)
  • Triq San Ġwann tas-Salib (via San Giovanni della Croce)
  • Triq Sir Ugo Mifsud (via Sir Ugo Mifsud)
  • Triq Testaferrata (via Testaferrata)
  • Rampa ta' Ta' Xbiex (via Ta' Xbiex)
  • Vjal Sir Temi Zammit (viale Sir Temi Zammit)
  • Xatt Ta' Xbiex (Marina Ta' Xbiex)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alfredo Mifsud. Origine della sovranità inglese su Malta. Tipografia di Malta, 1907: pag. 266.
  2. ^ (novembre 2005)
  3. ^ Ahmadiyya Muslim Jamaat Malta [1]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Malta Portale Malta: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Malta